CON I BAMBINI AL MUDEC: IN VIAGGIO VERSO L’ASTRAZIONE DI KANDINSKIJ

AL MUDEC LA MOSTRA KANDINSKIJ, IL CAVALIERE ERRANTE. IN VIAGGIO VERSO L’ASTRAZIONE

Kandinskij con i bambini

 

Ho sempre adorato i quadri di Kandinskij: i suoi colori e le sue forme astratte mi hanno incuriosito sin dai tempi in cui l’ho conosciuto nelle lezioni di storia dell’arte del liceo. Così non ho saputo resistere quando ho saputo che le sue opere sarebbero state esposte al Mudec di Milano e ho subito pensato al modo di coinvolgere i bambini in questa esperienza. Se siete tra quelle persone che ancora non pensano lontanamente a portare i bambini ad una mostra d’arte, forse non avete ancora scoperto le visite didattiche adatte a loro!!! A Milano noi siamo già stati a due mostre d’arte con i nostri bambini (Giotto ed Escher) e ci siamo sempre affidati alle guide di ADMaiora, davvero molto professionali e in gamba con i bambini. Così anche stavolta, cercando in rete le visite didattiche per bambini alla mostra di Kandinskij, abbiamo scoperto che erano effettuate proprio da loro così abbiamo prenotato subito ad occhi chiusi una visita la guidata adatta a bambini da 6 a 11 anni.

KANDINSKIJ CON I BAMBINI: LA VISITA GUIDATA “TRAME DA FIABA”

La visita didattica per bambini, dal nome “Trame da Fiaba”, è adatta a bambini da 6 a 11 anni e viene effettuata il sabato e la domenica.
La guida ci ha introdotto alla mostra raccontandoci qualcosa dell’ambiente russo che ha influenzato la vita di Kandinskij: icone, stampe popolari russe, lubki, giocattoli, arredi, …

Kandinskij con i bambini  Kandinskij con i bambini
Pian piano siamo stati condotti alla scoperta del mondo di questo artista, dove la tradizione e la magia, il concreto e l’astratto si intrecciano tra loro dando vita a opere straordinarie.
Siamo “entrati” nei suoi quadri: la guida ha spiegato ai bambini che Kandinskij voleva lasciarci la libertà di interpretare i suoi quadri come volevamo. E allora spazio alla fantasia! Ci ha invitato a trovare cavalieri, cavalli, principesse e draghi. Abbiamo cercato di trovare vari elementi nascosti in ognuna opera e dargli poi un nostro significato.
Attraverso le installazioni presenti nella mostra abbiamo potuto scomporre tre opere di Kandinskij evidenziando gli oggetti che lo hanno influenzato per la loro realizzazione, per capirne meglio il significato nascosto.
Un concetto difficile come quello dell’astrazione ha affascinato i bambini in modo impressionante e li ha lasciati a bocca aperta soprattutto davanti ad un quadro all’inizio incomprensibile… fin quando ci è stato fatto notare che Kandinskij aveva voluto rappresentare una città…capovolta!

Kandinskij con i bambini  Kandinskij con i bambini

Niente è convenzionale e i bambini hanno scrutato e ascoltato ogni dettaglio, facendo anche tantissime domande alla guida. Vi assicuro che non c’è stato nessun adulto che è entrato meglio di loro dentro nelle opere dell’autore. Al termine della mostra si sono anche potuti divertire con un’ultima installazione e a suon di musica hanno creato la loro opera astratta su un maxi schermo. L’ultima carica per prepararli a diventare loro stessi degli artisti astratti!

Kandinskij con i bambini

KANDINSKIJ CON I BAMBINI: IL LABORATORIO

Terminato il nostro viaggio nei quadri di Kandinskij, siamo scesi con i nostri bambini nel laboratorio.
Qui anche noi genitori siamo stati coinvolti: attraverso una libreria digitale di illustrazioni e oggetti tradizionali russi (ispirati alla storia russa “Vassilissa la bella” ), abbiamo inventato insieme la trama di una fiaba, sul modello di quelle russe che tanto avevano ispirato Kandinskij; questa astrattissima e al limite dell’impossibile trama è stata poi illustrata dai bambini, che si sono divertiti come matti nel realizzare il proprio capolavoro da portarsi a casa come ricordo.

