Cosa vedere con i bambini a Parigi in quattro giorni

Quest’anno per noi è stato un anno speciale: la nostra famiglia ha compiuto 10 anni e in questi anni ne sono successe di cose, belle e brutte, piacevoli o meno piacevoli ma tutte degne di essere festeggiate come si deve. Era un po’ che i piccoletti di casa insistevano per vedere la Tour Eiffel e allora, complice Ryanair che ci ha messo su un piatto d’argento dei voli molto allettanti, abbiamo scelto Parigi, la città dell’amore, come meta per il nostro viaggio.

Il nostro anniversario a Parigi: cosa vedere con i bambini a Parigi

Parigi è una città grandissima, impossibile da visitare interamente in quattro giorni, per cui è necessario pensare ad un itinerario selezionando i luoghi che si vorrebbero vedere per ciascun giorno di permanenza. Viaggiando con bambini, inoltre, noi cerchiamo di alternare attrattive culturali a momenti di relax e svago in modo da renderli sempre partecipi e curiosi di quello che vedono. Importante sapere che nella maggior parte dei siti, sotto ai 26 anni si accede gratuitamente per cui i bambini entrano quasi ovunque senza pagare il biglietto.

Ecco l’itinerario che abbiamo fatto noi con le cose principali che si possono vedere con i bambini a Parigi in quattro giorni.

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

Come siamo arrivati a Parigi

Ryanair atterra all’aeroporto di Beauvais. Per trasferimenti da questo aeroporto verso Parigi noi abbiamo preso il servizio RSTransport (a maggio ci hanno chiesto 58 euro a tratta per il servizio condiviso).

Dove abbiamo dormito a Parigi

Parigi è una città piuttosto cara, soprattutto se si cerca un alloggio in centro città. Il nostro consiglio è quello di stare in posizione centrale o almeno comoda con le linee dei mezzi, cosi da risparmiare tempo e soldi degli spostamenti. Per non spendere cifre allucinanti abbiamo optato per un appartamento in prossimità dei Grands Boulevard, trovato sul sito Airbnb. Ci siamo trovati molto bene: l’appartamento era pulito, attrezzato, con anche wifi free; il gestore ci ha gentilmente messo a disposizione le mappe della città e ci ha dato dritte su come muoverci con i mezzi.

L’appartamento è vicino a due fermate della metropolitana e alla Gare du Nord: essere vicini alla stazione risulta una comodità non solo per chi arriva a Parigi in treno ma anche per chi ha bisogno di un posto dove poter lasciare i bagagli, come noi, per poter sfruttare l’ultima giornata per la città prima di andare all’aeroporto: in stazione infatti è presente un deposito con grandi casseforti dove a pagamento con circa 8 o 9 euro si possono depositare le valigie fino a 24 ore.

Spostarsi con i mezzi di trasporto a Parigi

Appena si arriva a Parigi è necessario munirsi di una mappa con indicate tutte le linee attive in modo da potersi districare in tutte le possibilità presenti. Anche se in tutte le stazioni della metropolitana sono affisse mappe con i percorsi, avere una mappa tascabile agevola nella pianificazione dei percorsi perché ci sono moltissime linee sia in superficie (bus, tram, funicolare, battelli,…) che sotterranee (quindici diverse linee della metropolitana e cinque linee della RER che portano alle zone più periferiche come Disneyland e Versailles).

Ci sono diverse possibilità per l’acquisto dei biglietti: biglietti per le singole corse, carnet da 10 biglietti sia per gli adulti che per bambini (quello per bambini costa la metà), biglietto per viaggi illimitati per uno o più giorni e infine carte con vantaggi a seconda delle necessità (Pass Navigo, Mobilis o Paris Visite). I bambini non pagano sotto ai 4 anni mentre dai 5 agli 11 anni pagano la metà. In base all’itinerario scelto, alle attrazioni da visitare e alla zona dove si alloggia si deve valutare la convenienza o meno di queste carte. Noi abbiamo optato per i semplici carnet in quanto abbiamo usato pochissimo i mezzi e abbiamo camminato molto.

