Cosa vedere a Cefalù: arte, natura e cultura

Cefalù, perla della Sicilia Settentrionale, è stata la terza tappa del nostro itinerario siciliano. Cosa vedere a Cefalù? In questo post vi raccontiamo il nostro itinerario con due bambini alla scoperta della natura, dell’arte e della cultura di questa zona della Sicilia.

Ormai le nostre vacanze difficilmente si fermano al semplice soggiorno balneare. Con due bambini curiosi come i nostri l’esplorazione è davvero d’obbligo.
Così la scelta delle nostre mete estive ricade sempre su posti che accostino il mare a esperienze culturali, naturali o artistiche. Cefalù, perla della Sicilia settentrionale, racchiude un mix di tutto questo ed è stata la terza tappa del nostro itinerario siciliano.
Posizionata in zona strategica per raggiungere diverse destinazioni e con un mare limpido splendido, Cefalù è una località che permette davvero di fare una vacanza completa. Noi ci siamo stati a settembre 2016 e ne siamo rimasti davvero entusiasti.

COSA VEDERE A CEFALU'

Cosa vedere a Cefalù con bambini

Cosa vedere a Cefalù’: il centro storico

Innanzi tutto Cefalù è una città con una storia millenaria alle spalle, ma con un’impronta soprattutto medievale. A Cefalù bisogna perdersi nelle sue strette viuzze del centro storico, mangiandosi una granita o un gelato, scoprendo angolo dopo angolo posti stupendi, chiese medievali, palazzi storici, passeggiando lungo Corso Ruggero, la via principale…

Il Duomo, costruito da Ruggero II, con i suoi imponenti torrioni e la sua piazza sono qualcosa di spettacolare, soprattutto alla sera quando sono illuminati: entrare nel Duomo poi è obbligatorio per poter ammirare i suoi mosaici bizantini, soprattutto degno di nota il mosaico del Cristo Pantocratore nell’abside.

COSA VEDERE A CEFALU'    COSA VEDERE A CEFALU'

Oltre al Duomo, Cefalù ammalia il visitatore con il suo borgo marinaro, dove le case storiche si affacciano sul mare e sulla sua bellissima spiaggia di sabbia fine.

COSA VEDERE A CEFALU'  COSA VEDERE A CEFALU'

Interessante il lavatoio medievale, foce dell’antico fiume Cefalino, restaurato nel 1991. Un tempo dalle pareti del lavatoio sgorgava tantissima acqua proveniente da una sorgente oggi esaurita.

COSA VEDERE A CEFALU'

Nel centro storico di Cefalù non si può entrare in macchina: bisogna parcheggiare fuori, in via Roma o in uno dei parcheggi compresi tra via Roma e il lungomare.

COSA VEDERE A CEFALU'

 

Cosa vedere a Cefalù: il Castello e la Rocca

Se andate a Cefalù, non perdetevi la Rocca e il suo Castello, compresi nel Parco Archeologico, Storico, Naturalistico della Rocca (Ingresso per gli adulti 4 euro, ingresso per i bambini dai 6 – 14 e anni 2 euro).
La Rocca è la spettacolare rupe alta circa 270 m che sovrasta Cefalù, cinta da mura medievali a circa metà della costa (circa 150 slm).

COSA VEDERE A CEFALU'  COSA VEDERE A CEFALU'

In corrispondenza delle mura sono presenti i resti di un tempio megalitico del V secolo a.C.  dedicato a Diana, costruito utilizzando grossi massi di pietra calcarea direttamente estratta dalla rocca. La sua funzione primitiva e sacra legata al culto dell’acqua è ipotizzata grazie alla presenza di una cisterna dolmenica. Più tardi invece per la sua posizione questo tempio divenne un punto di avvistamento a difesa del territorio.

COSA VEDERE A CEFALU'  COSA VEDERE A CEFALU'

Inoltre sono presenti i resti dell’area dei magazzini e dei forni e della Chiesa di Sant’Anna (XII – XIII – XVI d.C.) che testimoniano la presenza in questa zona di una comunità umana vitale, religiosamente attiva e autosufficiente in caso di assedi.

COSA VEDERE A CEFALU'
Salendo invece in cima alla rocca si possono visitare i resti del Castello medievale del XIII-XIV secolo.

COSA VEDERE A CEFALU'
Per imboccare il sentiero di accesso si deve partire da Corso Ruggero, nel centro storico, e da lì prendere la stretta via dei Saraceni che, passando tra le case su una strada in salita, conduce all’ingresso della Rocca. La salita è faticosa nelle ore di punta per il caldo e la scarsa vegetazione e ci vuole almeno un ora per arrivare in cima. Noi quindi ci siamo stati a pomeriggio inoltrato e ci siamo rimasti fino al tramonto: per me questo è il momento migliore perché, oltre al fatto che fa meno caldo, dalla rocca si gode di un magnifico panorama su Cefalù e il tramonto che si vede da questa posizione è qualcosa di eccezionale. Sulla rocca si trova anche una grande croce metallica che di notte viene illuminata e domina la città sottostante.

COSA VEDERE A CEFALU'  COSA VEDERE A CEFALU'

COSA VEDERE A CEFALU'

Consiglio di indossare scarpe comode da trekking in modo da affrontare meglio la salita: noi non lo sapevamo e ci siamo subito pentiti di non averle indossate.

Cosa vedere a Cefalù’: il mare

Il mare nella zona di Cefalù è splendido, limpido e blu. Noi alloggiavamo in località Mazzaforno, in un residence con spiaggia sabbiosa a tratti sassosa bellissima e soprattutto appartata (contrada Mazzaforno).  A settembre eravamo anche lontani dal caos di agosto e c’erano momenti della giornata in cui la spiaggia era solo per noi. Bellissimo.