Kandinskij con i bambini  Kandinskij con i bambini

KANDINSKIJ CON I BAMBINI: INFORMAZIONI GENERALI

La mostra “Kandinskij, il cavaliere errante. In viaggio verso l’astrazione” sarà al MUDEC di Milano in via Tortona 56, fino al 9 luglio 2017.

Per le famiglie consiglio vivamente la visita didattica “Trame da fiaba”, davvero interessante e adatta ai bambini dai 6 agli 11 anni: la durata è di circa 1 ora e mezza e comprende la visita con guida alla mostra e l’attività didattica in laboratorio.
Il costo della visita didattica più il laboratorio è di 14,00 € per i bambini e 19,00 € per gli adulti (da aggiungere l’eventuale prevendita). Si può partecipare alla visita guidata tutte le domeniche alle ore 11.00 e tutti i sabati alle ore 15.00.
Meglio sempre prenotare sul sito www.ticket24ore.it o chiamando l’infoline 02.54917.

In via alternativa la mostra può essere visitata liberamente. In questo caso il costo del biglietto è di 12 € per l’intero, 10 € il ridotto, 6 € per bambini da 6 a 13 anni e gratuito sotto i 6 anni. E’ previsto anche un pacchetto famiglia:
10,00 € adulto (1 o 2 adulti)
6,00 € primo figlio (da 6 a 13 anni)
6,00 € secondo figlio (da 6 a 13 anni)
Omaggio terzo figlio (da 6 a 13 anni)

Attualmente al Mudec è allestita anche la mostra “Dinosauri. Giganti dall’Argentina”, la mostra sul tema dinosauri più bella che abbiamo visto finora. Vi consiglio di dare un occhio al mio post… noi abbiamo abbinato le due visite in una stessa domenica: alla mattina Kandinskij e al pomeriggio la mostra sui Dinosauri… !
Una giornata altamente culturale e soddisfacente!

kandinskij con i bambini

By | 2017-04-26T10:24:07+00:00 aprile 4th, 2017|Attività didattiche, Cultura, Mostre|21 Comments

About the Author:

21 Comments

  1. Girovagandoconstefania aprile 5, 2017 at 6:58 pm - Reply

    All’estero ho visto che le visite delle scolaresche ai musei per fare varie attività sono molto diffuse. Spero che queste iniziative prendano sempre più piede anche da noi 🙂

    • daichepartiamo aprile 5, 2017 at 8:52 pm - Reply

      A Milano fortunatamente quasi in ogni museo o mostra ci sono visite e laboratori per bambini! Speriamo che le città che mettono questa attenzione alle famiglie diventino sempre di più!

  2. mariacarla aprile 5, 2017 at 8:43 pm - Reply

    veramente bellissima questa iniziativa. avvicinare i bambine all’arte anche attraverso laboratori è veramente una gran cosa

    • daichepartiamo aprile 5, 2017 at 8:53 pm - Reply

      Verissimo! Perché così l’arte diventa per loro qualcosa di meraviglioso e interessante!

  3. Carmen aprile 5, 2017 at 10:33 pm - Reply

    Che iniziativa bellissima!!! Tante cose possono essere alla portata dei bambini basta farli approcciare nel modo giusto, il loro. E poi la parte del laboratorio davvero top, così si sentono ancora più parte dell’esperienza!!! Non dubito che sia stata una bellissima domenica!!!

    • daichepartiamo aprile 5, 2017 at 10:46 pm - Reply

      Si se trovi il modo giusto, i bambini si appassionano a cose impensabili! Provare per credere!

