L’entroterra e le spiagge nella zona nord di Fuerteventura con i bambini

FUERTEVENTURA – IL NORD

Il nord dell’isola di Fuerteventura regala panorami ed angoli di bellezza vera e struggente, l’oceano Atlantico ne è il costante protagonista, le maree regolano l’andamento del tempo e il vento sferza senza pietà.
Piccoletta ha quattro anni e mezzo al momento di questo soggiorno.
Ci siamo restati per una settimana fra la fine del mese di Agosto e l’inizio del mese di Settembre, subito dopo aver trascorso una settimana nella penisola di Jandia. Abbiamo preferito fare così, a costo di un piccolo “trasloco”, perché, per noi, i lunghi spostamenti in automobile sono più antipatici di un cambio di hotel ?, ma ovviamente si tratta di una preferenza del tutto soggettiva.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Cotillo beach

FUERTEVENTURA – LE SPIAGGE DEL NORD

EL COTILLO LOS LAGOS

Appena fuori dall’urbanizzazione di El Cotillo, in direzione del faro di el Toston, si trova questa placida cala, la prima delle “lagune” fra il paese e il faro.
Si tratta di una bellissima baia riparata, con sabbia bianca e finissima e ai fianchi roccette scure che fanno da cornice.
Il mare è calmo, coloratissimo e ovviamente si tratta di un posto assai adatto ai bambini.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Cotillo Los Lagos

La baia è piuttosto piccola, almeno se paragonata alle altre località dell’isola, è un posto tranquillissimo, anche se va detto che verso metà giornata i turisti sono piuttosto numerosi.
Noi abbiamo scelto di andarci solamente qualche ora e sempre di mattina, proprio perché dopo diventava un po’ troppo affollata per i nostri gusti. Ci siamo stati più volte perché il posto ci è piaciuto particolarmente ed era comodo arrivarci a piedi dall’hotel.
Si parcheggia a fianco della carreggiata.
La spiaggia non è attrezzata, ma ci sono vari servizi nelle immediate vicinanze, come un market, alcuni negozi e bar. Segnalo un locale in particolare, vicino alla scuola di surf, Ocean Deli, perché i loro estratti di frutta sono favolosi!

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Cotillo Los Lagos

EL COTILLO LA CONCHA

Altra “laguna”, questa spiaggia si trova fuori dall’urbanizzazione di El Cotillo, in direzione del faro. La baia è più ampia, sempre di sabbia bianca e fine. Il mare anche in questo caso è davvero colorato e bellissimo.
Questa località però è particolarmente nota e quindi è molto frequentata a tutte le ore della giornata. Per questa ragione non ci siamo mai fermati.
Nei pressi di questa spiaggia si trova un ristorante parecchio interessante, Azzurro. Lo segnalo perché il contesto, a mio giudizio, è molto bello, il locale è davvero grazioso e la cucina è ottima, a metà fra quella isolana e quella italiana.
La spiaggia è attrezzata, ci sono anche un bel chiringuito ed un parcheggio apposito.

EL COTILLO FARO EL TOSTON

Altra bella “laguna”, questa però con vista faro! La deviazione per arrivarci è sulla destra, è sterrata, breve e si trova poco prima di arrivare al faro di Toston.
Anche qui la sabbia è bianca e finissima, il posto è davvero molto suggestivo e con la bassa marea si formano le caratteristiche lingue di sabbia.
Ci siamo tornati un paio di volte perché davvero l’atmosfera rilassata di questa bella località ci è piaciuta in modo particolare.
La spiaggia ovviamente non è attrezzata. Si parcheggia lungo la strada sterrata.
Una puntata al faro poi vale proprio la pena farla. Noi non lo abbiamo visitato, ma anche solo il panorama del mare furibondo che si infrange contro la scogliera merita la sosta. C’è una zona libera attrezzata con tavoli e panche in ottime condizioni.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

EL COTILLO LAGUNE

Per la verità, la zona delle “lagune” è tutta quella compresa fra El Cotillo ed il faro. Si tratta di cale o anche solo di “piscine” che con l’alta marea si riempiono d’acqua e a tratti diventano anche balneabili.
Come dicevo ce ne sono diverse e le più piccole non hanno nemmeno un nome. Semplicemente si parcheggia la macchina e…si cerca un buon posto.
Capita di fare scoperte anonime sì, ma davvero sorprendenti!
Abbiamo trovato angoli di mare bellissimi. Si tratta perlopiù di spiaggette tranquille e poco note in cui a volte eravamo quasi da soli o dove i bimbi fanno amicizia con uno sguardo e si capiscono parlando tutte insieme le lingue d’Europa. A noi questa zona è piaciuta davvero tanto.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

EL COTILLO BEACH (e dintorni!)

