Berlino è una città molto grande, divisa in numerosi quartieri collegati in modo eccellente dal sistema di trasporto pubblico. Se si ha poco tempo a disposizione, conviene concentrarsi nei quartieri più centrali, dove è racchiusa la maggior parte dei luoghi di maggior interesse della città. In questo post vi diamo qualche suggerimento su cosa vedere a Berlino in un giorno, un itinerario a piedi per la città alla scoperta della sua difficile storia.

Avete mai provato a spiegare ad un bambino cosa successe prima e dopo la Seconda Guerra Mondiale? Probabilmente non avete ancora avuto nessun motivo per farlo oppure, come noi, non avete mai affrontato questa incombenza fino a quando non vi siete trovati in determinate circostanze.
Per noi questa “determinata circostanza” è stata la visita di Berlino.
È bastato davvero poco per capire che questa città non sarebbe stata assolutamente semplice da scoprire con i bambini: abbiamo visitato memoriali, monumenti e musei e ogni cosa che abbiamo visto ha suscitato cento domande di difficile risposta e mille altre domande che risposte proprio non ne hanno.
Qualche interrogativo lo abbiamo risolto partecipando ad una visita guidata in italiano, che ci ha portati passo dopo passo a scoprire la storia della città attraverso i suoi principali monumenti.
Di domande a cui rispondere ancora ne abbiamo tante, ma qualche tassello del puzzle siamo riusciti a sistemarlo.

Cosa vedere a Berlino in un giorno: la storia spiegata attraverso i suoi monumenti

Ci siamo accorti di quanto fosse difficile spiegare la storia di Berlino subito il nostro primo giorno in città.
La sua storia, decisamente ingombrante e scomoda, incomprensibile a noi adulti, per i bambini è pura fantascienza. Un intersecarsi di eventi drammatici che neanche il peggior film dell’orrore potrebbe partorire.
Una visita guidata ci è sembrata la soluzione più comoda ed efficace per chiarire qualche dubbio, o perlomeno a mettere in ordine un po’ le idee.
Grazie alla ormai collaudata collaborazione con il portale Musement abbiamo potuto prendere parte ad una visita guidata in italiano, organizzata da Vive Berlin, che ha toccato i luoghi più importanti della città. Un itinerario interamente a piedi della durata di 3 ore e mezza pensato un po’ per tutti (non esclusivamente dedicato alle famiglie).

Berlino in un giorno
Holocaust Mahnmal

Berlino in un giorno: itinerario a piedi

L’itinerario che abbiamo scelto noi (Tour dei Monumenti Principali di Berlino) è stato quello più semplice e basico, adatto a chi scopre Berlino per la prima volta. Un ottimo spunto per capire cosa vedere a Berlino se si hanno a disposizione solo poche ore.
Siamo partiti da Postdamer Platz e siamo arrivati fino all’Isola dei Musei, quindi seguendo un itinerario non circolare.

1- Postdamer Platz

La visita guidata è partita dalla piazza più moderna della città, praticamente ricostruita dopo la caduta del muro di Berlino: Postdamer Platz è oggi caratterizzata da architettura contemporanea, opera soprattutto di architetti del calibro di Renzo Piano ed Helmut Jahn.
Inizio subito col dirvi che è stato grazie a questa visita guidata che abbiamo capito che il muro di Berlino in realtà erano due muri separati da una striscia “vuota”, la cosiddetta no-man’s land.
In Postdamer Platz questa “terra di nessuno” era più ampia che altrove e, una volta “caduto il muro” è stato necessario ricostruirla interamente.
Gli stili usati dai due architetti sono diversissimi e si vede. Questa piazza è diventata una macedonia di architetture, purtroppo poco amate dai berlinesi che la ritengono troppo caotica.
Qui abbiamo visitato il Sony Center, che ospita musei, il Legoland Discovery Center, cinema e locali di tendenza. Abbiamo osservato il Boulevard der Star, la passeggiata sul tappeto rosso che ospita colonnine che raccontano la vita delle stelle del cinema.
Per fortuna, nonostante tutti gli avvenimenti storici che l’hanno devastata, Postdamer Platz nasconde ancora qualche pezzo di storia. La nostra guida ci ha aiutati allora a cercare i pochi edifici sopravvissuti nel tempo: la Casa di Huth, la facciata dell’Hotel Esplanade, e alcuni segmenti del Muro di Berlino che si possono vedere all’uscita della S-Bahn.
Può piacere o no, ma questa piazza va assolutamente inserita nelle cose da vedere a Berlino in un giorno!

