Visita al Museo Civico di Scienze Naturali di Bergamo

Il Museo di Scienze Naturali di Bergamo “Enrico Caffi” raccoglie collezioni mineralogiche, paleontologiche, zoologiche ed etnografiche uniche. Una collezione che può essere osservata e, in alcuni casi, anche toccata e sperimentata. In questo post vogliamo raccontarvi la nostra visita al Museo Civico di Scienze Naturali di Bergamo e quello che questo Museo offre ai bambini.

Il Museo di Scienze Naturali di Bergamo Enrico Caffi è stato fondato nel 1861 e nel 2018 festeggia i 100 anni dalla sua apertura al pubblico.

Il Museo custodisce raccolte riferite a tutte le discipline naturalistiche: più di un milione di reperti disposti in diverse sale e suddivisi in diverse sezioni, su un percorso che copre più di 1800 mq.

Gli esemplari presenti nel Museo sono solo in minima parte esposti al pubblico: il Museo conserva infatti la maggior parte delle sue collezioni negli archivi in modo da consentirne lo studio agli esperti e approfondire le conoscenze sull’ambiente e su specie viventi ed estinte.

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

Una sala del Museo

Visita al Museo Civico di Scienze Naturali di Bergamo: la visita in famiglia

La visita al Museo Civico di Scienze Naturali di Bergamo è molto interessante per le famiglie, grazie all’attenzione  posta nei confronti dei piccoli visitatori con un percorso che coinvolge tutti i loro sensi: nelle diverse sezioni del Museo sono infatti presenti delle aree a loro dedicate con giochi educativi, pannelli esplicativi, piccoli esperimenti da fare e aree in cui a loro sarà concesso addirittura toccare toccare. In questo modo i bambini (ma anche i non vedenti) possono esplorare il Museo attraverso i loro sensi.

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

Postazione didattica

Le collezioni del Museo Civico di Scienze Naturali di Bergamo

Il settore espositivo è posto al primo piano di Piazza Cittadella a Bergamo Alta e si articola in diverse sale.

Alla sommità dello scalone che porta al primo piano del Museo si viene accolti da un Mammut adulto e del suo cucciolo, simboli del Museo e apprezzatissimi dai bambini.

Il Museo è poi organizzato per sezioni e i reperti sono organizzati per filoni di raccolta principali: zoologia, Scienze della Terra e paleontologia. E’ infine presente un’intera sala dedicata alle culture extraeuropee.

1 Sezione zoologica

Nella sezione zoologica si possono osservare esemplari provenienti sia dalla fauna bergamasca sia da tutto il mondo, appartenenti a tutte e cinque le classi dei vertebrati: pesci, anfibi, rettili, uccelli, mammiferi.

Nessun animale esposto è stato ucciso per essere esposto.

I bambini sono molto capiti da questa sezione. Alcuni esemplari non li hanno mai visti dal “vivo” e quindi la loro attenzione viene catturata. Soprattutto i coccodrilli esposti lasciano a bocca aperta per le notevoli dimensioni!

La sezione degli uccelli è davvero molto ricca, come quella dei mammiferi. Per quanto riguarda questi ultimi, è presente una sezione dedicata a quelli marini: il pezzo forte della collezione è lo scheletro di un capodoglio, che dal soffitto simula un’immersione in mare, lungo circa 10 m.

Tra gli invertebrati la collezione vanta una vasta collezione di artropodi. Si possono vedere aracnidi, molluschi, insetti o crostacei.

Nelle sale per i bambini sono disponibili alcuni giochi educativi: uno di questi li aiuta a riconoscere gli animali toccando diversi tipi di pelliccia, un altro li invita a posizionare gli animali nelle diverse aree nel mondo, un altro gioco li fa invece divertire ascoltando suoni di diversi tipi di uccello.

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

La sala dei mammiferi

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

Gli uccelli

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

Il capodoglio

2 Sezione dedicata alle Scienze della Terra

Questa è stata la sezione preferita dai nostri bambini: soprattutto il maschietto, che è un amante di pietre e minerali, qui si è divertito da morire ad osservare i reperti esposti, provenienti sia dal territorio bergamasco sia dal mondo e a sperimentare le proposte interattive del museo: in questa sezione è infatti possibile scoprire alcune proprietà fisiche dei minerali come il magnetismo, la durezza, la conducibilità termica,…

La zona bergamasca è ricca di miniere e di cave che hanno permesso di avere a disposizione un’incredibile varietà di minerali e rocce: le raccolte, arricchite dalle donazioni che sono state fatte al museo, ammontano oggi a quasi 25 mila reperti!

Sono presenti bellissime pietre ornamentali e diversi minerali, la maggior parte frutto di donazioni al museo.

