Un weekend a Venezia in famiglia

Venezia, inserita con la sua laguna nei siti italiani patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è il capoluogo del Veneto ed è una città unica al mondo e molto bella da visitare in famiglia. Venezia e’ una città che colpisce tantissimo i bambini quando la visitano per la sua unicità e la sua particolarità. Ecco un itinerario che potrà farli innamorare di questa città.

Venezia è una città con caratteristiche uniche al mondo: in parte sulla terraferma e in parte su isole, il suo centro storico sorge in mezzo ad una laguna su un totale di 118 isole urbanizzate grazie al consolidamento con palificazioni in legno, separate da canali navigabili e collegate tra loro da ponti pedonali.
Il canale principale è il Canal Grande e attorno a questo canale si articolano canali minori e i 6 quartieri in cui è suddivisa Venezia, chiamati Sestieri.

venezia in famiglia

 

Consigli pratici per visitare Venezia in famiglia

Venezia in famiglia: organizzazione del viaggio

Avendo a disposizione un Cofanetto Viaggi Emozione 3, abbiamo cercato una struttura nel cofanetto comoda per Venezia e abbiamo cosi prenotato presso l’agriturismo Da Merlo, situato poco fuori dal centro città. In questa struttura ci siamo trovati molto bene: immerso in una zona tranquilla e verde, con un bel giardino, camere spaziose e colazione abbondante!
L’unico inconveniente è che l’agriturismo, anche se molto vicino, non è collegato benissimo con il centro di Venezia: c’è il trasporto pubblico ma non è così ben messo e se si ha poco tempo a disposizione si perde troppo tempo per cui noi, avendo la macchina a disposizione abbiamo usato questo mezzo per arrivare alla zona centrale.
Se preferite soggiornare in centro c’è l’imbarazzo della scelta: bisogna muoversi con anticipo e monitorare le offerte sui portali di prenotazione o contattando gli hotel perchè i prezzi possono essere molto alti. Di solito fuori dal centro si risparmia tanto sul prezzo, valutate però il costo del parcheggio (molto costoso) oppure una soluzione comoda potrebbe essere una zona comoda col treno, che arriva dritto a Venezia, vicino al famoso Ponte di Calatrava.

venezia in famiglia

Venezia in famiglia: la nostra visita con i bambini

Come periodo abbiamo scelto fine settembre e siamo stati fortunati a trovare bellissime giornate di sole, con temperature adatte a visitare una città. Abbiamo lasciato la macchina al Garage Comunale in Piazzale Roma (a settembre 2015 costava 26 euro al giorno). Dal parcheggio si arriva a piedi nella zona pedonale, attraversando il Ponte di Calatrava.
Il primo giorno abbiamo scelto di andare verso Piazza San Marco a piedi, passeggiando tra Calli, Campi e Campielli, passando su ponti e curiosando nei negozi che vendono le maschere veneziane. Abbiamo fatto una sosta al Mercato di Rialto: i suoi colori e i suoi odori ci hanno davvero colpito!

venezia in famiglia venezia in famiglia

venezia in famiglia venezia in famiglia
I bambini erano felicissimi da tutte le novità tanto che siamo arrivati a Piazza San Marco senza che si lamentassero per la stanchezza. La strada dal parcheggio al centro non è corta se fatta con due bambini ma ce l’abbiamo fatta e i bambini avevano ancora le forze per rincorrere i piccioni che invadono Piazza San Marco!

venezia in famiglia venezia in famiglia

venezia in famiglia venezia in famiglia
Qui, dopo aver depositato gratuitamente gli zaini che non possono essere portati all’interno, abbiamo fatto la coda per entrare nella Basilica di San Marco: davvero stupenda. I bambini rimangono a bocca aperta a vedere i mosaici d’oro che la adornano. Per non parlare della Pala d’Oro che si trova nella Basilica: per loro era la cosa più preziosa del mondo! L’ingresso alla Basilica di San Marco è gratuito per tutti mentre si pagano 2 euro/adulto e 1 euro/bambino per vedere la Pala d’Oro. La coda per entrare in Basilica c’è sempre ma a settembre era scorrevole (tipo 10 minuti di attesa): da aprile a novembre si può comunque prenotare on line (pagando 2 euro a persona) fino a 10 minuti prima dell’orario prescelto. Per la Basilica si possono anche prenotare delle visite organizzate.

