Dinkelsbühl è un borgo medievale della Baviera perfettamente conservato, posto lungo la Romantische Strasse e famoso per le mura fortificate, le numerose torri e le case colorate a graticcio. In questo post vogliamo raccontarvi cosa vedere a Dinkelsbühl in una giornata, un itinerario a piedi per il centro storico con i bambini.

La Romantische Strasse è uno degli itinerari turistici più famosi della Germania, circa 400 km di percorso che attraversa borghi ricchi di storia e cultura e si snoda tra colline, zone più pianeggianti fino ad aree poste ai piedi delle Alpi. Il piccolo borgo di Dinkelsbühl si trova nel tratto nord di questo itinerario, circa 40 km più a sud di Rothenburg ob der Tauber, nella vallata del fiume Wornitz.
Dinkelsbühl è stata la nostra prima tappa dell’itinerario tra i mercatini di Natale della Baviera, un meraviglioso viaggio che ci ha portato a scoprire la magia del Natale di questo borgo, quella di Rothenburg ob der Tauber e quella di Norimberga.
Oltre ai piccoli ma graziosi mercatini di Natale, abbiamo approfittato per visitare questa romantica cittadina medievale, quella meglio conservata della Baviera in quanto fortunatamente risparmiata dalla seconda guerra mondiale.
Un piccolo e grazioso gioiello che ci ha conquistati non appena ci siamo arrivati.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Il centro storico e le sue tipiche casette

Cosa vedere a Dinkelsbühl: itinerario a piedi all’interno delle mura medievali

Mentre le città di Rothenburg e Norimberga ci erano già note, il piccolo borgo di Dinkelsbühl è stato per noi una sorpresa. Abbiamo deciso di inserirlo nel nostro itinerario grazie al consiglio della nostra amica Claudia del blog Voce del Verbo Partire. Ed è stato un consiglio prezioso, visto quanto poi ci è piaciuto: un tipico borgo medievale tedesco, con tante casette colorate a graticcio e tetto rosso, circondate da una cinta muraria perfettamente conservata e famosa per le sue 16 torri.
Il centro storico è piccolo, visitabile tranquillamente a piedi in una giornata ma se avete più tempo a disposizione questo borgo saprà coinvolgervi dal primo all’ultimo minuto.
Noi abbiamo recuperato una piantina presso l’Ufficio Informazioni della città, in Haltrathausplatz, però poi ci siamo lasciati trasportare dall’istinto, giocando ad una sorta di “caccia alle torri” con i bambini, perdendoci nei vicoli lastricati e curati. Un modo divertente per girovagare per il centro storico, scoprendo i suoi angoli più suggestivi.

Cosa vedere a Dinkelsbühl: qualche cenno di storia

Il primo insediamento di Dinkelsbühl, da parte della corte di un re francone, risale al 730.
Il borgo venne poi fortificato intorno al X secolo, con la realizzazione delle mura e del fossato, e passò alla storia come borgo dell’imperatore Barbarossa.
Nel 1274 Dinkelsbühl divenne città imperiale ed ottenne via via importanti privilegi. Nel 1320 questa cittadina ottenne il privilegio di produrre stoffe, attività che, insieme all’artigianato del ferro battuto, le regalò un periodo molto florido e forza economica. Dinkelsbühl ebbe invece un periodo difficile in seguito della guerra dei Trent’anni (1618-1468) e nel 1632 fu conquistata dagli Svedesi che fortunatamente non la saccheggiarono né la distrussero.
Questo borgo fu annesso alla Baviera nel 1806 e nel 1926 re Ludovico I di Baviera emanò un decreto per vietare la demolizione delle mura e delle torri, contribuendo in questo modo alla conservazione del centro storico intatto.
La bellezza di Dinkelsbühl la rese soggetto prediletto dai pittori romantici di Berlino e di Monaco di Baviera dal 1889 fino al periodo della Seconda Guerra Mondiale, guerra che fortunatamente risparmiò ancora questo bellissimo villaggio, trasformandola oggi in una delle più importanti testimonianze storiche e architettoniche della Baviera, giunta praticamente intatta fino ai giorni nostri.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Il centro storico

Cosa vedere a Dinkelsbühl: le 10 cose da non perdere

Il modo migliore per visitare Dinkelsbühl è a piedi. Il centro storico è chiuso al pomeriggio della domenica e dei giorni festivi da Pasqua ad ottobre. Sono disponibili diversi parcheggi, alcuni gratuiti ed altri a pagamento.
Noi abbiamo parcheggiato nel parcheggio gratuito in Larrieder Str. e di qui in 5 minuti siamo entrati nel centro storico da una delle sue bellissime torri, la Rothenburger Tor.
Questo accesso alla città permette di avere una meravigliosa visuale sul Rothenburger Weiher, una caratteristico “stagno” sul quale si affacciano pittoresche casette colorate.
Fatta eccezione per il Rothenburger Weiher, le cose da non perdere a Dinkelsbühl sono tutte contenute nelle sue mura.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Rothenburger Weiher