Il colpo d’occhio più suggestivo, a mio avviso, è quello che si ha dal bel “Castillo”, appena fuori dal paese.
Il Castillo del Toston è visitabile a pagamento, diversamente si può entrare nella prima sala e farsi comunque un’idea di questa fortificazione. Vale davvero la pena fare una sosta.

E poi il panorama è di quelli che si fanno ricordare. Le infinite spiagge di questa zona si mostrano quasi per intero.

La prima, Cotillo Beach, è quella ovviamente più nota, è una meta abituale per surfisti e scuole di surf.
L’oceano è quello consueto, quello arrabbiato della costa occidentale che ci ha ormai catturati.

zona nord di fuerteventura con i bambini

Cotillo beach

Proseguendo sulla strada sterrata (o arrivando da El Roque, sempre attraverso una sterrata) ci si può spingere fino alla PIEDRA PLAYA.
Meno frequentata, ma egualmente bellissima e, forse proprio per questo, ancora di più.
Da qui ci si può spingere in direzione sud fino in fondo alla baia, dove abbiamo trovato giusto un paio di famiglie genuinamente “naturiste”, accampate in solide tende, arrampicate sul costone di roccia.
Credo che questa località si chiami Playa Aljibe de la Cueva, ma non ne sono certa perché i nomi delle baie meno frequentate a volte si confondo fra loro.
Francamente questo posto ci ha lasciati quasi sbalorditi, forse perché non ce lo aspettavamo.
Eravamo davvero da soli, ad eccezione naturalmente degli unici abitanti di cui sopra, nel bel mezzo di un paesaggio immenso, con l’oceano a ruggire nella testa. Wow!
E la baia è praticamente infinita, o almeno così mi è parso durante la nostra passeggiata. Si perde un po’ la cognizione del tempo da soli in tutto quello spazio!
E’ stata un’esperienza di quelle da ricordare.
Dalla deviazione di El Roque (minuscolo pueblo prima di Cotillo), sulla strada per Piedra Playa, si può vedere anche un vecchio mulino molto ben conservato (non era visitabile).

zona nord di fuerteventura con i bambini

Cotillo beach

CORRALEJO – LE DUNE

Lo spettacolo che offrono le dune di Corralejo è, a ragione, notissimo.
Il panorama è di quelli imperdibili e qui il mare ha colori davvero unici.
Vale la pena fermarsi almeno una volta, dare le spalle al mare e godersi la meraviglia delle dune bianchissime, su cui ci si può arrampicare e da cui rotolarsi.
Sono adatte per i bambini, sono assolutamente family friendly e accolgono volentieri anche le pazzie degli adulti!

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Le dune di Corralejo

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Le dune di Corralejo

FLAG BEACH

Celeberrima spiaggia alla sinistra dei Riu. Attrezzatissima, con un sacco di kite e con vista spettacolare sull’isolotto di Lobos.
Il posto è davvero bello, ma anche altrettanto affollato (almeno per i canoni a cui ci ha abituato Fuerteventura!). Per questa ragione non ci siamo mai fermati.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Flag Beach

EL BURRO, PLAYA DEL MORO, PLAYA ALZADA

Dal mio punto di vista, le dune o le “grandes plages” danno il meglio di sé qualche chilometro dopo i Riu, dove si trovano diverse spiagge. Alcune sono attrezzate, altre no. Si parcheggia sempre a lato della carreggiata.
A noi sono piaciute molto la spiaggia di El Burro, la playa del Moro e, soprattutto, la playa Alzada, che abbiamo trovato anche leggermente (ma proprio leggermente eh!) riparata e con un mare particolarmente colorato e da fa vo la.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Spiagge delle dune

ISLOTE DE LOBOS – LA CONCHA

Isolotto disabitato ad un quarto d’ora di gommone da Corralejo (24 € per due adulti ed una bambina). I gommoni sono puliti ed in ottime condizioni.
Noi ci siamo stati per sbaglio con il gommone. Dico per sbaglio perché con la testa dispersa fra le nuvole ed il vento, ho acquistato i biglietti al primo banchetto del porto presso cui sono capitata. Non è stata colpa della gentilissima ragazza al desk, capiamoci, sono stata io ad essere irrimediabilmente distratta!
Ebbene. In gommone le onde dell’oceano si sentono e si vedono molto da vicino. Molto. Vicino. E sono alte.
Ecco. Dico solo che ho fatto buona parte del tragitto di ritorno ad occhi chiusi.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Verso Los lobos