venezia in famiglia

La nostra seconda tappa è stata Palazzo Ducale, assolutamente da visitare anche internamente per capire la storia di Venezia ai tempi dei dogi. Se avete bambini maggiori di 6 anni prenotare l’itinerario Prigioni Segrete (noi avendo una bambina più piccola non abbiamo potuto provarlo).
Nel Percorso della visita a Palazzo Ducale si vede parte delle prigioni e i miei figli già sono rimasti soddisfatti (non so perchè abbiano questa predilezione per le prigioni…). Il prezzo per accedere a Palazzo Ducale è abbastanza costoso: costa 19 euro/adulto e 12 euro/ragazzo (6-14 anni). Per le famiglie (formate da due adulti e almeno un ragazzo di età 6-14 anni) è previsto l’ingresso ridotto per tutti i familiari a 12 euro . E’ anche possibile prenotare la visita pagando un sovrapprezzo.
Il biglietto di Palazzo Ducale vale anche per il percorso integrato del Museo Correr, Museo Archeologico Nazionale, Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana e ha validità per 3 mesi.

venezia in famiglia venezia in famiglia
In piazza San Marco è anche possibile salire sul campanile per vedere il panorama sulla Piazza.

Nel tardo pomeriggio abbiamo deciso di acquistare il biglietto giornaliero per i mezzi pubblici in modo da tornare al parcheggio con il vaporetto, un’esperienza bellissima perché permette di vedere Venezia da un’altra angolazione. Noi abbiamo preso un biglietto turistico a tempo, nel nostro caso 24 ore per coprire il resto della giornata di sabato e quella della domenica (cosi da poter andare a vedere anche le isole). Il costo per 24 ore è 20 euro/testa, gratis sotto i 6 anni. se ci si ferma più giorni si può prendere anche l’opzione per 2, 3 7 giorni. Si possono vedere i prezzi delle corse singole e dei biglietti a tempo sul sito ACTV.
Il tragitto in vaporetto è davvero entusiasmante: i bambini rimangono a bocca aperta nel vedere lo strano traffico sul Canal Grande. Poi verso sera, quando tramonta il sole, è spettacolare vedere Venezia da questa prospettiva.

venezia in famiglia venezia in famiglia
Mentre a mezzogiorno ce la siamo cavata con panini, alla sera abbiamo visto prezzi folli per cenare per cui abbiamo optato per una pizza presso lo Spizzico in zona Stazione (so che fa poco chic ma il costo di una cena in quattro incide veramente tanto sul costo di una giornata fuori e noi preferiamo quando possibile risparmiarci la spennatura).
In città ci sono anche diverse COOP dove acquistare qualcosa da mangiare.

Venezia in famiglia: gita a Murano e la lavorazione del vetro

La domenica è stata dedicata alla visita delle Isole.
Murano è un’isola della laguna di Venezia, a sua volta formata da altre isole divise da rii e canali, il più famoso dei quali è il canale dei Marani, collegati tra loro da ponti. Murano si trova a circa 15 minuti di vaporetto da Venezia (a settembre 2015 abbiamo preso il vaporetto N. 3 in Piazzale Roma e siamo arrivati a Murano Colonna).
L’isola di Murano è famosa in tutto il mondo per il suo vetro, che viene prodotto con attività artigianale nelle vetrerie dell’isola. Molte di queste vetrerie offrono dimostrazioni davvero affascinanti in cui vengono spiegate le varie fasi di lavorazione del vetro.

