Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci a Milano

Il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano è il più grande museo tecnico-scientifico italiano. L’obiettivo di questo Museo è suscitare interesse per la tecnologia e trasmettere entusiasmo per la scienza, grazie ad esposizioni uniche, laboratori di sperimentazione e innovazione adatti a tutte le età e mostre temporanee sempre attuali.

Il Museo di Scienza e Tecnologia di Milano, uno dei musei più importanti di Milano, è nato nel 1953 ed è ospitato in un monastero olivetano degli inizi del ‘500. Le sue sale ospitano oggetti, macchine e testimonianze che documentano lo sviluppo scientifico e tecnologico dell’Italia.
Lo scopo del Museo è quello di aiutare il visitatore a utilizzare le proprie conoscenze e capacità per interpretare gli oggetti e i fenomeni che lo circondano.

museo nazionale scienza e tecnologia

Minimaforms

Visita al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano: un viaggio di scoperte ed esperienze

La visita al Museo Scienza e Tecnologia di Milano è un’esperienza adatta a tutte le età. Le esposizioni e i laboratori si adattano al visitatore e si adattano perfettamente a qualsiasi tipo di visitatore.
Le aree sono molteplici e una giornata passata in questo museo sarà ricca di spunti per tutti.
A seconda delle preferenze e delle esigenze, ci si potrà soffermare su un’area oppure su di un’altra: quello che è certo è che per poterlo apprezzare tutto è necessario mettere in conto almeno una giornata intera.

Per la visita sono disponibili diverse brochure gratuite, studiate in base all’età del visitatore.
Per gli adulti è disponibile l’opuscolo “Guida ai Piani”, ritirabile presso le casse, con indicata la mappa del Museo, il percorso di visita e gli oggetti esposti da non perdere e le sale che li contengono. Inoltre è disponibile un altro piccolo opuscolo che suggerisce i 20 oggetti da non perdere per una visita stimata di 2 ore, ritirabile nel corridoio che si trova subito dopo le casse.
Per i bambini sono disponibili due diversi fascicoletti, uno per i Piccoli Viaggiatori dai 3 ai 5 anni e uno per i Giovani Esploratori dai 6 agli 8 anni. Entrambi i fascicoletti possono essere ritirati gratuitamente nel corridoio che si trova subito dopo le casse.

museo nazionale scienza e tecnologia

Area Interattiva della mostra FoodPeople

Visita al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano: le esposizioni permanenti

Nel Museo si possono osservare oggetti storici, collezioni d’arte, strumenti multimediali ma anche treni o velivoli d’epoca.
Il Museo è diviso in sei diversi settori, ciascuno dei quali è caratterizzato da una tematica precisa.

Settore della Comunicazione

Un settore che è piaciuto tanto ai bambini in quanto qui hanno potuto osservare oggetti mai visti prima: oggetti che qualsiasi adulto ricorda con malinconia quali telefoni, televisori con tubo catodico, radio d’epoca, cabine telefoniche, per i bambini abituati alle tecnologie moderne, sembrano oggetti di un’epoca lontana.

Anche l’area dedicata allo Spazio è molto interessante per i bambini, che qui possono osservare telescopi (compreso il telescopio Merz-Repsold dell’Osservatorio Astronomico di Brera di Milano, con il quale l’Astronomo Schiapparelli studiò Marte) e strumenti di osservazione, nonché farsi un’idea di come il nostro Pianeta è visto dallo Spazio. In questo settore è anche possibile osservare un frammento lunare, un pezzetto della Goodwill Rock raccolta nel 1972 dagli astronauti dell’Apollo 17.

museo nazionale scienza e tecnologia

Telefoni Vintage

museo nazionale scienza e tecnologia

Telegrafo morse

museo nazionale scienza e tecnologia

Il nostro Pianeta visto dallo Spazio

Settore della Scienza e Tecnologia dell’Alimentazione

E’ il settore dove è stata allestita la recente mostra #FoodPeople, la “mostra per chi ha fame di innovazione”.
Una nuova area interattiva del Museo, dedicata all’alimentazione, dai segreti dell’agricoltura, fino alle tecniche di conservazione degli alimenti. Una mostra che vuole indicare che ruolo hanno scienza, tecnologia e innovazione all’interno del settore agroalimentare e nella nostra vita.

