ALLA SCOPERTA DI SAN VITO LO CAPO: COSA VEDERE CON I BAMBINI

SAN VITO LO CAPO: I CARAIBI SICILIANI

Digitando San Vito Lo Capo su qualsiasi motore di ricerca si trovano foto meravigliose del suo mare caraibico e della sua spiaggia di sabbia finissima bianca. Ammetto che ci è bastata la prima foto per farci innamorare e decidere di prenotare in questo splendido posto.

San Vito Lo Capo è una delle mete più famose della Sicilia Occidentale e si trova a circa un’ora di strada da Trapani e a circa due ore da Palermo. Questa splendida località è famosa in tutto il mondo per il suo mare ma forse non tutti sanno che è anche un punto strategico per poter accostare ad un rilassante soggiorno balneare numerose opportunità culturali.

La posizione di San Vito è incantevole: ad est il promontorio del Monte Monaco  e ad ovest l’altipiano dell’Egitarso,  che abbracciano la spiaggia dorata e il suo mare trasparente. A pochi chilometri da San Vito si trova la famosa Riserva Naturale dello Zingaro.

Il cuore di San Vito Lo Capo sono la via Savona, dove si trovano negozi di tutti i tipi e diversi locali dove trascorrere le serate, e la Piazza Santuario con il Santuario dove si trova la statua di San Vito Martire protettore.

san vito lo capo cosa vedere con i bambini

 

SAN VITO LO CAPO: COME ABBIAMO ORGANIZZATO IL SOGGIORNO

A gennaio 2016 abbiamo acquistato i voli (Ryanair Orio al Serio – Palermo) per settembre. Il prezzo dei voli aumenta parecchio man mano che si avvicina il periodo estivo, per cui non è mai troppo presto per monitorarli ed acquistarli.

San Vito Lo Capo è stata la seconda tappa del nostro itinerario siciliano, per cui siamo arrivati in questa località non direttamente dall’aeroporto di Palermo ma da Mazara del Vallo, con una macchina a noleggio presa all’aeroporto di Palermo. Nel caso di arrivo dall’aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo mettete in conto circa un’ora e mezza di strada.

I prezzi di San Vito Lo Capo non sono bassi in quanto la località è molto famosa e gettonata e settembre è considerata ancora alta stagione quasi ovunque. Noi abbiamo cercato sul sito www.booking.com (sempre con molto anticipo) e abbiamo trovato delle ottime recensioni per il Residence Tre Stelle, gestito dal Sig. Gennaro (tel 338/5918465), e abbiamo prenotato qui 5 notti. Ci siamo trovati davvero bene: ha diverse soluzioni in quanto il proprietario ha sia appartamenti che villette quindi potete opzionare quella che fa per voi. Abbiamo trovato la nostra villetta molto pulita e accessoriata in tutto (lavatrice compresa) e soprattutto comoda per raggiungere sia il centro del paese che la spiaggia a piedi e in pochi minuti. Il Signor Gennaro e sua moglie sono molto gentili e presenti durante il soggiorno in caso di necessità o anche solo per un consiglio. Nelle vicinanze c’è la pasticceria Il Capriccio (da provare sia i cannoli che gli arancini, soprattutto al giovedì quando si possono provare quelli agli spinaci e funghi e quelli allo speck e pistacchi… una goduria!), una panetteria, un minimarket e diversi furgoncini che vendono frutta fresca.

san vito lo capo cosa vedere con i bambini

 

SAN VITO LO CAPO: COSA VEDERE NEI DINTORNI

Approfittando di una giornata nuvolosa, abbiamo preso la macchina e siamo andati una mattina al Sito Archeologico di Segesta: questo sito, fondato dagli Elimi,  è molto suggestivo e al giorno d’oggi si possono visitare i due monumenti principali: il tempio dorico ed il teatro. Per accedere al sito il biglietto di ingresso è unico ed è pari a 6 euro per gli adulti e 3 euro il ridotto mentre è gratuito sotto 18 anni. I due monumenti sono collegati tra loro da una strada  in salita in quanto  il teatro si trova in cima ad un colle. Per chi non volesse fare il tragitto a piedi, a pagamento c’è a disposizione un servizio navetta (in giornate calde è meglio considerare l’idea della navetta perché bisogna percorrere circa 1.2 km in salita con una pendenza di tutto rispetto). Essendo una giornata nuvolosa noi siamo riusciti a salire a piedi, potendoci cosi fermare in diversi punti ad ammirare il panorama che è molto suggestivo. Una volta arrivati in cima, assicuro che la vista del teatro compensa la fatica fatta.

