Weekend nelle Langhe in autunno con bambini

La stagione migliore per visitare le Langhe è l’autunno, quando l’uva è matura per essere raccolta e quando i colori iniziano a prendere il sopravvento su tutto il resto. Un weekend nelle Langhe in autunno con bambini è un weekend perfetto per chi ama il vino ma anche i colori della natura. In questo post vi voglio raccontare come noi abbiamo organizzato uno splendido weekend da vivere in famiglia in questa stagione dell’anno.

Abbiamo scoperto le Langhe in estate e ce ne siamo innamorati. Siamo ritornati a inizio autunno e abbiamo perso letteralmente la testa!
In autunno i paesaggi ricchi di vigneti si riempiono di mille colori e affascinano chi percorre le tortuose strade che li attraversano. L’uva è matura, inizia la vendemmia e le sagre ravvivano i borghi che si popolano come in nessun altro periodo dell’anno. L’offerta e le varie iniziative sono tantissime, adatti sia agli adulti che ai bambini.
Con la nostra collega Claudia del blog Voce del Verbo Partire abbiamo ideato il progetto Colori e paesaggi delle Langhe (#coloriepaesaggidellelanghe), un progetto pensato per scoprire quello che offrono le Langhe in autunno dal punto di vista delle coppie e delle famiglie.
Con l’aiuto di Marina Gaveglio, direttrice del tour operator locale Langhe4You Incoming Tour Operator, abbiamo messo a punto un programma poliedrico e completo, adatto in questa stagione sia alle coppie che alle famiglie.
Abbiamo deciso di abbinare i colori di queste terre ai bellissimi paesaggi, non trascurando però il gusto e i sapori che queste terre regalano.
Il risultato è stato un weekend autunnale assolutamente perfetto!

Langhe in autunno con bambini

Un panorama sulle vigne

Weekend nelle Langhe in autunno con bambini: weekend nei colori, nei paesaggi e nei sapori delle Langhe

Le Langhe regalano emozioni uniche che coinvolgono tutti i sensi: mentre si ammirano sconfinate colline ricche di vigneti, i profumi dell’uva matura e della natura inebriano l’aria e arrivano dritti al cuore. Mentre ci si siede a degustare uno dei prodotti di queste terre, ci si può deliziare del silenzio della campagna rotto solo dai suoni della natura.
Un weekend nelle Langhe può essere puro relax abbinato al gusto, ma può essere anche ricerca di qualcosa di autentico e sofisticato, qualcosa legato a tradizioni che si rimandano di generazione in generazione.

Langhe in autunno con bambini: il nostro weekend in famiglia

Per poter vivere un’esperienza completa, noi abbiamo deciso di unire esperienze di diverso tipo e di farci travolgere a 360 gradi, coinvolgendo nel nostro progetto piccole realtà locali in grado di farci assaporare la vera tradizione di Langa.

1 – Visita alla fattoria didattica Cascina Gabutti di Monforte d’Alba

Il progetto Colori e paesaggi delle Langhe è iniziato da quello che più caratterizza queste terre: le vigne e le cantine. Venire nelle Langhe senza visitare una cantina è come andare al mare senza andare in spiaggia. Impossibile.
Queste terre sono letteralmente sommerse dai vigneti e le cantine non si riescono neanche più a contare talmente sono numerose. Mentre Claudia visitava con suo marito la cantina Anna Maria Abbona a Farigliano, io e i bambini abbiamo visitato la fattoria didattica Cascina Gabutti a Monforte d’Alba.
Se avete bambini è la scelta migliore perché mentre le visite alle cantine in genere sono pensate per gli adulti, le fattorie didattiche si prestano meglio per le esigenze delle famiglie.
La fattoria didattica Cascina Gabutti è una realtà familiare che si estende per circa 16 ettari sulle colline di Monforte d’Alba, in località Gabutti Bussia. Già la posizione è incantevole, con vista a 360 gradi sulla campagna circostante. L’attività della fattoria è principalmente vitivinicola, caratterizzata dalla coltivazione del vitigno Nebbiolo da Barolo.
Oltre alle vigne, però, presso la fattoria sono presenti animali da cortile e una piccola produzione orticola e frutticola.
L’approccio della visita è molto semplice, rivolto appunto ai piccoli visitatori che possono entrare a contatto con i tipici animali della fattoria (tacchini, maialini, asinelli, oche,…) e dar loro da mangiare. In un secondo tempo, mentre si passeggia tra le vigne della proprietà, i bambini possono scoprire i segreti del vino, dall’uva alla tavola. Con parole semplici possono apprendere gli stadi vegetativi e i lavori che vengono svolti nelle varie stagioni per ottenere uva perfetta per la vendemmia.
In periodo di vendemmia vengono anche svolte attività in tema mentre negli altri periodi vengono organizzati laboratori o attività di diverso tipo.
Al termine della visita didattica, si assaggiano i prodotti della fattoria abbinati a salumi locali: per gli adulti è possibile degustare il vino prodotto mentre ai bambini è offerto del buonissimo succo d’uva.
La visita in vigna, compresa la degustazione, dura circa due orette ed è davvero interessante e stimolante per i bambini che imparano in modo divertente i segreti del vino, restando a contatto con la natura e condividendo la loro esperienza con altri bambini.