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Rothenburger Weiher

1 – La Chiesa di San Giorgio

La Chiesa di San Giorgio, nella piazza principale della città Marktplatz, è una delle più belle chiese tardogotiche della Germania meridionale, costruita su progetto di Nikolaus Eseler dal 1448 al 1499. La Chiesa di San Giorgio è la cattedrale della città e, mentre fuori sembra un po’ fredda, all’interno è decisamente spettacolare. Caratteristici di questa Chiesa sono il bel portale romanico e la volta con nervatura a croce sorretta da 11 paia di pilastri.
All’interno della chiesa si possono ammirare altari di grande pregio e, sotto la cantoria dell’organo, una Pietà del XIV secolo. Il fonte battesimale, il pulpito e il tabernacolo sono opere a scalpello artistiche artigianali risalenti al periodo della costruzione.
Nel periodo da maggio a settembre, quando c’è bel tempo, il venerdì, il sabato, la domenica e nei giorni festivi è possibile salire sulla torre della chiesa, in modo da godere uno splendido panorama sulla città.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Chiesa di San Giorgio

2 – Le mura e le torri di Dinkelsbühl

Le mura di Dinkelsbühl sono conservate benissimo, quasi perfettamente arrivate ai giorni nostri. Lungo le mura si trovano ben 16 torri, alcune a pianta quadrata e altre circolari: una struttura difensiva così perfetta che ha protetto Dinkelsbühl da diverse invasioni.
Nei pressi della Nordlinger Tor è possibile salire con una scalinata su una sezione delle mura e di qui godere un bel panorama sulle vie intorno.
Consigliamo di percorrere la via Oberer Mauerweg per poter accostare numerose e bellissime torri. Una delle torri più caratteristiche è la Bäuerlinsturm, la torre emblema della città, con il suo piano con travature a traliccio e il tetto a padiglione del XVI secolo.
Un’altra torre famosa è la Falturm (Torre dei debiti), con la vicina casa del custode, punto di difesa della città da nord-ovest.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Le mura e le torri lungo Oberer Mauerweg

3 – Le porte della città

Le porte che consentono l’ingresso al borgo di Dinkelsbühl sono 4.
La porta Wörnitzer Tor è la più antica della città. Questa porta, ingrandita nel XVI secolo, presenta un frontone in stile rinascimentale con campanile del XVI secolo.
La Porta Rothenburger Tor è una porta risalente al 1390, con frontone a gradinate decorato con orlature murarie sul lato versa la città. Le caditoie di pece e il barbacane del XVI secolo testimoniano la forza militare di Dinkelsbühl. Qui ha sede la mostra permanente sulla persecuzione alle streghe e qui, come già accennato, si trova lo stagno di Rothenburg.
La Segringer Tor è l’unica torre che è stata prima danneggiata e poi ricostruita in stile barocco nel 1655. Le mura attigue garantirono la difesa della città grazie alle loro numerose torri di difesa.
L’ultima porta è la Nördlinger Tor, risalente al 1400, nei pressi di questa porta ha sede il Museo della Terza Dimensione dove sono conservati gli strumenti utilizzati dall’uomo fin fa Medioevo per riprodurre la profondità degli spazi: olografie, illusioni ottiche, proiezioni tridimensionali, …. Vicino a questa torre si trova l’antico mulino della città.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Nördlinger Tor

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Wörnitzer Tor

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Rothenburger Tor

4 – Casa della storia di Dinkelsbühl di guerra e pace

La Casa della Storia si trova in Haltrathausplatz, vicina alla Wörnitzer Tor, ospitata nel vecchio municipio della città. Si tratta di un museo che ripercorre 800 anni di storia di Dinkelsbühl città imperiale.
L’edificio che la ospita risale al 1361 e fu sede del Municipio fino al 1855.

5 – Il Castello dell’Ordine Germanico

Questo castello si trovava originariamente vicino all’Ospedale ma nel 1390 fu trasferito nella posizione attuale in seguito all’ampliamento della città, ricostruito in stile barocco.
Particolare da vedere è la cappella in stile rococò con stucchi artistici.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Il Castello dell’Ordine Germanico

6 – Mercato del Vino “Weinmarkt”

Uno degli angoli più pittoreschi e fotografati di Dinkelsbühl è la piazza del vino, che conserva carattere medievale: diverse case colorate con tetto a capanna del 1600 abbelliscono la zona ovest del mercato del vino.
Una di esse, con una caratteristica guglia, è la ex locanda dei consiglieri comunali, un tempo casa della pesa e alloggio per personaggi illustri come Carlo V o Gustavo Adolfo di Svezia.
Un’altra, l’attuale locanda Zur Glocke, è una casa patrizia con un frontone a gradinate.
La “Casa tedesca” (Deutsches Haus) è la casa con la facciata riccamente decorata in stile tardo Rinascimentale, oggi sede di un albergo. Bacco, il dio del vino, siede sul trono sotto il piccolo tetto a padiglione.
Infine la “Schranne“, costruzione che un tempo era usata per granaio e per scambi commerciali, ha un bel timpano decorato con un obelisco.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Weinmarkt

