Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Lisbona, la splendida capitale del Portogallo affacciata sul fiume Tago, affascina chi la visita con i suoi vicoli che si inerpicano da un quartiere all’altro, con l’atmosfera malinconica del Fado, con i suoi belvedere spettacolari e con una storia travagliata, segnata da terremoti, crisi e incendi. Un forte carattere tradizionalista, unito ad un nuovo lato moderno, la rendono una città dai mille contrasti. In questo post vogliamo darvi qualche suggerimento su cosa vedere a Lisbona con i bambini.

Lisbona è una città che di certo non può lasciare indifferenti. La sua apparente decadenza le conferisce quel tocco di fascino che invoglia a scoprirla, a perdersi nei suoi pittoreschi quartieri, a lasciarsi trasportare dalle malinconiche melodie del Fado, la canzone tradizionale, e dai colori degli azulejos, le tipiche piastrelle decorate portoghesi.
Una città dove non è facile spostarsi: i suoi stretti vicoli acciottolati si inerpicano in pendenza in tutto il centro città, attraversati da pittoreschi tram d’epoca sui quali spesso è un’impresa trovar posto.
Una città che regala scorci di storia, una storia travagliata e segnata da ricchezza ma anche da decadenza in seguito ad eventi che hanno indelebilmente segnato la città come incendi, terremoti, colpi di stato e crisi finanziarie.
Lisbona non è una città da vivere di fretta: è una città da assaporare con ritmo lento, magari fermandosi in una delle numerose pasticcerie, gustandosi deliziosi pasteis de nata, dolcetti alla crema tipici portoghesi e sorseggiando un bicchiere di vino.
Lisbona è una città dai mille contrasti e dalle mille sorprese. Noi l’abbiamo scoperta con i nostri bambini e ne siamo rimasti incantati.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

A spasso per l’Alfama

Cosa vedere a Lisbona con i bambini: su e giù per la città a piedi e sui tram, alla scoperta dell’anima della città

A Lisbona esiste la metropolitana ma ha pochissime linee e non copre tutta l’area cittadina. I mezzi che arrivano un po’ ovunque, oltre ai sempre utilissimi piedi, sono i tram. Nel centro storico vedrete spesso pittoreschi tram antichi che si muovono indisturbati in vicoli abbastanza impervi. A Lisbona, poi, ci sono anche caratteristici sistemi di spostamento: un ascensore e una funicolare storici che portano dal centro città fino a meravigliosi punti panoramici, utilizzati dai turisti ma anche come normali sistemi per spostarsi in città (anche se le file sono spesso molto lunghe).
Per girare bene la città noi abbiamo combinato i diversi mezzi di trasporto disponibili ma, dove possibile, ci siamo mossi a piedi come adoriamo fare, per poterci assaporare l’atmosfera che regalano certi angoli dove i mezzi spesso non arrivano.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Belém

Cosa vedere a Lisbona con i bambini: la nostra top 10

In città ci siamo rimasti due giorni e mezzo e in questi giorni abbiamo visto tante cose ma non tutte: le file in alta stagione (settembre è ancora alta stagione) sono lunghe e, se non si prenotano prima i biglietti di ingresso, fanno perdere un sacco di tempo.
Noi non avevamo prenotato nulla: ci siamo lasciati solo guidare dall’istinto, cercando di vivere la città come lei stessa ci invitava a fare: una lentezza quasi inusuale per i nostri soliti ritmi ma che ci ha fatto entrare dritti al suo cuore e alla sua anima.
Tra le tantissime cose che offre Lisbona, queste sono quelle che per noi sono quelle imperdibili, quelle che ci hanno fatto scoccare la scintilla.