san vito lo capo cosa vedere con i bambini san vito lo capo cosa vedere con i bambini

san vito lo capo cosa vedere con i bambini san vito lo capo cosa vedere con i bambini

Terminata la visita di Segesta ci siamo diretti verso un altro gioiello della Sicilia occidentale: Erice, splendido borgo medievale sulla cima di monte San Giuliano. Ci si può arrivare o in macchina o con la funivia: nei periodi di altissima stagione (come agosto) potrebbero esserci problemi di parcheggio in cima mentre a settembre abbiamo trovato un parcheggio dopo qualche giro in zona.  Qui parola d’ordine è perdersi tra le stradine,  le botteghe artigiane, le chiese, fermarsi a gustare i dolci della famosa pasticceria di Maria Grammatico, visitare le rovine del Castello di Venere dove si può ammirare un panorama mozzafiato verso le isole Egadi, le Saline, lo Stagnone e i campi coltivati della provincia di Trapani.

san vito lo capo cosa vedere con i bambini san vito lo capo cosa vedere con i bambini

san vito lo capo cosa vedere con i bambini san vito lo capo cosa vedere con i bambini

Scesi da Erice abbiamo concluso la giornata in bellezza andando a vedere le saline di Trapani, vere e proprie montagne di sale. Le saline sono attive per cui è interessante vedere anche come il sale viene estratto e raccolto.

san vito lo capo cosa vedere con i bambini san vito lo capo cosa vedere con i bambini

san vito lo capo cosa vedere con i bambini san vito lo capo cosa vedere con i bambini

Da San Vito Lo Capo è possibile raggiungere la bellissima Riserva dello Zingaro. Ci sono due modi per accedervi: o via terra da uno dei due ingressi oppure via mare. Noi abbiamo scelto la seconda possibilità: escursione di mezza giornata in catamarano; ci sono diverse compagnie che effettuano queste escursioni in barca, noi abbiamo scelto la compagnia Buena Vida che aveva una convezione con il residence Tre Stelle e ci siamo trovati bene.

A bordo di un catamarano siamo partiti dal porto turistico di San Vito lo Capo alla scoperta di posti meravigliosi: abbiamo potuto ammirare la Tonnara di San Vito lo Capo e il lago di Venere. Una volta raggiunta la Riserva dello Zingaro ci siamo fermati  a fare snorkeling (circa mezz’ora di tempo) in una delle calette dalle acque blu intenso circondati da tantissimi pesci: per chi non ha l’attrezzatura necessaria, sul catamarano sono disponibili pinne e maschere. Poi con il catamarano siamo arrivati a Scopello dove abbiamo fatto un’altra sosta e un’altra nuotata: qui è splendido, una delle spiagge più belle e suggestive sia in superficie dove si ergono maestosi i faraglioni sia sott’acqua dove si nuota letteralmente in un acquario con pesci variopinti. Questa è stata l’esperienza che è rimasta più impressa nel cuore dei nostri bambini.

san vito lo capo cosa vedere con i bambini san vito lo capo cosa vedere con i bambini

san vito lo capo cosa vedere con i bambini san vito lo capo cosa vedere con i bambini

 

Partendo da San Vito si possono raggiungere anche le città di Trapani e di Palermo. Da Trapani ci si può imbarcare per un’escursione in giornata alle Isole Egadi. Purtroppo abbiamo dovuto rinunciare per il mare mosso in quella zona. Ma ci siamo ripromessi di tornarci perché ci è stato detto che Levanzo ma soprattutto Favignana sono angoli di Paradiso! Vi potrebbero proporre anche escursioni in barca per le Egadi partendo direttamente da San Vito Lo Capo, ma queste escursioni ci sono state sconsigliate in quanto il tratto di mare da percorrere è davvero lungo e attraversa svariate correnti che potrebbero rendere la “crociera” un po’ movimentata. Meglio quindi se possibile prendere la macchina e recarsi a Trapani imbarcandosi da lì.

