I piani di Artavaggio in Valsassina con la neve

La Valsassina in Lombardia offre diverse località adatte a far divertire i bambini sulla neve: i piani di Artavaggio sono una località ideale per chi desidera passare una giornata divertente sulla neve con il bob o vuole iniziare a sciare.

La Lombardia questo inverno è stata molto ma molto povera di precipitazioni a quote moderate. Aspettavamo con ansia la neve ma per poterci divertire saremmo dovuti andare a quote elevate, il che avrebbe comportato almeno una notte fuori e i relativi costi per i trasferimenti. Abbiamo quindi atteso speranzosi e finalmente, dopo tanta attesa, a febbraio la neve è arrivata anche in Valsassina, ovvero nelle nostre vicine montagne fuori porta.
Io e mio marito non siamo sciatori, il grande invece ha già preso qualche lezione di sci mentre la piccolina ancora non ne ha voluto sentire parlare di sciare.
Per questa prima neve abbiamo quindi optato per qualcosa di soft adatto a tutti, all’insegna del divertimento: una bella “bobbata” per inaugurare la stagione, nella speranza che di qui fino alla fine dell’inverno ci vengano regalate altre occasioni per divertirci sulla neve.

Vediamo allora dove si può andare a divertirsi sulla neve in una zona della Valsassina comoda da raggiungere da Lecco, dalla Brianza o da Milano: i Piani di Artavaggio.

piani di artavaggio

I PIANI DI ARTAVAGGIO: COME CI SI ARRIVA

I Piani di Artavaggio si trovano all’inizio della Valsassina, nel comune di Moggio in provincia di Lecco ad una quota di circa 1650 m slm, in una zona tattica al centro di Valsassina, Valtaleggio e Valtorta.
Il relativo sito dove poter reperire informazioni pratiche è questo.
In caso di neve, per raggiungerli con i bambini è meglio optare per la funivia che parte da Moggio, a meno che vogliate cimentarvi con le ciaspole su sentieri di montagna (la strada però è lunghetta).
La funivia è aperta tutti i giorni tranne i martedì e parte ogni mezz’ora; in caso di notevole frequenza le corse sono più numerose.

L’indirizzo della Funivia di Moggio è Via Rancilio 29/A ed è ben segnalata con cartellonistica stradale.
I prezzi della funivia sono consultabili sul sito (noi abbiamo speso per funivia e tappeto 53 euro).

Chi avesse bisogno di utilizzare gli impianti di risalita per sci o bob (aperti al sabato e alla domenica) è possibile acquistare i relativi biglietti anche presso le casse della funivia.

piani di artavaggio

piani di artavaggio

piani di artavaggio

I PIANI DI ARTAVAGGIO: COSA OFFRONO

I Piani di Artavaggio sono una località ideale per chi vuole divertirsi con il bob, per chi è alle prime armi sugli sci o per chi vuole fare passeggiate con le ciaspole.
Per chi come noi ama il bob, c’è una zona dedicata (area bob e slittini) con un comodissimo tappeto per risalire in cima.piani di artavaggio
Per gli sciatori principianti c’è un’altra area a loro dedicata (Area sci principianti) con tappeti di risalita dedicati. Ci sono due istruttori da sci e si possono prenotare le lezioni. Le informazioni su come fare si possono trovare sul sito.

C’è un’ulteriore area dedicata allo sci di fondo e infine un’area per chi vuole usare le ciaspole.
Noi ad Artavaggio abbiamo solo “bobbato” e a nostro avviso è uno dei posti migliori dove farlo perchè c’è una pista dedicata e sicura oltre alla comodità del tappeto per la risalita.

Per chi non avesse l’attrezzatura subito dopo l’uscita dalla funivia si può noleggiare tutto il necessario (compresi i bob).

piani di artavaggio

I PIANI DI ARTAVAGGIO: DOVE MANGIARE O DORMIRE

Ci sono diversi posti dove poter mangiare o dormire ai Piani di Artavaggio.
Noi non abbiamo mai dormito in questa zona ma abbiamo mangiato spesso al Rifugio Sassi Castelli. Questo è il rifugio storico dei Piani di Artavaggio, raggiungibile comodamente dall’arrivo della funivia ed è aperto tutto l’anno e qui si può anche dormire.

piani di artavaggio
Vicino al Rifugio Sassi Castelli e quindi sempre comodo per chi arriva dalla funivia c’è il Rifugio Baita della Luna, dove i può sia mangiare che dormire.

piani di artavaggio

Un altro rifugio è il Cazzaniga Merlini, posto su uno sperone roccioso in posizione dominante e anche qui si può sia mangiare che dormire.

Infine ci sono il Rifugio Nicola e il Rifugio Casari.

piani di artavaggio     piani di artavaggio

I PIANI DI ARTAVAGGIO: CONSIGLI PER UNA PIACEVOLE GITA FUORIPORTA

Se come noi avete la Valsassina vicina e cercate una meta dove potervi divertire con la neve senza andare troppo lontani, allora i Piani di Artavaggio fanno al caso vostro. Un consiglio per non far diventare questa esperienza un incubo è quello di prestare attenzione alle giornate di maggiore affluenza, soprattutto le domeniche di bel tempo.
Questa località infatti è gettonatissima dagli amanti di bob, principianti sciatori e ciaspole; se quindi l’unica vostra possibilità è quella della domenica, in caso di bel tempo cercate di prendere presto la funivia o dovrete rassegnarvi a ore di coda (abbiamo fatto noi l’errore di arrivare verso le 10.30 una domenica e ci siamo fatti due ore di coda). Un’altra possibilità sarebbe quella di salire in funivia al sabato e pernottare in uno dei rifugi presenti.
Ovviamente se la gente che sale in funivia è tanta, pure le discese non saranno meno affollate: quindi meglio non aspettare l’ultimo minuto a scendere, a meno che vi piaccia stare ore in coda ad aspettare! L’ideale sarebbe salire presto e scendere massimo alle 15 del pomeriggio.
In settimana la situazione è decisamente più tranquilla.

Noi quest’anno ci siamo stati in una giornata nuvolosa e pure con qualche fiocco di neve… abbiamo trovato la funivia deserta e tutto lo spazio a nostra disposizione!

Detto questo se ancora non avete portato i vostri bambini a “bobbare” ai Piani di Artavaggio vi invito a pensarci. La stagione invernale è ancora lunga e speriamo che le occasione per tornare a divertirsi siano ancora tante!

piani di artavaggio

Altre idee per divertirsi sulla neve in Valsassina? Puoi leggere anche questi nostri post:

Print Friendly, PDF & Email
By |2018-05-02T14:02:32+00:00febbraio 10, 2017|destinazioni italia, Lombardia, Montagna, Montagna Italia|0 Comments

About the Author:

daichepartiamo
Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Amiamo la natura, il mare e vorremmo tanto tornare in Australia! Ce la faremo?

Leave A Comment