Piccoletta si è presa giuoco di sua madre per due giorni, ma io sono stata parecchio, parecchio felice di rimettere piede sulla terra ferma.
Devo però aggiungere che, probabilmente, la mia fifa incontrollata era solo mia, perché c’erano diversi bambini in viaggio con noi e l’unica a non divertirsi un mondo ero proprio io.
Ma sono convinta che i giovani d’oggi abbiano gusti assai discutibili in fatto di divertimenti. Si sappia!
Dal mio punto di vista Lobos merita senza dubbio una visita, soprattutto per la possibilità di fare una lunga passeggiata tutt’attorno all’isolotto. Secondo me, a passo da turista, con bimbi al seguito, occorre calcolare un tempo di circa un paio d’ore per fare il giro completo.
Si può ovviamente salire anche sul vulcano. Noi abbiamo scelto di non fare questa deviazione, perché dopo la lunga passeggiata abbiamo preferito andare a giocare in spiaggia.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Los Lobos

L’isolotto è particolarmente interessante dal punto di vista ambientale e naturalistico. Non è desertico, ma ha una rigogliosa vegetazione bassa, fitta e colorata, che gli regala un aspetto assolutamente inusuale, almeno ai nostri occhi. E poi pare quasi di toccare Lanzarote!

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Los Lobos

E’ necessario indossare almeno le scarpe da ginnastica. Il sentiero è sempre visibile e segnalato benissimo.
Piccoletta, in generale, gradisce particolarmente le passeggiate sui sentieri, quindi questa per noi è stata una gita imperdibile.
La spiaggia principale sull’isola si chiama La Concha e la deviazione, provenendo dal Puertito, si trova a sinistra dopo pochi minuti di passeggiata in piano.
La spiaggia è rinchiusa in una bella cala, con basse dune alle spalle. E’ divisa in due da roccette facilmente aggirabili. L’acqua è parecchio fresca, ma non ci sono onde ed è adattissima ai giochi dei bambini.
Volendo ci si po’ andare solo per la spiaggia. Devo però aggiungere che, senza spendere il prezzo del biglietto, sulla costa ci sono spiagge anche più belle.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Los Lobos

FUERTEVENTURA – I PAESI E L’ENTROTERRA

VILLAVERDE

Piccola zona residenziale, con casette eleganti sparpagliate per la campagna ed un bel panorama.
Ci siamo stati per cercare la Cueva del Lliano, una grotta sotterranea un tempo visitabile, che purtroppo però abbiamo trovata chiusa. Una vera disdetta.

MAJANICHO

Minuscolo pueblo sulla costa, a metà strada fra Correlejo e Cotillo, dalla deviazione di Lajares si arriva in pochi chilometri di bella strada asfaltata.
Si tratta di una manciata di casette basse e colorate proprio a ridosso della rena. Con la bassa marea le vecchie barchette dei pescatori restano arenate sulla sabbia mista a rocce.
Direi che conserva un bel po’ delle vecchie atmosfere di tanti anni fa. Vale la pena farci una visita, perché il posto è davvero particolare.
La baia è balneabile, ma non ci è piaciuta al punto di fermarci e abbiamo decisamente preferito le altre bellissime località del nord di Fuerteventura.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Majanicho

LA OLIVA

Piccola cittadina dell’entroterra majorero.
Ci siamo stati per visitare la bella chiesa di Nostra Signora de la Candelaria, che ho trovato particolarmente spirituale, chi lo sa perché.
Ci sono anche un museo d’arte canaria e la bella Casa de los Coroneles, che noi però abbiamo visto solamente da fuori.

EL COTILLO

Graziosissimo paesino sulla costa nord occidentale, in origine solo villaggio di pescatori, ora vocato anche al turismo, ma abitato soprattutto da gente del posto.
L’offerta alberghiera è piuttosto limitata, non ci sono club, ma per lo più appartamenti in locazione e piccoli hotel.
La parte più caratteristica è senz’altro quella attorno al vecchio porto, con le casine bianche, i ristoranti sul mare, le barche seminate per il paese e i murales.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Nei pressi della piccola spiaggia del paese si trova anche il bel playground.
Il mercatino artigianale si tiene il venerdì sera, quando il paese diventa più vivace del solito. Vale la pena farci un giro per la bella atmosfera. Le bancarelle espongono merce più che discreta, anche se i prezzi sono abbastanza alti.
Il nostro ristorantino preferito è stato il Cafe Central, davanti alla piccola spiaggia, proprio accanto al monumento ai pescatori, prezzi ottimi, cortesia, semplicità e buona cucina.
Altro ristorante da citare è El roque de los pescadores, vista impareggiabile sul Castillo del Toston e sulle lunghe spiagge in direzione sud. La paella qui è maestosa, un po’ più caro, ma abbordabilissimo.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

El Cotillo

LAJARES

Piccolo pueblo grazioso e movimentato. Quattro case e una via, ma ci sono locali e negozi molto, molto carini. Nei locali abbiamo visto gente fino a sera tardi. Ci si passa necessariamente per andare da Corralejo a Cotillo e viceversa.
Il mercato artigianale si tiene il sabato mattina ed è una vera chicca. Anche qui l’atmosfera è piacevolissima, la merce è più che discreta, ma i prezzi sono abbastanza alti.