Il nostro primo giorno a Parigi

La nostra prima meta parigina è stato il suo cuore pulsante, la bellissima Ile de La Citè. Abbiamo iniziato dalla Sainte Chapelle con le sue splendide vetrate che nei giorni di sole riflettono all’interno della Cappella in un tripudio di luci e colori. La Conciergerie, palazzo medievale in origine residenza reale e divenuto poi palazzo di giustizia e prigione, è subito accanto alla Sainte Chapelle.

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

Se si volesse visitare entrambi i siti si può acquistare un biglietto cumulativo (a maggio 2016 il costo era di 13.50 euro per gli adulti e 10.50 euro il ridotto, sotto 26 anni gratuito).

Ci siamo diretti poi a Notre Dame, alla ricerca del gobbo Quasimodo: i bambini una volta visto il film della Disney non hanno fatto altro che dire che dovevano andare a cercarlo e quindi come si faceva a non salire sulle torri? La salita alle torri merita perché solo salendo in cima si possono ammirare da vicino i Gargoyles e le campane. La vista poi è splendida! Salire sulle torri a maggio costava 10 euro per gli adulti (i bambini non pagano nulla). Da tenere  presente che la salita alle torri in genere è molto gettonata per cui bisogna mettere in conto un po’ di coda (noi siamo stati in coda più di un’ora e ne abbiamo approfittato per mangiarci un panino al volo). L’accesso alla Cattedrale è invece gratuito e una volta che si entra si rimane letteralmente a bocca aperta!

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

Per far svagare i bambini dietro alla Cattedrale di Notre Dame c’è un parco giochi; inoltre se dalla cattedrale si va verso la Senna si trovano altri giochi per bambini.

Se vi va un gelato, il migliore di Parigi lo trovate nella vicina Ile Saint Louis, da Berthillon. Sempre su questa isoletta si può trovare un’altra famosa delizia (che però noi non siamo riusciti ad assaggiare perchè eravamo in zona nel giorno di chiusura): i maialini di marzapane della Boulangerie di Rue des deux Ponts 35.

Avendo in famiglia una piccola aspirante paleontologa, non potevamo scartare la visita al  Museo Nazionale di Storia Naturale dove c’è un padiglione dedicato ai dinosauri con molti scheletri (Galerie de Paléontologie et d’Anatomie comparée); inoltre ci sono numerosi fossili e scheletri di altri animali. Il costo per l’accesso a questo padiglione a maggio 2016 era pari a  7 euro per gli adulti e gratuito fino 26 anni. Qui ci sono un sacco di scheletri di dinosauri e altri animali interessanti oltre a numerosi fossili. Il complesso museale comprende inoltre lo splendido Jardin des Plantes che in primavera era meravigliosamente fiorito, una serra, uno zoo (Parc Zoologique de Paris , che non abbiamo visitato), la Galerie des Enfants (uno spazio dedicato ai bambini dai 6 ai 12 anni) e altri padiglioni consultabili sul sito.

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

Terminata la visita abbiamo attraversato la Senna sul Pont d’Austerlitz e, costeggiando il Bassin De L’Arsenal, ci siamo diretti verso Place De la Bastille per vedere dall’esterno l’Opera Bastille . A circa metà percorso c’è un parco giochi carino che ha ridato le energie ai nostri piccoli viaggiatori.

Da Place De la Bastille ci siamo incamminati verso Place Des Vosges, una delle piazze più belle di Parigi: la piazza, di forma quadrangolare e circondata da splendidi edifici in mattoni, è quasi interamente occupata da uno splendido parco recintato e ombreggiato e noi ne abbiamo approfittato per mangiare una baguette fresca e rilassarci nel prato (qui è possibile sedersi sull’erba) mentre i bambini si sfogavano correndo nel parco.