museo nazionale scienza e tecnologia

Mostra Food People

Settore Energia – Extreme, alla ricerca delle particelle

L’area Extreme è una sezione permanente del Museo realizzata in partnership con CERN (Organizzazione europea per la ricerca nucleare) e con INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), due dei più grandi istituti di ricerca che svolgono esperimenti legati alla fisica delle particelle.
Questa esposizione permette di dare uno sguardo alla materia nelle sue componenti più infinitesimali e svela ciò che accade all’interno dei laboratori del CERN e dell’INFN.
Extreme ha lo scopo di di spiegare al pubblico l’importanza della ricerca di base e promuovere tra la bellezza della scienza come chiave del progresso umano e soprattutto per coinvolgere le nuove generazioni nella costruzione di questo progresso.
Si possono osservare oggetti, anche di grandi dimensioni e di valore storico, insieme a installazioni multimediali e interattive, facili da comprendere anche dai bambini. Tre diverse installazioni interattive mostrano lo stato attuale di conoscenza delle particelle subatomiche e due temi ancora oggetto di studio e dibattito: l’esistenza della materia oscura e di extradimensioni.
Inoltre una parte rilevante dell’esposizione è dedicata agli acceleratori, ovvero degli strumenti che, facendo collidere le particelle a energie sempre maggiori, permettono di creare nuove particelle e nuove tracce da esplorare.

museo nazionale scienza e tecnologia

Materia Oscura

museo nazionale scienza e tecnologia

Acceleratore

Settore dedicato a Leonardo da Vinci, Arte&Scienza

Questa sezione del Museo è ricca di modelli storici leonardeschi ed è nata per celebrare il quinto centenario della nascita di Leonardo. Si possono ammirare sia disegni che modelli veri e propri delle macchine di Leonardo, realizzati a partire da una interpretazione dei suoi disegni. Appeso al soffitto spicca il modello dell’aliante in scala reale.

Oltre alla parte dedicata a Leonardo, questa sezione del Museo ospita strumenti musicali e la riproduzione di un vecchio negozio di orologeria.

museo nazionale scienza e tecnologia

Aliante leonardesco

museo nazionale scienza e tecnologia

Settore dedicato a Leonardo

Settore dei Materiali

Un settore dedicato ai vari materiali quali alluminio, acciaio, materiali Polimerici, materiali compositi,…
Questo settore ospita anche delle analisi sul Ciclo di vita dei prodotti (produzione, distribuzione, uso e dismissione) e di quello che succede una volta che la loro vita si esaurisce e si trasformano in un processo di scambio con l’ambiente.

Settore dei Trasporti

Il padiglione ferroviario e i padiglioni aeronavali sono quelli che hanno colpito di più i bambini. Vi sono esposti veri e propri modelli storici, da poter ammirare e fotografare.

Il padiglione ferroviario sembra una vera e propria stazione, dove sono esposti tantissimi modelli di locomotive. Tra tutti, la locomotiva GR 552 036, presentata all’Expo di parigi nel 1889, una locomotiva che trainava i treni sulle tratte più importanti di Italia.

Nel padiglione aeronavale spicca sicuramente l’imponente Transatlantico Conte Biancamano, o meglio quello che ne rimane dopo il suo smantellamento. Questo transatlantico ha fatto la storia, unendo l’Italia a New York, al Sud America e all’Estremo Oriente e trasportando le truppe durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel Museo ora rimane la sala da ballo, il ponte di comando e alcune cabine.
Sempre nel padiglione navale si può ammirare interamente la Nave Scuola Ebe, nata nel 1921 per trasportare merci nel Mediterraneo e trasformata poi negli anni ‘50 in nave scuola per nocchieri.
Sono poi esposti deltaplani, elicotteri nonché il famoso catamarano AC72 Luna Rossa, finalista delle regate di selezione degli sfidanti della 34esima America’s Cup (San Francisco 2013).