CORRALEJO

La più vivace delle località che abbiamo visto.
Il nucleo più vecchio del paese, quello che circonda il porto, è sicuramente il più caratteristico. Ci sono millemila ristorantini sul lungomare, diversi locali e negozietti nelle belle viuzze. Ci siamo stati volentieri sia di giorno, sia di sera.

Sulla Av. Ntra Sra del Carmen sono sorti veri e propri centri commerciali. I negozi non si contano più, dalle profumerie, alle grandi catene di abbigliamento, addirittura un noto fast food. La sera poi è tutto un susseguirsi di luci, locali e gente a passeggio.

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Corralejo

GIOCHI GONFIABILI E TAPPETI ELASTICI!

Abbiamo scelto di non andare né allo zoo Oasis quando abbiamo soggiornato a Morro del Jable, né all’Acua Water Park a Corralejo, fra le altre ragioni, perché abbiamo preferito goderci il mare il più possibile. Ma si sa, la vita con i bambini insegna anche le giuoie di quella sopraffina arte chiamata compromesso!
E allora ben venga qualche tappa ai gonfiabili ed ai tappeti elastici (che sono i preferiti di Piccoletta).
Baku, a Coralejo, al costo forfettario di 5 €, ci si resta quanto si desidera, è proprio vicino all’Acua Water Park di Corralejo. Ci sono diversi bei gonfiabili e tappeti elastici. (Ocio, ci sono anche una giostra ed un minitrenino con un costo a parte!).
Abbiamo trovato i tappeti elastici a Corralejo. Quando ci siamo stati noi erano collocati in una traversa della Av. Ntra. Sra del Carmen, prima del centro vecchio. Costosetti, ma ben tenuti.

FUERTEVENTURA – COME SI MANGIA E DOVE SI DORME

In generale abbiamo mangiato benissimo, dall’eccellente pulpo alla plancha, alle insalate di pesce fresco, dalle patate canarie all’immancabile paella . I bar e ristoranti sono belli e puliti. I prezzi a nord dell’isola sono generalmente più bassi che a sud.
A Corralejo l’offerta alberghiera non manca di certo, anche se, come a sud, i club rischiano di essere parecchio, parecchio cari. Noi abbiamo scelto un discreto hotel 3* ad El Cotillo, una località decisamente più tranquilla di Corralejo.

HOTEL COTILLO BEACH

Discreto hotel 3*, frequentato da clientela internazionale, offre un buon servizio ad un prezzo conveniente. La cucina è discreta, la pulizia più che buona, le camere hanno i comfort essenziali (cassaforte e wifi sono a pagamento, non c’è il frigo), il personale è molto cortese. La zona piscina è davvero bella.
Era promessa la babydance serale, a cura del personale di animazione di un to italiano, ma in verità il servizio non veniva fornito, anche se i bambini non mancavano. Peccato. Piccoletta è piuttosto festaiola e ne è rimasta molto delusa. Abbiamo scelto spesso di fare un bel giro serale a Corralejo.

FUERTEVENTURA – MA IL VENTO E’ COSI’ FORTE?

Sì, a nord è meno prepotente rispetto al sud dell’isola, ma c’è e si fa sentire parecchio.
Ad El Cotillo, però, e precisamente nella zona dei “lagos”, fra il paese ed il faro Toston, si possono trovare vere e proprie cale e calette, con il mare piatto ed il vento in qualche modo mitigato.

FUERTEVENTURA – CI TORNEREMO?

Questa è stata la nostra seconda volta a Fuerte, la prima con Piccoletta. Ci siamo tornati e speriamo di ritornare ancora. Quindi direi sì, ci torneremo.
Ci sono tanti posti belli dove trascorrere le proprie vacanze. Fuerte ha spiagge stupende e paesaggi che restano nel cuore. Ma forse è quel vento che artiglia l’anima che fa davvero la differenza.
Ciò che di speciale ho portato con me la prima volta e che ho ritrovato a dieci anni di distanza, nonostante l’urbanizzazione esplosiva di Corralejo, nonostante Bershka e Burger King, nonostante tutto, è stato quel senso di libertà che, per fortuna, ancora non vuole farsi afferrare.

 

(Se siete curiosi di scoprire l’esperienza della nostra amica Sara S. e della sua famiglia al sud di Fuerteventura, questo è il post in cui ci racconta tutto!)

le spiagge nella zona nord di Fuerteventura

Dune Corralejo

Print Friendly, PDF & Email
By |2018-05-02T12:57:01+00:00ottobre 11, 2017|destinazioni europa, Mare, Mare in Europa, Spagna|0 Comments

About the Author:

Sara S.

Leave A Comment