Langhe in autunno con bambini

Visita alla vigna della fattoria didattica Gabutti

Langhe in autunno con bambini

Gli animali della fattoria didattica Gabutti

Langhe in autunno con bambini

Degustazione alla fattoria didattica Gabutti

2 – Visita al borgo di Barolo e al museo del vino WiMu

Il comune di Barolo è il cuore della produzione del vino Barolo, un piccolo borgo dove le enoteche sono quasi più numerose delle case!
Immancabile un giro in questo borgo, dove si produce uno dei migliori vini del mondo.
Da non perdere il museo del vino, il Wi Mu, allestito nel castello comunale Falletti. Un viaggio attraverso la cultura e la tradizione del vino. Non pensate ad un noioso museo, anzi! Il WiMu è interattivo e spettacolare, adattissimo ai bambini. Per loro sono anche disponibili kit appositi per una visita più piacevole.

Langhe in autunno con bambini

San Donato – Barolo

Langhe in autunno con bambini

Castello Falletti a Barolo

Langhe in autunno con bambini

Il WiMu di Barolo

3 – Visita alla Cappella del Barolo: la cappella Lewitt-Tremlett

Nel cuore dei vigneti del Barolo, in località La Morra, si trova una delle più stravaganti chiesette mai viste. Seppur mai consacrata, la Cappella del Barolo è diventata uno degli edifici più famosi del territorio per i suoi colori vivaci e la sua dinamicità. Segnatevela perchè è una tappa imperdibile per chi visita questa zona!
Questa cappella è stata costruita nel 1914 come riparo da pioggia e temporali per chi lavorava nelle vigne circostanti ma non è mai stata usata per celebrare funzioni religiose. Nel 1970 è stata acquistata dalla famiglia Ceretto che nel 1999 l’ha fatta reinterpretare dagli artisti Sol LeWitt e David Tremlett. E’ davvero bellissima e si presta a carrellate di fotografie…quindi preparate la memoria per le foto bella vuota!
La Cappella del Barolo si può raggiungere da La Morra con una strada sterrata tutta curve (percorsa e onestamente in certi punti è bruttarella) oppure, molto meglio, da una strada che si imbocca percorrendo la SP3 nelle vicinanze della Cantina Borgogno Francesco.

Langhe in autunno con bambini

La Cappella del Barolo

Langhe in autunno con bambini

Io e Claudia di Voce del Verbo Partire presso la Cappella del Barolo

4 – Corso di cucina nelle Langhe a casa di Raffaella: Cooking Piemonte

Quando Marina ci ha proposto di fare un corso di cucina adatto anche ai bambini io, la mamma che cucina forse peggio sulla faccia della terra (per fortuna abbiamo in casa il Bimby per intenderci ahahah), sono rimasta scettica fino all’ultimo momento.
Ovvero fino al momento in cui ho varcato le porte del cancello di casa di Raffaella, nel comune di Cervere.
Dico solo che mi hanno accolto tre maiali (si tre maiali) in libertà. Ecco onestamente a me non era mai capitato. Questa accoglienza decisamente insolita mi ha fatto sentire a casa. I bambini sono impazziti letteralmente di gioia a correre per l’enorme giardino pieno di animali: oltre ai maiali c’erano un cavallo, un pony, le galline, una tartaruga, tanti cagnoloni e qualche gattino. Uno zoo casalingo dove però gli animali sono liberi e sereni.
Ma veniamo al corso di cucina Cooking Piemonte. Niente di impostato o serioso: Raffaella ha adibito una delle stanze della sua casa a cucina professionale e qui lei insegna piatti semplici alla portata di tutti. E se dico tutti intendo proprio tutti! Abbiamo preparato un antipasto con peperoni e tonno, i ravioli del plin (tipici della zona) e un dessert con le pesche che poi abbiamo mangiato insieme come una grande famiglia. Alla fine del corso sembrava ci conoscessimo da una vita!
Ora i bambini si credono grandi chef, io magari cerco di tenere un po’ i piedi per terra ecco…