1 – Praça do Comércio e l’Arco da Rua Augusta

La Praça do Comércio è la piazza più grande e bella della capitale.
Il cuore di Lisbona, una boccata d’aria pura. Gli stretti vicoli qui si dimenticano: la piazza è luminosa, ariosa e soprattutto viva. Una volta varcato l’Arco da Rua Augusta (l’arco di trionfo sormontato da statue di portoghesi illustri), ci si trova di fronte ad una bellissima piazza quadrata che sia affaccia sul fiume (un po’ ci ha ricordato Piazza Unità d’Italia a Trieste), circondata da edifici con le facciate gialle e con porticati coperti con arcate settecentesche. Al centro spicca la statua equestre di Dom Josè I, che ricorda le origini regali della piazza dove, prima del terremoto del 1755, sorgeva il Palacio da Ribeira. In questa piazza gli anarchici assassinarono Dom Carlos I e suo figlio.
In Praça do Comércio si trova l’Ufficio turistico di Lisbona (dove si possono prendere mappe della città e chiedere informazioni su cosa visitare) e passa il tram N. 15 che porta a Belem.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Arco da Rua Augusta

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Praça do Comércio

2 – Tram 28

Il tram 28 è il tram più famoso di Lisbona, un caratteristico tram giallo d’epoca che percorre su e giù i vicoli strettissimi e ripidissimi di Lisbona, toccando tutti o quasi i siti principali della città e regalando bellissimi scorci e angoli suggestivi. Non si può dire di aver visto Lisbona se non si è saliti su questo spettacolare tram!
Il tram parte da Piazza Martim Moniz e, dopo aver attraversato l’Alfama, costeggia il Castelo de São Jorge, passa per i quartieri Baixia, Chiado, passa vicino alla Basilica da Estrela e giunge all’altro capolinea, Campo Ourique. Il tram fa diverse fermate dove si può tranquillamente scendere dal tram e poi risalire su uno successivo.
Al capolinea è necessario scendere e, se c’è gente in attesa, attendere il tram successivo che riporta in centro città.
Il prezzo da pagare non è tanto il costo del biglietto (che è compreso nel giornaliero o costa 2.85 euro a corsa) ma è quello di dover attendere parecchio tempo prima di riuscire a salirci: nonostante sia un “normale” tram di linea, è sempre preso d’assalto dai turisti ed è praticamente sempre pieno! Se si vuole avere un posto a sedere, quindi, è meglio andare a prenderlo al capolinea e attendere con pazienza il proprio turno. Noi a settembre abbiamo atteso un’ora (si, un’ora…) ma ne è valsa decisamente la pena!

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Tram 28 – Lisbona

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Tram 28 – Interno

3 – Rossio

Un’altra ampia piazza di Lisbona, caratterizzata da un bel pavimento con sanpietrini decorativi, una bella fontana e il monumento dedicato a Dom Pedro IV, il primo imperatore del Brasile.
Qui si trova la stazione in stile neomanuelino Rossio, dalla quale partono i treni per Sintra (una bellissima gita fuoriporta da non perdere!).

4 – Elevador de Santa Justa e Elevador da Gloria

Un altro caratteristico “mezzo di trasporto” cittadino, questa volta verticale, sono l’Elevador de Santa Justa e l’Elevador da Gloria.
Noi siamo saliti (dopo ahimè una lunga coda) sull’Elevador de Santa Justa per giungere al Convento do Carmo. Si tratta di una struttura in ferro battuto che risale al 1902 e che richiama la tour Eiffel (l’ascensore è opera di Mésnier, allievo di Eiffel), unico ascensore verticale della città. Questa tratta di ascensore è inclusa nel biglietto giornaliero.

L’Elevator da Gloria è invece una funicolare antica (1885) che permette di passare da Praca dos Restauradores fino a Rua Sao Pedro de Alcantara, dove si trova uno dei punti panoramici più belli di Lisbona, nel Barrio Alto.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Panorama dall’Elevador de Santa Justa

5 – Convento do Carmo

Il Convento do Carmo fu quasi completamente distrutto in seguito al terremoto del 1755: le rovine che sono rimaste costituiscono oggi il suo fascino.
In quello che rimane del convento, è stato allestito il Museu Arqueológico do Carmo, dove si possono ammirare reperti che narrano la storia della città, dalla Preistoria al Medioevo,e diversi reperti storici.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Convento do Carmo

