Cosa vedere a Mantova con i bambini in un weekend

Mantova, città lombarda famosa come città dei Gonzaga, offre diverse alternative per un weekend in famiglia. In questo post vi vogliamo raccontare cosa vedere a Mantova con i bambini in un weekend con tante dritte per organizzare al meglio la vostra visita.

Da tempo volevamo portare i nostri bambini a Mantova, la città dei Gonzaga, e finalmente siamo riusciti ad organizzare uno splendido week end in questa città lombarda.
Anni fa c’eravamo stati io e mio marito da fidanzati per una sola giornata e ce ne eravamo innamorati così questa volta, portando con noi i bambini, abbiamo deciso di prendercela più con comoda e passarci più tempo.cosa vedere a mantova con i bambini

Cosa vedere a Mantova con i bambini: la città dei Gonzaga

Abbiamo avuto la fortuna di scegliere un weekend “Cult City/Open Night” in Lombardia ovvero un weekend di aperture straordinarie e gratuite di diversi monumenti di città d’arte lombarde, tra i quali Palazzo Te e Palazzo di San Sebastiano. In questo modo abbiamo avuto più tempo a disposizione il sabato sera per poter visitare questi monumenti aperti per l’occasione fino alle 22.00.
In questo post voglio raccontarvi quello che abbiamo fatto e visto nel nostro weekend a Mantova con i bambini, un weekend ricco di emozioni in una delle città più affascinanti della Lombardia.

cosa vedere a mantova con i bambini

Cosa vedere a Mantova con i bambini: dove abbiamo dormito

Per questo weekend siamo stati ospiti di un agriturismo davvero speciale, l’Agriturismo Le Origini a Curtatone, a circa 10 minuti di macchina da Mantova. L’agriturismo è immerso nella natura ed è molto accogliente. Appena arrivati ci siamo sentiti a casa: siamo stati accolti con calore dai proprietari che ci hanno mostrato la nostra camera. L’agriturismo ha al suo interno un campo da golf dotato di 12 postazioni, un’area di tiro di 260 metri con una zona approcci ed un putting green. Ovviamente i bambini hanno fiutato subito la possibilità di provare l’ennesimo sport che gli mancava alla loro “collezione”!
Nell’agriturismo si può anche mangiare ma purtroppo non ne abbiamo avuto l’occasione. Invece possiamo dire che la colazione è ottima: tutti prodotti fatti “in casa” come muffins, torte e vera spremuta di arancia. Una colazione adatta a chi cerca la qualità piuttosto che la quantità 😉 .

cosa vedere a mantova con i bambini

cosa vedere a mantova con i bambini

cosa vedere a mantova con i bambini

Cosa vedere a Mantova con i bambini: il nostro itinerario

Siamo arrivati in città il sabato pomeriggio e, dopo aver parcheggiato in via Mazzini (c’è un grande parcheggio coperto), abbiamo iniziato ad esplorare il centro città a piedi.
Abbiamo approfittato come detto delle aperture straordinarie di Palazzo Te e Palazzo di San Sebastiano fino a tardi e abbiamo iniziato la nostra visita della città da questi edifici.
Palazzo Te è uno dei palazzi più belli di Mantova: costruito da Giulio Romano per conto di Federico II Gonzaga dal 1525 al 1535, era il palazzo dell’honesto ocio, dove il principe trovava ristoro intellettuale, svago e divertimento. Questo palazzo fu costruito su quella che un tempo era un’isola, circondata dall’acqua. Oltre al cortile centrale e al giardino retrostante si possono visitare le stanze interne: molto belle la Sala dei Cavalli, dedicata ai pregiati cavalli dei Gonzaga e la Camera di Amore e Psiche, destinata agli ospiti più illustri. Ma la nostra stanza preferita è stata la Camera dei Giganti: qui siamo rimasti letteralmente a bocca aperta guardando gli effetti visivi degli affreschi.
Nel Palazzo Te c’è anche una sezione dedicata alle mostre: a noi è piaciuta la sezione gonzaghesca.

cosa vedere a mantova con i bambini

cosa vedere a mantova con i bambini

cosa vedere a mantova con i bambini cosa vedere a mantova con i bambini

cosa vedere a mantova con i bambini

Il Palazzo di San Sebastiano è il palazzo che ospita il Museo della Città: un tempo qui erano conservate le nove tele che formano Il Trionfo del Mantegna ma purtroppo oggi sono conservate a Londra. Diciamo che questo museo non ha entusiasmato particolarmente i bambini, forse perché senza una guida non abbiamo potuto capire il significato dei pezzi in esso raccolti.