  4. Chiara aprile 5, 2017 at 10:37 pm - Reply

    Bellissime queste iniziative per avvicinare i bambini all’arte, ispirano anche a me anche se sono un “po’” più grande! 🙂

    • daichepartiamo aprile 5, 2017 at 10:45 pm - Reply

      Ammettiamo che da quando abbiamo i bambini ne approfittiamo anche noi di queste visite… che sono molto più belle di quelle per adulti ahahahah

  5. In viaggio con Dorothy aprile 6, 2017 at 4:28 am - Reply

    Chi meglio dei bambini può riuscire ad immergersi senza paura in un mondo astratto lontano da tutto cio a cui siamo abituati!!! Credo che non ci sia un vero e proprio momenti giusto per approcciarsi all arte, tutto dipende dal metodo che si usa! Farlo diventare una passeggiata fra fiabe colorate mi sembra bellissimo!

    • daichepartiamo aprile 6, 2017 at 6:35 am - Reply

      Esattamente! Per ogni cosa c’è il giusto approccio, così anche con l’arte! Le visite e i laboratori per bambini servono proprio a questo 🙂

  6. Giulia - CognaTHE' aprile 6, 2017 at 6:41 am - Reply

    che bella deve essere la mostra! poi con una guida si riesce a capire molto meglio determinate cose, e se la guida è brava tutto diventa più bello e divertente!!
    questi incontro con i bambini sono davvero delle ottime occasioni, e anche un meseo così risulta piacevole e divertente anche a loro 🙂

    • daichepartiamo aprile 6, 2017 at 9:31 am - Reply

      e’ più piacevole e divertente anche per noi adulti ahahahah

  7. Claudia B. Voce del Verbo Partire aprile 6, 2017 at 10:12 am - Reply

    L’idea di coinvolgere i bambini nell’arte (così come nei viaggi), per me va subito dichiarata Patrimonio dell’Umanità! Lo dico da amante di ambedue i generi.
    Se diamo loro la possibilità di immedesimarsi, capire, essere di larghe vedute, se gli permettiamo di comprendere che oltre alla tv e ad un tablet c’è altro, avremo bimbi soddisfatti, famiglie soddisfatte e, in futuro, adulti curiosi e ricchi di interessi.
    Un bacio,
    Claudia B.

  8. paola aprile 6, 2017 at 11:32 am - Reply

    La libertà di interpretazione che lasciano i quadri di Kandinskij gioca molto a favore dei più piccoli che così si possono scatenare ed essere partecipi! Fai benissimo a cogliere queste occasioni per portare i piccoli al museo, sono pienamente d’accordo col tuo approccio… faccio anche io così!

    • daichepartiamo aprile 6, 2017 at 11:45 am - Reply

      Il bello poi è che sono loro a chiedere di andare nei musei! E questo ti fa capire che la strada è quella giusta!

  9. Sara L'Esploratrice aprile 6, 2017 at 11:34 am - Reply

    Che bella iniziativa! Mi piace vedere che esiste anche un altro tipo di educazione per i bambini, è fondamentale!

    • daichepartiamo aprile 6, 2017 at 11:46 am - Reply

      Verissimo! Davvero fondamentale!

  10. camilla aprile 7, 2017 at 3:58 pm - Reply

    Sicuramente una mostra bellissima e poi come attività didattica per i bambini è un’idea fantastica! 🙂

    • daichepartiamo aprile 7, 2017 at 4:09 pm - Reply

      Si la mostra già merita! Poi la visita guidata fa in modo che anche loro capiscano senza annoiarsi!

  11. ESTER aprile 7, 2017 at 9:26 pm - Reply

    Queste sono esperienze che rimangono e, se chi spiega è capace e ha doti comunicative, sono davvero istruttive. Alle elementari mi portarono agli Uffizi e la Primavera del Botticelli entrò per sempre nella mia vita <3

    • daichepartiamo aprile 7, 2017 at 9:48 pm - Reply

      Wow che bello! Ecco speriamo che queste cose entrino per sempre nella vita dei nostri figli!

Leave A Comment