museo nazionale scienza e tecnologia

Settore ferroviario

museo nazionale scienza e tecnologia

Nave Scuola Ebe

museo nazionale scienza e tecnologia

Luna Rossa e Transatlantico Conte Biancamano

Visita al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano: i laboratori didattici

Il Museo ha diversi laboratori interattivi (i.lab) per le attività educative.
Ci sono laboratori di diverso tipo, alcuni temporanei altri permanenti, alcuni da prenotare mentre altri accessibili senza prenotazione. I laboratori sono compresi nel prezzo di ingresso e vanno prenotati online oppure in cassa.
Le attività sono consultabili di volta in volta sul sito del museo e variano anche in base all’età. Ci sono attività organizzate anche per i più piccoli, dai 3 anni in su.

Segnaliamo la Tinkering-Zone, ovvero un’esperienza che prende esempio dall’Exploratorium di San Francisco. Si tratta di un laboratorio dove poter sfidare la propria creatività con diversi materiali a disposizione. Noi ci siamo divertiti a costruire degli oggetti volanti con materiale da recupero e poi ci siamo divertiti a farli volare nei tubi del vento. Un’esperienza unica!
Noi abbiamo partecipato anche ad un laboratorio di biotecnologie, che ci ha insegnato come dal latte si possa formare il formaggio.

museo nazionale scienza e tecnologia

Tinkering Zone

museo nazionale scienza e tecnologia

Laboratorio di Biotecnologie

Visita al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano: la Visita al Sottomarino Enrico Toti S-506

Uno dei pezzi forti del Museo è il Sottomarino Enrico Toti, costruito nel 1967 e operativo fino al 1999, il primo sottomarino costruito in Italia dopo la Seconda Guerra Mondiale. Il Sottomarino è giunto al Museo nel 2005, dopo aver terminato la sua attività di pattuglia nel Mediterraneo per il controllo di sottomarini sovietici.
Vi si può accedere con visita guidata a numero limitato, che va prenotata anche giorni prima perché è molto richiesta.
La visita è molto interessante, anche e soprattutto con i bambini. Vedere un sottomarino è un’esperienza unica per loro: insieme alla sua storia, si può curiosare tra le diverse zone e “stanze”, immaginando la vita dei marinai al suo interno e le curiosità che lo hanno caratterizzato.

museo nazionale scienza e tecnologia

Sottomarino Toti

museo nazionale scienza e tecnologia

Interno del Sottomarino Toti

museo nazionale scienza e tecnologia

Visita al Sottomarino Toti

Visita al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano: informazioni generali

Il museo è aperto da martedì’ a venerdì dalle 9.30 alle 17.00, mentre sabato e festivi dalle 9.30 alle 18.30.
Il biglietto di ingresso al Museo costa 10,00 euro l’intero mentre 7,50 euro il ridotto.

Il Sottomarino Enrico Toti è accessibile solo su prenotazione tutti i giorni dalle ore 10.00 fino a 45 minuti prima dell’orario di chiusura del Museo. Per visitare il Sottomarino si deve pagare un supplemento pari a 10,00 euro con prenotazione e 8,00 euro senza prenotazione.

Presso il Museo è presente un simulatore di volo in elicottero disponibile il sabato e nei festivi ma attualmente in manutenzione. Il costo per accedere al simulatore è di 10,00 euro con prenotazione e 8,00 euro senza prenotazione.

Presso il Museo di Scienza e Tecnologia infine vengono organizzate spesso mostre temporanee. Attualmente e fino a giugno 2018 è possibile visitare la mostra su Marte (della quale abbiamo già parlato in questo post).

museo nazionale scienza e tecnologia

Visita al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano: link utili

Per tenere controllate le attività, gli orari di apertura e le mostre in corso si può consultare il sito del Museo.

Print Friendly, PDF & Email
By |2018-03-21T08:57:22+00:00marzo 21, 2018|Cultura, Lombardia, Musei|0 Comments

About the Author:

daichepartiamo
Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Amiamo la natura, il mare e vorremmo tanto tornare in Australia! Ce la faremo?

Leave A Comment