6 – Castelo de São Jorge

Il Castello di Lisbona, costruito dai mori a metà del XI secolo, spicca e domina Lisbona dalla cima di una collina e occupa l’area dell’antica cittadella medievale (alcazaba) costituita dal castello, dalle rovine dell’antico palazzo reale e da parte del quartiere delle élites. Il Castello ha vissuto il periodo aureo dal 1147 (quando Lisbona venne conquistata da parte del primo re del Portogallo D. Afonso Henriques) fino al XVI secolo.
Nel XIII secolo fu trasformato in palazzo reale e divenne il luogo prescelto per ricevere personaggi illustri e per proclamare sovrani.
Nel 1580, con l’integrazione del Portogallo alla Corona di Spagna, il Castelo de São Jorge acquisisce una maggiore importanza militare che manterrà fino al XX secolo. Il cambiamento più grosso, però, avviene in seguito al terremoto del 1755, con nuove edificazioni che nascondono le rovine più antiche.
I lavori di restauro del 1938-40 hanno fatto riscoprire il castello e le rovine dell’antico palazzo reale e nel 1910 il Castelo de São Jorge è stato dichiarato Monumento Nazionale.
Oggi è possibile visitare le mura e le torri del castello, i cortili fortificati ma soprattutto è interessante la camera oscura allestita all’interno di una delle torri: qui è possibile vedere una Lisbona a 360 gradi e ascoltare la storia di quello che si vede grazie alle visite guidate organizzate ogni 30 minuti (in inglese e portoghese). L’attrattiva principale del castello è il panorama sulla città: uno spettacolo! L’ingresso al castello ( prezzi 2018 ) costa 8.50 euro per gli adulti, bambini sotto 10 anni gratuito e biglietto famiglia 20 euro (due adulti + due bambini minori di 10 anni).

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Castelo de São Jorge

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Castelo de São Jorge

7 – Alfama – Sè de Lisboa

Una delle esperienze più belle che abbiamo vissuto a Lisbona è stata quella di perdersi nel labirinto di stretti vicoli dell’Alfama. Impossibile seguire una cartina in questo quartiere: bisogna lasciarsi trasportare dall’istinto, gustandosi ogni angolo in cui ci si ritrova, sperando di ritrovare prima o poi la via che porta alla cattedrale di Lisbona (Sé de Lisboa), una imponente costruzione che sembra una fortezza, costruita nel 1150 sul sito di una moschea.
Questa è una delle zone più caratteristiche di Lisbona: tenete la macchina fotografica a portata di mano perché e foto si scatteranno da sole!

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Alfama

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

A spasso per l’Alfama

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Cattedrale di Lisbona

8 – Belém

Belém è un quartiere situato a circa 6 km a ovest del centro storico, raggiungibile col tram 15 da Praça do Comércio, ricco di monumenti in stile manuelino dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.
Mentre il centro storico di Lisbona è un continuo perdersi in vicoli stretti, saliscendi angusti, stradine ciottolose su cui si affacciano locali tipici decorati con azulejos, il quartiere di Belém è un mix di siti storici affiancati alla pace del fiume Tago.
Va da sé che questo è un quartiere imperdibile in ogni itinerario!
La nostra prima impressione, dopo essere scesi (compressi come sardine) dal tram 15, è stata quella di trovarci in un’altra città: il fiume Tago, spazi ampi e siti che trasudano storia.

Monasteiro dos Jeronimos

Il sito che più ci ha stupito e più ci ha lasciato senza fiato (non solo di Belém ma dell’intera Lisbona) è il Monasteiro dos Jeronimos, patrimonio dell’Umanità dell’Unesco dal 1983.
Il Monastero, in stile manuelino, fu commissionato da Manuel I per celebrare la scoperta della rotta marittima per le Indie da parte di Vasco de Gama, progettato dall’architetto Diogo de Botaica e costruito a partire dal 1501.
Dopo una coda infinita, ci siamo lasciati tutto alle spalle una volta messo piede nel chiostro color miele in stile manuelino: impossibile non rimanere ammaliati dalle decorazioni delle arcate e delle torrette, foglie, viti e nodi e dai numerosi pinnacoli decorativi.
Dal chiostro si può accedere al bellissimo Coro Alto, un altro capolavoro da non perdere.
Inoltre altra meraviglia è la Chiesa del monastero, con un’unica navata con sei colonne perfettamente scolpite e stilizzate, dove riposa Vasco de Gama.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Monasteiro dos Jeronimos

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Monasteiro dos Jeronimos

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Interno della Chiesa – Monasteiro dos Jeronimos

Torre de Belém

La Torre di Belém domina il fiume Tago ed è un altro simbolo della città, anch’essa dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e simbolo dell’età delle scoperte.
Una volta entrati nella Torre, si può salire in cima tramite una stretta scala a chiocciola, il cui flusso di persone in salita e discesa è regolato da semafori. In cima alla torre il panorama è bellissimo! All’interno della torre si trova la lower battery dove si trova la prigione politica utilizzata quando il re di Spagna era anche re del Portogallo (1580-1640).