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

 

Da Place Des Vosges passeggiando nel quartiere Le Marais ci siamo incamminati in direzione del coloratissimo e particolarissimo Centre Pompidou, un’importante sede dell’arte moderna parigina. Per la mancanza di tempo non abbiamo potuto gustarci una mostra d’arte però siamo riusciti a salire, tramite le moderne scale mobili a vista, all’ultimo piano dell’edificio per vedere il panorama (rispetto ad altri punti della città il panorama lascia un po’ delusi). Per salire all’ultimo piano il costo a maggio 2016 era di 3 euro per gli adulti e gratuito per i bambini.

Il nostro secondo giorno a Parigi

Il nostro secondo giorno parigino è stato dedicato in gran parte al Louvre. Girarlo tutto è difficile, con i bambini è letteralmente impossibile. Meglio farsi un’idea prima della visita sulle sale che si intendono visitare consultando il sito e soprattutto questa sezione .

Noi abbiamo deciso di entrare dall’Ala Sully e iniziare la visita dai fossati (che ai bambini di solito piacciono) e poi recarci all’ala di esposizione delle Antichità Egiziane, un’ala che entusiasma i piccoli visitatori per i bellissimi sarcofagi, mummie di animali, statuine, maschere, statue di pietra… Da questa ala è difficile far uscire i bambini (provare per credere!).

Un’altra sezione che entusiasma i bambini è quella delle Antichità Greche: qui c’è la Venere di Milo che catalizza la scena. Da non perdere anche la Vittoria di Samotracia. Impossibile uscire poi dal Louvre senza aver visto il suo quadro più famoso: la Gioconda.

A maggio il costo per l’accesso al Louvre per gli adulti era di 15 ero (sempre gratuito per i bambini).

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

Davanti al Louvre c’è uno dei parchi più belli della città, il Giardino des Tuileries dove c’è anche un parco giochi molto bello e dove abbiamo fatto merenda.

Ci siamo poi recati in Place de la Concorde per salire sulla ruota panoramica che offre un bellissimo panorama sulla città.

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

La giornata si è conclusa con la ciliegina sulla torta: la salita sulla Tour Eiffel, il sogno dei nostri bambini. Non avendo prenotato i biglietti prima per fare meno coda siamo saliti con le scale pagando 7 euro noi adulti e 3 euro i bambini) e siamo saliti fino al secondo piano perché la coda per l’ascensore che portava al terzo piano era troppo lunga. Al primo piano si possono vedere dei filmati sulla storia della Tour Eiffel; inoltre ci sono un bar, dei giochi per bambini e una giostra.

Se si vogliono scattare delle belle foto alla Tour Eiffel si può andare ai Jardins du Trocadéro.

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

Il nostro terzo giorno a Parigi

Di prima mattina siamo andati alla bellissima chiesa di Sacré Coeur salendo a piedi la bellissima scalinata; per chi avesse problemi motori oppure con bambini piccoli c’è la funicolare. Bella la Chiesa all’interno e splendido il panorama di Parigi dal piazzale.

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

Terminata la visita ci siamo diretti a Montmartre che però non ci ha entusiasmati. Un giro veloce a vedere dall’esterno il Moulin Rouge e poi ci siamo diretti con la metro alla chiesa di Saint-Sulpice (dove hanno girato una parte del film Il Codice da Vinci) e ai Giardini du Luxembourg. Se si hanno bambini questo parco è il massimo perchè si possono noleggiare a 3 euro  delle barche di legno da far navigare nell’enorme fontana.

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

Dopo un pranzo veloce e un giro a vedere il Pantheon abbiamo deciso di prendere il biglietto del Batobus per fare un giro sulla Senna. Pagando 44 euro di Pass Famille si può navigare sulla Senna su una barca con soffitto e pareti di vetro. Il battello fa 9 fermate e col pass giornaliero si può salire e scendere quando si vuole.