In questa sezione è poi trattato il fenomeno del carsismo, con le rocce che solitamente sono coinvolte in questo fenomeno. Infine viene dedicato spazio ai principali eventi geologici che hanno interessato il territorio bergamasco nel corso di centinaia di milioni di anni.

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

Collezione del Museo

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

Esperimenti di magnetismo

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

Esperimenti sulla durezza dei minerali

3 Sezione dedicata alla Paleontologia

La Sezione paleontologica del Museo comprende sia fossili provenienti dal territorio bergamasco sia reperti e calchi provenienti da tutto il mondo.

E’ possibile osservare vetrine dedicate all’origine e all’evoluzione dell’uomo, scoprire Bergamo 220 milioni di anni fa, stupirsi di fronte alla copia dello scheletro di Allosaurus fragilis, un grande dinosauro carnivoro che poteva superare i dieci metri di lunghezza e che viveva in Nord America 150 milioni di anni fa, nel Giurassico.

Nella stanza dell’Allosauro sono presenti anche pannelli dedicati ai dinosauri che illustrano gli aspetti più interessanti di questi affascinanti rettili che si estinsero tanto tempo fa.

In questa stanza si possono inoltre trovare anche i resti di un nido di Citipati (Big Mama) risalente al tardo Cretaceo, donato dall’American Museum of Natural History di New York.

Infine, nel Museo è conservato un esemplare fossile di Cervus acoronatus, specie estinta da alcune centinaia di migliaia di anni recuperato in Valle Borlezza, nei pressi dell’abitato di Sovere e del lago d’Iseo.

Nella sezione dedicata alla paleontologia ai bambini è permesso entrare in contatto con il mondo dei fossili toccando con mano i resti di antichi organismi che i milioni di anni hanno trasformato in roccia: una cassettiera tattile è a disposizione per comprendere quali processi portano alla formazione di un fossile.

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

Lo scheletro di Allosauro

4  La sala di etnografia del Museo Civico di Scienze Naturali di Bergamo

Nell’ala sud della Cittadella è presente una vasta esposizione dedicata alla culture extraeuropee: oltre 1200 oggetti provenienti principalmente dall’Africa e dalle Americhe: maschere, tamburi, statuette provenienti dal Continente Nero e diversi oggetti appartenenti alla cultura Sioux e Chippewa.

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

La sala di etnografia

L’area didattica del Museo Civico di Scienze Naturali di Bergamo

La visita al Museo Civico di Scienze Naturali di Bergamo può essere completata partecipando alle proposte didattiche che vengono organizzate nelle aule didattiche Geolab e Zoolab. Noi abbiamo partecipato ad una proposta didattica che non doveva essere prenotata. Per essere informati sulle attività in programma meglio sempre consultare il sito del Museo prima della visita.

Informazioni generali per la visita al Museo Civico di Scienze Naturali di Bergamo

Attualmente presso il Museo è allestita la mostra “Noi abbiamo 100 anni. Loro molti di più – Dinosauri al Museo”, di cui vi abbiamo parlato in questo nostro post: la mostra dei dinosauri a BergamoLa mostra sarà allestita fino al 30 settembre 2018 e sarà inclusa nel biglietto del Museo.

Per accedere al Museo il biglietto Intero (dai 18 anni compiuti) costa € 8,00 mentre il ridotto (minori dai 4 anni compiuti ai 18 non compiuti, abbonati annuali del museo e soci 2018 dell’Associazione Amici del Museo “Caffi”) costa € 4,00. Il Museo è gratuito per i bambini sotto i 4 anni.

Con il biglietto del Museo è possibile visitare anche il vicino Museo Archeologico.

Il museo è aperto tutti i giorni tranne il lunedì. Per gli orari si può consultare il sito del museo qui.

Siamo rimasti piacevolmente colpiti da questo Museo così attento ai bambini e alle loro scoperte: il programma che prevede il coinvolgimento dei 5 sensi permette loro di toccare con mano e scoprire materie come la zoologia, la paleontologia e la geologia. Non capita loro spesso di poter toccare rocce, fossili e minerali e sperimentare le loro caratteristiche. Per i bambini non c’è modo migliore che imparare giocando!

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

Postazione didattica

visita al museo civico di scienze naturali di bergamo

Postazione didattica

Print Friendly, PDF & Email
By | 2018-04-16T23:55:57+00:00 aprile 16, 2018|Cultura, destinazioni italia, Lombardia, Musei|0 Comments

About the Author:

daichepartiamo
Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Amiamo la natura, il mare e vorremmo tanto tornare in Australia! Ce la faremo?

Leave A Comment