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Torre di Belém

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Torre di Belém – Interno

Padrão dos Descobrimentos – Monumento alle scoperte

Il Padrão dos Descobrimentos è un originale monumento a forma di caravella, alto 56 m, inaugurato nel 1960 in occasione del 500° anniversario della morte di Henrique il Navigatore.
In questo monumento sono raffigurati numerosi paesaggi illustri della storia portoghese come Henrique il Navigatore, Vasco de Gama o Diogo Cao. Anche su questo movimento è possibile entrare e salire in cima (con un ascensore) per godere di un magnifico panorama.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Monumento alle scoperte

Pasteis de Belem

Le pasteis de nata in assoluto più famose e più buone di Lisbona sono quelle quelle di Belém, in Rua de Belém nº 84: sono diverse da quelle di Lisbona, un’altra consistenza e un’altro gusto. Sono delizia pura, una goduria irrinunciabile! Una tradizione che ha inizio nel 1837 e ancora oggi richiama fiumi di turisti. Non fatevi spaventare dalla lunga coda sempre presente perché è molto scorrevole e veloce! Se ci sono posti disponibili, è anche possibile gustare queste delizie seduti in uno dei tavolini del locale. Noi li abbiamo prese e le abbiamo mangiare nel parco che si trova nei pressi della pasticceria.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Pasteis de Belém

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Pasteis de Belém

Belém racchiude alcuni tra i siti storici maggiormente apprezzati dai turisti e le code possono essere lunghissime. Il nostro consiglio (per esperienza) è quello, se possibile, di acquistare i ticket in anticipo oppure, per evitare di buttare via il tempo in coda, abbiamo scoperto che per accedere al Monasteiro dos Jeronimos si può prendere il ticket cumulativo presso il museo Archeologico (vicino al monastero stesso) dove la coda è praticamente nulla. Costa un paio di euro in più includendo anche questo museo, ma potrete risparmiare davvero tanto tempo…per cui valutate questa opzione in caso di file lunghissime!

9 – Ponte 25 de Abril e Ponte Vasco da Gama

Da Belém siamo tornati verso il centro a piedi. Si lo so, a volte siamo un po’ matti…ma ci piace camminare e ci piace davvero godere del relax che certe passeggiate sanno regalare. Per tornare da Belém al centro si può seguire il lungo fiume, una passeggiata davvero bella e perfetta se volete vedere il Ponte 25 de Abril, uno dei due ponti che portano a Lisbona (che noi abbiamo percorso proprio per entrare in città), dalle migliori angolazioni possibili. Con un po’ di fantasia ci si trova anche a San Francisco non pensate?

L’altro famoso ponte di Lisbona, modernissimo e avveniristico, è il Ponte Vasco da Gama. Anche questo imperdibile e forse ancora più bello da vedere. Noi l’abbiamo percorso quando abbiamo lasciato Lisbona in direzione Evora. Un capolavoro ingegneristico ed architettonico!

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Lungo fiume Lisbona

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Ponte 25 de Abril

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Ponte 25 de Abril

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Ponte Vasco de Gama

10 – Oceanario – Parque das Nações

Il Parque das Nações è uno dei parchi più famosi di Lisbona, un esempio di riqualificazione urbana perfetto. Al suo interno si possono trovare ristoranti, installazioni artistiche, giardini lungo il fiume e il famoso Oceanário di Lisbona, acquario della città. Con poco tempo a disposizione non abbiamo visitato questo acquario per cui non possiamo dare purtroppo informazioni aggiuntive o i nostri consigli personali ma potete trovare le informazioni per la visita sul sito.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini: qualche spunto in più in città

11 – Gare do Oriente

Se vi piacciono gli edifici particolari, moderni, futuristici e architettonicamente interessanti, questa stazione è imperdibile. La Gare do Oriente è stata progettata da Santiago Calatrava, quindi potete immaginare l’originalità! Mettetela in conto se riuscite!