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

Ci siamo fermati nei pressi degli Champs-Elysées dove abbiamo raggiunto e ammirato l’Arco di Trionfo, fatto qualche foto ai palazzi Grand Palais e Petit Palais per poi tornare sul Batobus per concludere il giro sulla Senna.

Dopo aver cenato in centro abbiamo concluso la serata con lo splendido spettacolo della Tour Eiffel illuminata dal Trocadero: oltre alla luce dorata fissa che illumina la Tour Eiffel tutta la notte, ad ogni ora circa ventimila lampadine si accendono e spengono ad intermittenza per qualche minuto. Uno spettacolo da non perdere!

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

 

Il nostro quarto giorno a Parigi

Il nostro ultimo giorno a Parigi. Siamo andati a visitare il teatro dell’Opera, Palazzo Garnier. Questo palazzo merita assolutamente una visita all’interno, da rimanere a bocca aperta per lo sfarzo che c’è in ogni ambiente e a incuriosire i bambini c’è il mistero del Fantasma dell’Opera da scoprire!

COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI COSA VEDERE CON I BAMBINI A PARIGI

Passando per la lussuosa Place Vendome ci dirigiamo per un ultimo pic nic ai Giardini Des Tuileries; un ultimo saluto a Notre Dame e poi di corsa all’aeroporto.

Parigi dopo gli attentati

Noi abbiamo acquistato il voli prima che succedesse l’attentato del 13 novembre 2015 e siamo partiti a maggio 2016. Ovunque in città abbiamo respirato un’atmosfera di tensione e paura. In ogni sito sono stati installati i metal detector ed è presente personale per perquisire persone e controllare borse e zaini. Abbiamo incontrato Gendarmerie e Polizia ovunque, spesso col mitra in vista. Non è possibile lasciare nessun oggetto (passeggini compresi) incustodito. Solo nelle stazioni della metropolitana non siamo mai stati controllati.

La visita alla città è stata comunque piacevole e i bambini ne conservano un piacevolissimo ricordo.

Print Friendly, PDF & Email
By |2018-05-02T13:15:42+00:00ottobre 13, 2016|Città, Città Europa, destinazioni europa, Francia|6 Comments

About the Author:

daichepartiamo
Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Amiamo la natura, il mare e vorremmo tanto tornare in Australia! Ce la faremo?

6 Comments

  1. Girovagandoconstefania 17/03/2017 at 7:55 pm - Reply

    Avete visto tanto in 4 giorni!! Mi piacerebbe tornare a Parigi perché l’ho girata troppo in fretta e non l’ho apprezzata come merita.

    • daichepartiamo
      daichepartiamo 17/03/2017 at 8:19 pm - Reply

      Si abbiamo scarpinato parecchio per vedere più cose possibili! Anche a noi piacerebbe tornare.. troppe cose da vedere ???

  2. One Two Frida 30/03/2017 at 10:47 am - Reply

    Quanto amo Parigi!!! Non conoscevo il museo di storia naturale, ma sembra bellissimo! La prossima volta ci faccio un giro! 🙂

    • daichepartiamo
      daichepartiamo 30/03/2017 at 10:55 am - Reply

      Si a noi è piaciuto un sacco! Mia figlia adora i dinosauri per cui per noi era tappa obbligata 🙂

  3. Vale e Mauro. 19/06/2018 at 11:36 pm - Reply

    Noi partiamo tra una settimana abbiamo due figli Cesare 9 anni e Iris due e mezza…..non vediamo l’ora speriamo che si innamorino quanto. Noi dei viaggi!!!

    • daichepartiamo
      daichepartiamo 20/06/2018 at 12:44 am - Reply

      Buon viaggio! Siamo certi che saranno dei viaggiatori anche loro!

Leave A Comment

Centro Preferenze sulla Privacy

Statistici

_gat

Tecnici

caosLocalGa, caosLocalGa_gid, __cfduid