cosa vedere a mantova con i bambini
Dopo una pizza abbiamo deciso di fare un giro sul lungolago, davvero suggestivo quando il sole sta tramontando: per chi ama scattare fotografie come me questo posto è davvero il top!cosa vedere a mantova con i bambini

cosa vedere a mantova con i bambini
Pian piano siamo tornati al parcheggio per rientrare esausti all’agriturismo.
La stanchezza non ha fatto desistere i piccoli viaggiatori dal loro proposito di giocare a golf , così più puntuali di due galli alle 7.00 della domenica mattina si sono svegliati pronti a giocare! Per loro è stato divertentissimo e dobbiamo ringraziare il maestro di golf che si è messo a disposizione e li ha sopportati supportati per mezz’ora!

cosa vedere a mantova con i bambini
Siamo riusciti a portarli via dall’agriturismo solo con dopo avergli svelato la nostra prima tappa della giornata: la mini-crociera in motonave sui laghi mantovani.
Siamo saliti a bordo di una Motonave Andes alla mattina presto dal pontile dietro Palazzo Ducale e siamo salpati in questa avventura che consigliamo a tutti: vedere Mantova dai suoi laghi è meraviglioso e già questo meriterebbe i soldi spesi (9 euro gli adulti, 8 euro i ragazzi da 9 a 14 anni mentre i bambini gratuiti fino 8 anni). Ma il giro prevede anche la navigazione alla scoperta dei luoghi che hanno ispirato a Virgilio le sue opere e il passaggio in aree naturali davvero suggestive durante la fioritura di ninfee o fiori di loto (in estate).

cosa vedere a mantova con i bambini

cosa vedere a mantova con i bambini
Terminato la navigazione ci siamo recati al Palazzo Ducale, la residenza ufficiale dei Gonzaga fino a tutti il Seicento: prima di iniziare la visita è meglio controllare gli orari di apertura. Nel periodo della nostra visita alla mattina è stato possibile visitare la Corte Nuova, la Camera degli Sposi (meglio prenotare) e il Castello di San Giorgio mentre dalle 14.00 abbiamo potuto visitare la Corte Vecchia. La Camera degli Sposi, capolavoro del Mantegna all’interno del Castello di San Giorgio, richiede il pagamento di un sovrapprezzo anche con la Mantova Card ma ne vale assolutamente la pena!

cosa vedere a mantova con i bambini

cosa vedere a mantova con i bambini
Accanto al Palazzo Ducale si trova la Basilica di Santa Barbara che contiene un prezioso organo del 1500 mentre in Piazza Sordello merita una visita il Duomo.

cosa vedere a mantova con i bambini

cosa vedere a mantova con i bambini
Sempre in Piazza Sordello, presso la Casa del Rigoletto, si trova l’Ufficio del Turismo di Mantova: qui si possono ricevere informazioni, la mappa della città e prenotare anche visite guidate. Noi ne abbiamo ad esempio prenotata una per il tardo pomeriggio per poter approfondire la nostra visita (5 euro gli adulti e gratuita fino 12 anni).

Uscendo da Piazza Sordello e superando la prima cerchia di mura si può vedere la Torre della Gabbia, la torre più alta di tutta la città, dove venivano rinchiusi i condannati in una gabbia appesa ad un’altezza da brividi (fa abbastanza senso immaginare la scena…).

cosa vedere a mantova con i bambini
Il nostro itinerario è proseguito in Piazza Broletto dove si trova il Palazzo in cui stava il Podestà, al momento in restauro dopo i danni subiti dal terremoto del 2012.
Il centro economico della città si trovava in Piazza Erbe: qui è possibile visitare il Palazzo della Ragione (il tribunale dell’epoca gonzaghesca ora adibito ad esposizioni) e salire sulla Torre dell’Orologio dalla quale si può ammirare un bel panorama sulla città.
Di fianco alla Torre dell’Orologio si trova la chiesa più antica della città, la Rotonda di San Lorenzo costruita nel 1082 per volere di Matilda di Canossa: davvero un piccolo gioiellino, con la pianta circolare e una bella cupola in mattoni.

cosa vedere a mantova con i bambini

La chiesa mantovana che più ci ha colpito è la Basilica di Sant’Andrea in Piazza Mantegna, progettata da Leon Battista Alberti. In questa basilica è conservata quella che secondo la tradizione è la terra impregnata del sangue di Gesù raccolta da Longino, il soldato che ha trafitto il costato di Gesù.
La tappa successiva è stata al Teatro Scientifico Bibiena, un piccolo teatro di fine Settecento che ha ospitato addirittura Mozart. Siccome al momento della nostra visita il teatro era pressoché vuoto, i nostri artisti hanno improvvisato un degno spettacolo di prim’ordine!

cosa vedere a mantova con i bambini

Il nostro weekend mantovano è terminato con la visita guidata prenotata alla mattina. Il ritrovo per la visita è stato l’arcipelago di Ocno, l’installazione artistica temporanea al momento presente presso il lago Inferiore: sette isole galleggianti che con la loro forma richiamano le foglie dei fiori di loto, collegate con una passerella alla terraferma.