venezia in famiglia venezia in famiglia
Il Maestro Vetraio usando una lunga canna metallica toglie dalla fornace a circa 1000 gradi un bolo incandescente di pasta vitrea, la porta alla bocca e soffia dilatando il bolo che poi viene modellato con attrezzi per ottenere l’oggetto desiderato.
Io mi ricordo ancora quando da bambina avevo assistito ad una dimostrazione da un maestro vetraio e sono rimasta talmente affascinata che ho prenotato per tutti noi in internet una dimostrazione presso la Vetreria Artistica Colleoni  (ho trovato molte recensioni positive e posso confermare dopo la nostra esperienza). Abbiamo mandato una mail e ci siamo accordati per il giorno e per l’ora, all’arrivo abbiamo pagato 10 euro/adulto (i bambini gratis), cifra che poi si ha a disposizione per acquisti dentro al negozio della vetreria. I bambini sono rimasti davvero a bocca aperta a vedere creare un cavallino, un vaso e un piatto: sono ricordi che rimangono indelebili per anni!

venezia in famiglia venezia in famiglia
Murano è un’isola molto bella da scoprire passeggiando: a Campo Santo Stefano è impossibile non notare la Cometa di vetro, un’enorme scultura in vetro blu. Se si ha tempo è interessante visitare il Museo del vetro e, vicinissima al museo, la Basilica dei Santi Maria e Donato (che racchiude uno splendido mosaico dorato).

venezia in famiglia venezia in famiglia
Infine non si può venire via da Murano senza aver comprato un ricordino e qui non avrete problemi perchè tutta l’isola è piena di negozi che vendono oggetti in vetro (attenzione a non acquistare un oggetto made in China, richiedete prova dell’autenticità del pezzo).

Venezia in famiglia: gita a Burano

Burano, l’isola famosa in tutto il mondo per il suo merletto, è la mia isola preferita: le sue case dai mille colori trasmettono un’allegria incredibile ed è piacevolissimo passeggiare tra i campielli.
Per raggiungerla da Venezia occorrono circa 45 minuti di vaporetto (quindi calcolate bene i tempi) , che si può prendere da F. Nuove. Noi eravamo già a Murano e abbiamo preso il vaporetto da Murano Faro.
Scendendo dal vaporetto ci si trova davanti un bellissimo prato dove ci si può riposare prima di partire alla scoperta dell’isola. i colori delle case affascinano tutti noi, balconi pieni di fiori, ponticelli che attraversano i canali.
I nostri bambini hanno scoperto qui l’arte del merletto e hanno guardato curiosi nei negozi. Ci ha incuriosito il campanile storto e la coloratissima Casa di Bepi Suà.
A Burano c’è anche un museo dedicato al merletto.

venezia in famiglia venezia in famiglia

venezia in famiglia  venezia in famiglia

Venezia in famiglia: informazioni generali

Venezia non è propriamente una città baby friendly: le sue calli con mille gradini e ponti rendono faticoso l’uso di passeggini o carrozzine. Noi fortunatamente non l’abbiamo dovuto usare. Nel caso di bambini molto piccoli molto più comoda la fascia ma nel caso abbiate bisogno del passeggino si può tranquillamente portarlo sul vaporetto oppure lo si carica in spalla nei punti critici. Se avete bambini piccoli e dovete portare con voi il passeggino potete leggere il racconto della nostra amica Sara.

Per chi ama i libri da non perdere un giro presso la libreria Acqua Alta, molto ma molto particolare perché al posto degli scaffali ha gondole, canoe, barche,…
I prezzi delle gondole sono improponibili. Se però vi va di togliervi lo sfizio si può salire sulla Gondola Traghetto che per pochi euro porta da una parte all’altro del Canal Grande.
Ci sarebbe piaciuto andare anche a Torcello, un’altra isola della laguna dove c’è una splendida Basilica che prima o poi torneremo a visitare. Si perché questa città ha fatto breccia nel nostro cuore e ha ancora tanto da scoprire.

consigli venezia famiglia

Print Friendly, PDF & Email
By | 2018-02-19T09:48:23+00:00 novembre 24, 2016|Città, destinazioni italia, Veneto|0 Comments

About the Author:

daichepartiamo
Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Amiamo la natura, il mare e vorremmo tanto tornare in Australia! Ce la faremo?

Leave A Comment