12 – Santuário Nacional de Cristo Rei

Dall’altra sponda del fiume Tago, nel quartiere Almada nei pressi del Ponte 25 de Abril, si trova un’imponente statua del Cristo Rei con le braccia aperte alta 110 m, posta su un piedistallo, che per la sua dimensione si nota in gran parte della città.
Questa statua, una copia di quella di Rio de Janeiro, è stata eretta nel 1959 per ringraziare Dio per aver risparmiato il Portogallo dagli orrori della seconda guerra mondiale. Con un ascensore ci si può salire per ammirare il panorama sulla città. Non con poco tempo a disposizione abbiamo rimandato questa ascesa ad una futura visita!

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Statua Cristo Rei

13 – Museo Nacional do Azulejo

Il nostro grande rammarico è stato quello di non aver potuto visitare il Museo Nacional do Azulejo, chiuso il lunedì ovvero il giorno che avevamo scelto per la visita… Peccato perché durante il nostro soggiorno in Portogallo ci siamo innamorati e siamo rimasti affascinati da queste caratteristiche piastrelle decorate che danno un tocco pittoresco alla città. E questo museo sarebbe stata una bella occasione per capirne la storia e le origini, per vederne esposti importanti capolavori e tipi diversi. Se riuscite andateci!

Cosa vedere a Lisbona con i bambini: i dintorni di Lisbona

A circa mezz’ora di strada da Lisbona si trova uno dei borghi più belli del Portogallo, Sintra. Questa meravigliosa cittadina è ricca di pittoresche e strambe dimore, una più originale dell’altra, oltre che un bellissimo centro storico patrimonio Unesco. Se non avete una macchina, Sintra è raggiungibile con diverse escursioni giornaliere oppure con il treno che parte dalla stazione Rosso. Se avete tempo, questa è davvero una meta da non perdere! In questo post è possibile leggere la nostra esperienza a Sintra.

Un’altra meta da non perdere è Cabo de Roca, il punto più occidentale d’Europa. E’ un bellissimo promontorio a picco sull’oceano impetuoso, alto 150 m, un luogo turistico ma per fortuna ancora selvaggio. Qui si trova un bel faro, un ristorante/bar e l’ufficio turistico, dove è possibile acquistare il certificato che attesta il passaggio in questo punto (11 euro nel 2018).

Se avete altro tempo tenete conto anche la cittadina di Cascais (che noi abbiamo dovuto saltare a causa del ritardo di arrivo del nostro aereo), una nota località di villeggiatura estiva.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini: dove dormire a Lisbona con i bambini

Per dormire noi abbiamo scelto un appartamento su Booking chiamato Flattered Flattered to be in Lisboa, comodo con la metropolitana (stazione Alameda). Un appartamento enorme, arredato con gusto (all’interno ci sono anche opere d’arte) e gestito egregiamente dai proprietari. Ogni mattina avevamo a disposizione una lista di alimenti tra i quali scegliere per la colazione e abbiamo sempre ricevuto cose di grande qualità.
L’appartamento è enorme, anche troppo per noi, ma come rapporto qualità-prezzo-posizione l’abbiamo considerato comunque la scelta migliore.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Appartamento a Lisbona

Cosa vedere a Lisbona con i bambini: dove mangiare a Lisbona con i bambini

A mezzogiorno non siamo mai soliti fare grossi pasti, quindi anche a Lisbona ci siamo sempre arrangiati con panini al volo.
Alla sera invece abbiamo spaziato un po’ di più. La prima sera abbiamo mangiato in un locale vicino all’appartamento dal nome Chimarrão, con carne e verdure illimitate. L’abbiamo scelto perché vicino all’appartamento ma alla fine l’abbiamo trovato molto buono! La carne era di qualità e il personale molto cordiale con i bambini.