Berlino in un giorno
Sony Center
Berlino in un giorno
Camminata delle Star

2 – Topographie des Terrors

La visita è proseguita verso il luogo che un tempo fu sede delle istituzioni più temute del Terzo Reich. Quest’area, che fu quasi completamente distrutta, oggi mostra quello che rimane delle prigioni della Gestapo oltre ad una mostra che documenta il periodo nazista della città. La nostra guida non ci ha portati all’interno della mostra (noi ci siamo tornati un altro giorno in autonomia), ma ci ha fatto una panoramica delle vicende terribili che avvennero in questa area della città.
Nei pressi delle ex prigioni, inoltre, è possibile ammirare una delle sezioni del muro rimaste intatte nella posizione originaria.

Berlino in un giorno
Ex prigioni Gestapo presso la Topographie des Terrors

3 – Checkpoint Charlie

Proseguendo, la guida ci ha portati al Checkpoint Charlie, il principale punto di passaggio di diplomatici e politici che potevano transitare da Berlino Est a Ovest e viceversa tra il 1961 e il 1990. Nonostante questo luogo sia spesso indicato come imperdibile, a nostro avviso (e la guida ci ha dato ragione) ha perso la sua genuinità e il suo carattere informativo quindi ci siamo soffermati per pochi minuti.

Berlino in un giorno
Checkpoint Charlie

4 – “Ministero dell’aeronautica” in Wilhelmstrasse

Proseguendo in Wilhelmstrasse ci siamo soffermati su uno dei pochi edifici del periodo nazista sopravvissuti in città. Si tratta di un edificio enorme, uno dei più grandi in Europa, che fu la sede del ministero dell’Aviazione del Reich e che ospita oggi il Ministero delle Finanze, fatto costruire da Hermann Göring e miracolosamente sopravvissuto ai bombardamenti per motivi ancora incerti (forse perché i bombardieri avevano bisogno di punto di riferimento e questo edificio era ben visibile per la sua mole).
Proprio in questo edificio nel giugno del 1961 Ulbricht pronunciò la famosa frase: “Nessuno ha intenzione di costruire un muro”, ma meno di due mesi dopo, Berlino venne divisa in due da un muro per ben 28 anni.

Berlino in un giorno
Ministero Aeronautica Wilhelmstrasse

5 – Johann Georg Elser Memorial

Sempre in Wilhelmstrasse ci siamo fermati ad ammirare il memoriale dedicato a Georg Elser, un attivista tedesco che mise la sua vita per difendere un ideale e divenne famoso per aver organizzato l’attentato dell’8 novembre 1939 contro Hitler a Monaco, dove Hitler sopravvisse per pochi minuti. Il memoriale è più bello di sera, quando si illumina, ma rimane sulla strada per arrivare all’Holocaust Mahnmal, quindi si può di diritto includere in cosa vedere a Berlino in un giorno!

Berlino in un giorno
Johann Georg Elser Memorial

6 – Bunker di Hitler

Non rimane nulla di quello che fu il bunker in cui Hitler si rifugiò e poi si suicidò con sua moglie Eva Braun. La guida si è soffermata il tempo per spiegarci la vicenda e per mostrarci la scelta di rendere volutamente anonima questa area, oggi occupata da un normalissimo parcheggio.

Berlino in un giorno
Il parcheggio sotto al quale si trovava il bunker di Hitler

7 – Holocaust Mahnmal

La visita è proseguita verso l’Holocaust Mahnmal, il memoriale del 2005 dedicato alle vittime ebree d’Europa, opera dell’architetto Peter Eisenmann. Uno spazio grande come un campo da calcio dove si trovano 2711 blocchi di grandezze diverse, simili a sarcofagi, posizionati su un piano di calpestio irregolare. Qui ognuno può entrare e compiere un suo percorso personale.

Berlino in un giorno
Holocaust Mahnmal

8 – Reichstag

La nostra tappa successiva ci ha portati al Reichstag, il centro del potere politico tedesco. Questo imponente edificio, con la famosissima cupola in vetro, merita una visita interna e soprattutto se si ha tempo è imperdibile la salita sulla cupola trasparente (le visita sono gratuite ma vanno prenotate con largo anticipo).
La nostra visita guidata, per ovvie questioni di tempo, si è limitata ad una descrizione esterna.
Anche se si ha poco tempo per poterne visitare l’interno, il Reichstag rimane una tappa imperdibile e assolutamente da inserire nelle cose da vedere a Berlino in un giorno!