7 – Convento dei Carmelitani / Chiesa di San Paolo

La chiesa di S. Paolo è la chiesa protestante della città e si trova vicino alla cattedrale. Tale chiesa fu costruita nel 1840-1843, dopo la demolizione della chiesa monastica dei Carmelitani. In origine si suppone che qui ci fosse il cortile di un devoto cittadino di Dinkelsbühl, il leggendario fondatore della città. Nel 1290 i carmelitani di Würzburg vi fondarono il loro convento fino al 1809, quando venne acquistato dalla comunità protestante. Oggi questa è la sede della scuola professionale di musica del distretto della Franconia centrale.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Chiesa S. Paolo

8 – Complesso dell’Ospedale

Un altro luogo cardine di Dinkelsbühl è il complesso dell’Ospedale, fondato nel 1280 come Ospedale dello Spirito Santo. Nel 1380 fu costruita la chiesa dell’ospedale, ampliata poi nel 1500 e restaurata in stile barocco nel XVIII secolo.
L’edificio con il timpano a graticcio decorato era una volta l’orfanotrofio.
Nel cortile si trova un mangano a freddo in legno dell’ex Schadfarb, una vecchia ruota da mulino.
A Natale questo cortile si riempie di casette di legno per accogliere il famoso mercatino di Natale di Dinkelsbühl.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Il complesso dell’Ospedale durante il mercatino di Natale

9- Armeria della Kinderzeche di Dinkelsbühl

Si tratta di una massiccia e imponente costruzione a graticcio, costruita all’inizio del XVI secolo come granaio municipale. Dopo essere stato ristrutturato nel 2007, l’edificio è ora usato per contenere armi, costumi, scarpe e accessori della Kinderzeche, la festa dei bambini.

La Kinderzeche è una festa che si celebra ogni anno la terza settimana di luglio, 10 giorni dedicati ai bambini di Dinkelsbühl che, durante la Guerra dei Trent’Anni, convinsero gli invasori svedesi a risparmiare la città. Durante questa festa viene fatta una sfilata storica oltre a diverse rievocazioni, musica e tanto divertimento.

10 – Cappella dei Re Magi e Ostello della Gioventù

Nei pressi della Segringer Tor si trovano due edifici di importanza storica. Il primo è la Cappella dei Re Magi, una piccola cappella ad un piano con finestra ad arco acuto documentata per la prima volta nel 1378. Oggi all’interno si trova un memoriale con una lavagna per le vittime del regime nazista.

L’altro edificio da vedere è l’attuale Ostello della Gioventù, un possente edificio a graticcio del 1508, che un tempo era usato come granaio. L’edificio è stato completamente rinnovato nel 2016, per poter accogliere l’Ostello.

Cosa vedere a Dinkelsbühl: il mercatino di Natale di Dinkelsbühl

Il periodo in cui Dinkelsbühl sprigiona più la sua magia è quello del Natale, quando il cortile del Complesso dell’Ospedale si riempie di luci, di profumi e di aromi speziati e di casette di legno che vendono prodotti tipici, articoli da regalo e decorazioni natalizie.
Il mercatino è davvero piccino, ma è molto romantico e caratteristico. Meno conosciuto del vicino mercatino di Rothenburg e quindi meno affollato. A noi è piaciuto tantissimo!

Nella Chiesa di S. Giorgio a Natale viene allestito un grandissimo presepe di circa 60 mq, da non perdere!

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Il Mercatino di Natale

Cosa vedere a Dinkelsbühl: visite della città

L’Ufficio del turismo della città organizza numerose visite guidate per gruppi per il centro città o per i diversi punti di interesse.
Vengono poi organizzati giri turistici in carrozza.
Se cercate qualcosa di particolare, da novembre ad aprile il venerdì e il sabato sera alle 21.00 vengono organizzate delle visite notturne: la guida è il guardiano notturno, in costume d’epoca, che inizia la sua ronda dal piazzale della chiesa e accompagna i turisti in una originale visita della città.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Nordlinger Strasse

Cosa vedere a Dinkelsbühl: le nostre considerazioni

Tra i bellissimi borghi della Romantische Strasse, Dinkelsbühl è una meta da non perdere: la fortuna di essersi conservato nel tempo ed essere arrivato intatto fino al giorno d’oggi lo rende un museo a cielo aperto, una delle più grandi testimonianze del periodo medievale in Baviera.
Un borgo piccolo che merita una giornata intera per essere scoperto come si deve. Noi non abbiamo dormito qui (abbiamo pernottato nella vicina Rothenburg) ma nel caso pernottiate in questo borgo, non perdetevi una visita di notte, quando il centro storico si illumina di magia.
Le pittoresche case colorate con i rossi tetti a punta, le sue strade lastricate che si intrecciano, le sue 16 torri e le mura perfettamente conservate sapranno regalare una meravigliosa immersione in una romantica fiaba medievale.

Cosa vedere a Dinkelsbühl

Il centro storico di Dinkelsbühl

Print Friendly, PDF & Email