La seconda sera abbiamo scelto di visitare il Time Out Market in Cais do Sodré: un posto veramente caratteristico, non a buon mercato, decisamente ricercato nel design, assolutamente da vedere. Si tratta di un complesso che racchiude al suo interno i migliori locali e i migliori ristoranti (24 ristoranti, 8 bar, più di una dozzina di spazi commerciali e un teatro) di Lisbona. Qui quindi senza diventare matti è possibile accontentare tutta la famiglia perché si può trovare la migliore bistecca, il miglior hamburger, il miglior sushi o la migliore pizza o i migliori spettacoli e, in contemporanea, i venditori più noti della città di carne, pesce, frutta e fiori.
Noi abbiamo mangiato della carne di angus strepitosa!
Sappiate che qui si trovano le migliori pasteis de nata della città (diverse da quelle di Belem…parola di esperti Portoghesi!).

La terza sera l’abbiamo passata al Mc Donald’s… nessun commento grazie ahahaha (…). Per giustificarci diciamo che era vicino a dove eravamo finiti, i bambini avevano fame e noi nessuna voglia di fare le guerre. Amen.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Time Out Market Lisbona

Cosa vedere a Lisbona con i bambini: Lisbona Card

A seconda di quanti posti si intende visitare e di quanti trasferimenti sui mezzi si vuole effettuare, meglio valutare la convenienza delle carte turistiche della città, le Lisboa Card.
Il prezzo dipende dal numero di ore di validità (24, 48, 72 ore) e includono sia i mezzi sia i musei principali di Lisbona.

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

Lisbona – Alfama

Cosa vedere a Lisbona con i bambini: una città che ci è rimasta nel cuore

Lisbona non è semplice da visitare in famiglia, soprattutto con bambini piccoli. I nostri figli ormai sono grandi e non abbiamo avuto gli intoppi dell’ingombro dei passeggini sui mezzi abbastanza datati, sempre pieni e davvero poco family friendly. Chi viaggia con bambini piccoli deve mettere in conto un po’ di fatica in questo senso.
Se però credete che questa cosa sia superabile e se quindi opterete per farvi travolgere da questa città, allora sappiate che ne rimarrete folgorati.
Per noi Lisbona è stata una piacevolissima scoperta, una città dalle mille sorprese.
Girovagando per questa città ci siamo sentiti spesso proiettati indietro nel tempo, in un’atmosfera da film romantico.
Ogni vicolo, ogni angolo, ogni azulejos ci ha raccontato un pezzo di storia: non si può vivere Lisbona senza camminare per l’Alfama, ascoltando la malinconia del fado. Senza salire sul tram 28 sfidando ogni legge fisica per stare in piedi e riuscire a curiosare dai finestrini. Vivere Lisbona è anche sorseggiare qualcosa in uno dei locali del centro, camminare per le vie del centro su strade decorate con meravigliosi sanpietrini e tra case ornate da pittoreschi azulejos. Per vivere Lisbona bisogna recarsi in un punto panoramico e innamorarsi della città dall’alto e soprattutto bisogna mettere da parte la linea ed abbuffarsi di pasteis de nata in una pasticceria del centro storico.
Non ricordo un’altra città che ci abbia così felicemente costretti a vivere “slow” e le siamo grati di averlo fatto!

Cosa vedere a Lisbona con i bambini

I tram di Lisbona

Post pubblicato il 12/11/2018

 

Print Friendly, PDF & Email
By |2018-11-12T11:54:01+00:00Novembre 12, 2018|Città, Città Europa, destinazioni europa, Portogallo|2 Comments

About the Author:

daichepartiamo
Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Amiamo la natura, il mare e vorremmo tanto tornare in Australia! Ce la faremo?

2 Comments

  1. Simone 13/11/2018 at 8:45 am - Reply

    Lisbona è tra le città europee più belle che abbia visitato. Al di là dei monumenti (stupendo il Monastero Dos Jeronimos) è davvero affascinante girare nelle sue viuzze, magari a bordo del 28. E poi, vogliamo parlare delle pasticcerie?

    • daichepartiamo
      daichepartiamo 13/11/2018 at 2:14 pm - Reply

      Non so quante pasteis de nata abbiamo mangiato!!!!

Leave A Comment

error: Eh no! non si copia!