SAN VITO LO CAPO: IL MARE

Capitolo mare. Ecco, direi che qui San Vito Lo Capo non ha nulla da invidiare alle località caraibiche: sia quando è mosso, sia quando è piatto il mare ha dei colori dalle tonalità incredibili. Il fondale è basso e adatto ai bambini, la spiaggia è di sabbia bianca finissima. Però…. si purtroppo c’è un però: la spiaggia principale è davvero molto caotica e purtroppo non ha niente a che vedere con le rilassanti spiagge caraibiche. Gli addetti al noleggio degli ombrelloni piazzano gli ombrelloni in ogni posto e in maniera anche disordinata. Spesso ci siamo trovati circondati da altre persone senza un minimo di spazio vitale. Solo alla mattina presto siamo riusciti a stare in spiaggia in modo decente. E ricordo che stiamo parlando di settembre… non immagino ad agosto!

san vito lo capo cosa vedere con i bambini san vito lo capo cosa vedere con i bambini

san vito lo capo cosa vedere con i bambini

 

Per chi come noi ama la tranquillità la cosa migliore è spostarsi lungo il tratto di costa compreso tra le frazioni di Macari e Castelluzzo, appena prima dell’ingresso di San Vito Lo Capo. Questo tratto di costa, circa due chilometri e mezzo di lunghezza, è chiamato “Baia Santa Margherita” e da giugno a settembre viene chiuso al traffico; per raggiungere le diverse calette si deve lasciare la macchina nei parcheggi di Macari o di Castelluzzo e si può prendere il trenino gratuito (Ercolino), divertente oltretutto per chi come noi ha i bambini. Il trenino fa in continuazione il giro collegando entrambi i parcheggi alle varie baie della zona. La più bella caletta per noi è Calazza: mare fantastico e isolata al punto giusto.

san vito lo capo cosa vedere con i bambini

san vito lo capo cosa vedere con i bambini

 

 

Sottostante al punto Belvedere si trova invece la Cala Bue Marino, eletta la più bella spiaggia 2015  dal contest di Legambiente  per eleggere il lido più bello dell’estate. Questa è una splendida caletta ciottolosa con un mare splendido e pulitissimo.

san vito lo capo cosa vedere con i bambini

 

In queste calette vi sentirete davvero in Paradiso e vi renderete conto che non servono ore e ore di aereo per trovare un posto da favola.

Print Friendly, PDF & Email
By | 2017-04-26T08:00:11+00:00 ottobre 11th, 2016|destinazioni italia, Mare, Sicilia|6 Comments

About the Author:

daichepartiamo

Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Amiamo la natura, il mare e vorremmo tanto tornare in Australia! Ce la faremo?

6 Comments

  1. Dindalon marzo 25, 2017 at 4:03 pm - Reply

    Noi ci siamo stati due volte, ma ci toccherà tornare perché abbiamo saltato la Riserva dello zingaro 😉 mio marito si sogna ancora il cannolo di Maria Grammatico, comunque!

    • daichepartiamo
      daichepartiamo marzo 25, 2017 at 4:39 pm - Reply

      Ah si la Riserva dello Zingaro merita proprio!
      Se invece andrete da Maria Grammatico mi sa che non riuscirete ad uscire con solo il cannolo 🙂

  2. Ingegnererrante maggio 8, 2017 at 9:27 am - Reply

    Sarò a San Vito Lo Capo fra esattamente 48 ore, dopo aver letto il tuo articolo,sono ancora più motivata a partire!

    • daichepartiamo
      daichepartiamo maggio 8, 2017 at 9:42 am - Reply

      Wow quanto ti invidiamo!!! San Vito fuori stagione è il top!!!

  3. Federica maggio 25, 2017 at 2:10 pm - Reply

    Partiamo tra 15 giorni e proprio dal Sig. Gennaro al Residence 3 stelle. Faremo il tuo stesso giro, Favignana compresa e riserva dello zingaro con Buena Vida. Mi fa molto piacere aver scelto bene!

    • daichepartiamo
      daichepartiamo maggio 25, 2017 at 2:14 pm - Reply

      Wow hai scelto benissimo! Noi ripartiremmo subito! Salutaci il signor Gennaro!

Leave A Comment