COSA VEDERE A CEFALU'

In centro Cefalù invece c’è la famosissima spiaggia di sabbia a forma di mezzaluna, dove il borgo antico si incontra col mare in uno scenario da cartolina. Questa spiaggia in estate è molto gettonata per cui molto caotica. A settembre invece ci sembrava molto più molto vivibile.
Ovunque il mare è molto bello e andando al largo con il pedalò il colore è uno spettacolare blu intenso con tantissimi pesci da osservare con maschera e boccaglio.

COSA VEDERE A CEFALU'  COSA VEDERE A CEFALU'

Cosa vedere nei dintorni di Cefalù: il borgo di Caccamo

Vicino a Cefalù c’è un pittoresco borgo situato in cima ad una collina, Caccamo. In questo borgo, poco conosciuto, si trova uno dei castelli medievali meglio conservati della Sicilia e una bellissima chiesa, S. Benedetto alla Badia ( XVII sec. ).

Il Castello di Caccamo, costruito su un alto basamento roccioso come se fosse un naturale prolungamento delle pareti di pietra, difeso da torri e circondato da merli, è uno dei castelli siciliani più grandi e soprattutto è famoso per non essere mai stato espugnato. Il castello è infatti famoso per le sue mura e fortificazioni con diversi trabocchetti per fermare i nemici che fossero riusciti ad entrare dalle fortificazioni esterne.

COSA VEDERE A CEFALU'  COSA VEDERE A CEFALU'

COSA VEDERE A CEFALU'

Il castello risale all’epoca normanna e nel tempo è appartenuto a diverse famiglie, ognuna delle quali ha apportato modifiche per stile ed esigenze e si presenta oggi come un insieme di parti costruite in varie epoche: gli ultimi ad abitare il castello furono i De Spuches mentre ora il castello è di proprietà della Regione Sicilia che lo sta restaurando e sistemando. Purtroppo gli interni risultano disadorni e spogli perché i beni sono stati venduti dagli ultimi proprietari per pagare i debiti, ma la visita risulta molto interessante soprattutto se ci si appoggia ad una visita guidata come abbiamo fatto noi. Il castello mantiene comunque il fascino medievale e il suo alone di mistero grazie alla legenda che vede una monaca vestita di bianco che, allo scoccare della mezzanotte di luna piena, si aggira con in mano un melograno: chiunque riuscirà a mangiarlo senza toccarlo e farne cadere a terra i chicchi troverà un tesoro.
L’area più impressionante sono le terribili prigioni in muratura, con la storia che le accompagna. Infine il panorama che si gode da questo castello dalla campagna circostante è mozzafiato.

COSA VEDERE A CEFALU'  COSA VEDERE A CEFALU'

Un altro motivo per visitare Caccamo è la chiesa di S. Benedetto alla Badia, con il suo bellissimo pavimento in mattoni di maiolica decorati, che formano splendidi mosaici. Il più importante rappresenta la Chiesa che non può soccombere alle forze del male che lottano per abbatterla.

COSA VEDERE A CEFALU'  COSA VEDERE A CEFALU'

Cosa vedere nei dintorni di Cefalù: altre escursioni

Oltre al borgo di Caccamo, la posizione di Cefalù è tattica e ci ha permesso di raggiungere diversi punti della Sicilia come le isole Eolie (noi abbiamo fatto una minicrociera a Panarea e Stromboli partendo da Milazzo), Piazza Armerina con la sua Villa Romana del Casale, Monreale (Il Duomo è meraviglioso) e il Vulcano Etna.
Non siamo riusciti invece a vedere invece il Santuario di Gibilmanna che avrebbe meritato una visita.
Inoltre se si vuole fare qualcosa di diverso dalla vacanza balneare, da Cefalù si può facilmente raggiungere il Parco delle Madonie.

Dove dormire a Cefalù

Noi abbiamo prenotato un appartamento presso l’Hapimag Resort Cefalù, immerso in un bellissimo agrumeto e affacciato sulla baia di Mazzaforno. Bellissima location e super curato, precisione e accuratezza svizzera ovunque!

COSA VEDERE A CEFALU'

COSA VEDERE A CEFALU'

 

Print Friendly, PDF & Email
By | 2018-03-27T09:34:21+00:00 ottobre 30, 2016|Castelli, Città, destinazioni italia, Mare, Sicilia|5 Comments

About the Author:

daichepartiamo
Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Amiamo la natura, il mare e vorremmo tanto tornare in Australia! Ce la faremo?

5 Comments

  1. […] deciso di fare un’escursione in giornata all’Etna, partendo da Cefalù, circa a 2 ore e mezza di macchina. Siamo partiti di prima mattina e alle 10 eravamo già sul […]

  2. Rosaria 03/06/2017 at 1:25 pm - Reply

    è bellissimo, credo che piacerebbe anche a mia figlia, complimenti!

    • daichepartiamo
      daichepartiamo 03/06/2017 at 8:01 pm - Reply

      Si credo proprio di si! Ai miei figli è piaciuto tantissimo!

  3. NonPuòEssereVero 03/06/2017 at 7:45 pm - Reply

    Mia mamma è originaria di un paese attaccato a Cefalù… per noi è tappa obbligatoria ogni volta che scendiamo in Sicilia, mio marito la adora 🙂

    • daichepartiamo
      daichepartiamo 03/06/2017 at 8:01 pm - Reply

      Come dare torto al marito? Anche per noi è una zona bellissima! Il mare poi è una favola!

Leave A Comment