cosa vedere a mantova con i bambini
Di qui siamo partiti a fare un giro per il centro città senza entrare nei monumenti: per noi, che già avevamo visitato i diversi siti spiegati dalla guida, è stato molto interessante perché abbiamo messo insieme il mosaico delle informazioni lette in autonomia con l’aggiunta di tante altre curiosità sulla città e sui principi che ne hanno determinato la storia.
Tornando verso la macchina abbiamo fatto l’ultima sosta ai giardini Fraccalini, sul lungolago: qui con i bambini abbiamo potuto vedere il Bee Hotel, una struttura pensata ad ospitare le api solitarie, fondamentali per l’impollinazione di api e fiori! Una bella lezione per nostro figlio che a scuola sta studiando proprio questo argomento!

cosa vedere a mantova con i bambini

Cosa vedere a Mantova con i bambini: dove parcheggiare

A Mantova ci sono diversi parcheggi gratuiti e a pagamento. Il sabato pomeriggio in città c’erano un sacco di persone per i vari eventi in corso per cui abbiamo lasciato la macchina al parcheggio a pagamento di Via Mazzini: per circa 5 ore abbiamo speso quasi 10 euro.
La domenica mattina invece siamo riusciti a parcheggiare gratuitamente in uno dei parcheggi con le strisce blu (che alla domenica sono gratuiti) vicino al lago.

Cosa vedere a Mantova con i bambini: i nostri consigli

Mantova sembra una città piccola ma in realtà è molto ricca di cose da vedere. Noi non siamo riusciti a vedere tutto quello che offre. Se vi fermate più tempo merita una visita la Biblioteca Comunale Teresiana, voluta da Maria Teresa d’Austria, che contiene opere rare relative al territorio mantovano. Noi avremmo voluto visitare anche il Museo Nazionale dei Vigili del Fuoco ma non ne abbiamo avuto il tempo. Per gli amanti del genere c’è anche un museo dedicato a Tazio Nuvolari.
In Piazza Sordello si può inoltre visitare un’area archeologica contenente due ambienti con pavimento a mosaico del III secolo d.C., appartenenti ad una importante casa della Mantova romana.
Nei nostri programmi ci sarebbe stata anche una visita alla vicina città di Sabbioneta, gioiello del Rinascimento patrimonio dell’Unesco. Io e mio marito ci siamo già stati anni fa e ci avremmo voluto portare i bambini ma per questioni di tempo abbiamo dovuto rimandare ad un’altra volta.
Vi consigliamo di assaggiare la famosa torta Sbrisolona, dolce tipici della città davvero buono.
Infine se viaggiate con i bambini, noi abbiamo utilizzato la guida della serie “Pimpa città in gioco” relativa alla città di Mantova (sotto il link al sito Amazon dove si può acquistare la guida): con queste guide abbiamo visto che per i bambini visitare le città diventa un bel gioco e si divertono a fare loro da Ciceroni. E chi li ferma più poi?

 

 

Si ringrazia l’Ufficio del Turismo di Mantova per la preziosa collaborazione utile alla stesura di questo post.

 

Print Friendly, PDF & Email
By | 2018-05-18T12:36:11+00:00 giugno 4, 2017|Città, Città Italia, destinazioni italia, Lombardia|6 Comments

About the Author:

daichepartiamo
Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Amiamo la natura, il mare e vorremmo tanto tornare in Australia! Ce la faremo?

6 Comments

  1. valeria poggi 05/06/2017 at 7:04 am - Reply

    Bell’articolo! Pieno di consigli utili per visitare a pieno una bellissima città come Mantova!
    PS. Bellissime le foto del lungo lago al tramonto!!

    • daichepartiamo
      daichepartiamo 05/06/2017 at 7:09 am - Reply

      Grazie Valeria! Il lago al tramonto ispira tantissimo… ho giocato facile 🙂

  2. Lucialesley 05/06/2017 at 1:49 pm - Reply

    Dunque: voto 10 per i muffin della colazione e la sbrisolona, ma anche per la mini crociera e il bee hotel ??! Non sapevo che Mantova avesse così tante cose da vedere! In effetti due giorni servono tutti ?

    • daichepartiamo
      daichepartiamo 05/06/2017 at 8:47 pm - Reply

      Direi che tu avresti proprio apprezzato la colazione!!!
      Si anche tre giorni se si desidera vedere anche Sabbioneta 😉

  3. Flavia 05/06/2017 at 8:40 pm - Reply

    Ma che bella Mantova, non ci sono mai stata ma in effetti e’ uno di quei gioielli di cui andare fieri!

    • daichepartiamo
      daichepartiamo 05/06/2017 at 8:49 pm - Reply

      Si una città magari meno famosa di altre ma altrettanto ricca! Da vedere almeno una volta sicuramente!

Leave A Comment