Berlino in un giorno
Reichstag

9 – Porta di Brandeburgo, Pariser Platz e Tiergarten

Un’altra tappa imperdibile è la Porta di Brandeburgo, simbolo per eccellenza di Berlino e simbolo della divisione della città durante la Guerra fredda. Maestosa ed elegante domina la piazza circostante, piazza Pariser, rasa al suolo durante la guerra ma interamente ricostruita e tornata a splendere come prima.
Dall’altro lato della porta, invece, si trova uno dei parchi cittadini più importanti, il Tiergarten, un tempo area da caccia per il principe elettore di Brandeburgo.

Berlino in un giorno
Porta di Brandeburgo

10 – Viale Unter den Linden

Dalla Porta di Brandeburgo, ci siamo incamminati lungo il bel viale Under den Linden, una delle strade più famose di Berlino, che in primavera regala bellissimi tigli fioriti. Questo viale venne realizzato nel 1647 da Federico Guglielmo I di Brandeburgo per poter cavalcare dal castello prussiano (che oggi è stato completamente ricostruito) fino al Tiergarten.

11 – Bebelplatz

Proseguendo verso il centro, ci siamo soffermati in Bebelplatz, la piazza che divenne famosa per il primo rogo pubblico di libri in Germania. Qui nel 1933 vennero bruciate molte opere di autori ritenuti sovversivi e oggi vi si trova un memoriale, posizionato sotto terra (sotto al piano di calpestio).

Berlino in un giorno
Bebelplatz

12 – Neue Wache

Subito dopo Bebelplatz si trova il Neue Wache, un edificio neoclassico che richiama un tempio, opera del famoso architetto tedesco Karl Friedrich Schinkel, fatto erigere da Federico Guglielmo III di Prussia ad inizio 1800 come memoriale delle vittime delle guerre napoleoniche e oggi dedicato a tutte le vittime di persecuzioni e tirannie. All’interno si trova la famosa Pietà di Kathe Köllwitz, raffigurante una madre col figlio morto.

Berlino in un giorno
Neue-Wache

13 – Duomo e Isola dei Musei

Capolinea della nostra visita guidata è stata l’Isola dei Musei, l’isola Berlinese dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco che ospita alcuni musei importantissimi della città, tra i quali c’è il Pergamonmuseum. Naturalmente la visita non ci ha portati all’interno dei musei (ogni museo richiede diverse ore di visita), ma si è fermata ad una panoramica dell’area.
Qui sorge anche il Berliner Dom, l’imponente Duomo di Berlino in stile neorinascimentale.

Berlino in un giorno
Berliner Dom

Berlino in un giorno: come concludere la giornata?

La visita guidata, come detto, è durata 3 ore e mezzo. Rimane ancora diverso tempo a disposizione per poter vedere ancora qualcosa di imperdibile. Il nostro consiglio è quello di rimanere in prossimità dell’isola dei Musei e scegliere di vedere almeno uno di essi. Il Pergamonmuseum per noi è eccezionale!
Anche l’interno del Duomo merita (ingresso a pagamento) e sicuramente la vicinissima Alexanderplatz, una delle piazze più famose della città.

Ne vale la pena visitare Berlino in un giorno?

Assolutamente sì! Anche in un giorno è possibile cogliere il cuore della città e innamorarsi dei suoi contrasti e della sua continua evoluzione.
Il nostro itinerario lo consigliamo per chi vuole accostarsi a Berlino per la prima volta, per iniziare a districare qualche interrogativo su questa complicata città.
Come già accennato, il tour non è specifico per le famiglie ma è adatto a tutti e i bambini possono partecipare alle visite gratuitamente. I chilometri percorsi a piedi sono tanti e consigliamo pertanto questa visita guidata a famiglie con bambini di una certa età abituati a camminare.
Sarà una bellissima esperienza e, vi assicuro, vi darà una mano a rispondere alle tantissime domande che usciranno dalla testolina dei vostri bambini!

Berlino in un giorno
Casa di Huth

Qualcosa di alternativo?

Se avete più giorni a disposizione o se conoscete già Berlino, sul sito Musement sono disponibili tantissime visite guidate di approfondimento, che portano a scoprire meglio la vita ai tempi del muro o ai tempi del Terzo Reich. Sbizzarritevi con quella che più vi piace!

E per dormire? Noi abbiamo dormito presso lo Scandic Hotel Kurfürstendamm, vicino allo zoo di Berlino e ci siamo trovati benissimo.

Un ringraziamento speciale a Musement per la professionalità e per la nostra ormai consolidata collaborazione.

Print Friendly, PDF & Email