Langhe in autunno con bambini

Gli animali di Raffaella -Cooking Piemonte

Langhe in autunno con bambini

I maialini di Raffaella – Cooking Piemonte

Langhe in autunno con bambini

Ecco Valentino! Cooking Piemonte

Langhe in autunno con bambini

Ho cucinato!!!! Cooking Piemonte

5 La sagra della Cugnà a Serralunga d’Alba

In autunno le Langhe sono tutto un pullulare di sagre. Cercate quella che c’è nel weekend della vostra visita e non perdetevela!
Le sagre raccontano le tradizioni e la storia del territorio, ti fanno vivere con maggiore intensità quello che osservi e visiti, ti fanno entrare in contatto con la gente del posto.
Nel nostro weekend era in programma la sagra della Cugnà (una specie di mostarda ottenuta dal mosto d’uva) a Serralunga d’Alba.
Un’occasione per vivere una festa autentica e visitare questo bel borgo, uno dei borghi meglio conservati di Langa, circondato da colline ricche di vigneti e dominato dal castello nobiliare trecentesco (visitabile). La vista dal castello è meravigliosa!

Langhe in autunno con bambini

La sagra della Cugnà a Serralunga d’Alba

Langhe in autunno con bambini

La cugnà

6 – La Ricerca delle panchine Giganti di Chris Bangle

Non abbiamo saputo resistere neanche questa volta al fascino delle Panchine Giganti di Chris Bangle: ora che le abbiamo scoperte non ci daremo pace finché non le avremo viste tutte!
In questo weekend siamo riusciti a visitare la panchina bianca di Monchiero, un minuscolo borgo vicino a Monforte d’Alba.
Altra tappa a Fossano dove si trovano tre piccole Mini Bench (vicine alla Chiesetta di S. Michele in via Boschetti) e una grande Big Bench azzurra e blu nel parco vicino, sempre in via Boschetti.
A Fossano si può vedere un’altra Panchina Gigante rossa in via Granatieri di Sardegna, che non fa parte delle Big Bench di Chris bangle ma che è stata realizzata da Beppe Rulfo lungo il “Sentiero del pescatore”, uno degli itinerari escursionistici più belli della zona. Non facendo parte del Big bench Community Project questa panchina non è stata costruita con i requisiti che caratterizzano le altre. Quello che balza all’occhio è la mancanza totale di panorama!

Langhe in autunno con bambini

La panchina Gigante di Monchiero

Langhe in autunno con bambini

Mini Bench a Fossano

Langhe in autunno con bambini

Panchina Gigante a Fossano

Langhe in autunno con bambini

Panchina Rossa di Fossano

Langhe in autunno con bambini: dove dormire – Albergo Cantine Ascheri

Per questo weekend siamo stati ospiti dell’Albergo Cantine Ascheri, nel comune di Bra. Si tratta di un albergo 4 stelle situato sopra alle Cantine Ascheri, vicino al centro di Bra e comodo per raggiungere le colline di Langa e Roero. L’albergo è moderno e minimalista, curato nei minimi dettagli con camere ampie e arredate con estrema cura e raffinatezza.
E’ possibile durante il soggiorno chiedere di poter visitare le cantine, un’esperienza che merita assolutamente in quanto questa è una delle cantine storiche e più importanti della zona. Accanto all’hotel si trova l’Osteria Murivecchi, dove è possibile cenare con piatti tipici piemontesi.
Per settembre 2019 è previsto il termine dei lavori che daranno vita ad un centro benessere, una sala riunioni e una terrazza.
In questo albergo abbiamo trovato la cordialità della padrona di casa che ci ha raccontato e mostrato la sua meravigliosa storia nel mondo del vino. Una storia che ha origine nel lontano 1880!
Inoltre abbiamo trovato accoglienza e attenzione rivolta ai bambini: se troverete in reception Riccardo, sono certa che i vostri figli impazziranno di gioia con i suoi giochi di prestigio!

Langhe in autunno con bambini

Albergo Cantine Ascheri – Esterno – Foto dal sito

Langhe in autunno con bambini

Albergo Cantine Ascheri – Foto camera

Langhe in autunno con bambini: dove mangiare – trattoria Duvert di Cherasco

Se siete alla ricerca di una trattoria dove poter mangiare piatti tipici piemontesi a prezzi onesti, la trattoria Duvert di Cherasco è ottima. Si mangia alla carta e si tratta di una cucina semplice, realizzata con ingredienti freschi, genuini e di qualità. Il menù è stabilito in giornata in base alla reperibilità di prodotti stagionali.
Il padrone di casa è Alfredo, che gira per i tavoli e controlla che tutto sia a posto.
Gli amanti dei vini qui hanno l’imbarazzo della scelta in quanto sono presenti più di 400 etichette!
Duvert è un termine piemontese che significa aperto e racchiude la filosofia del locale: aperto al passato con prodotti e ricette tradizionali di territorio e verso il futuro con la continua sperimentazione in cucina. Aperto al “locale” nella scelta dei piccoli produttori e al mondo per la selezione delle eccellenze. Infine aperto agli altri per la collaborazione di eccellenti cuochi ed esperti del settore agroalimentare e per la selezione del personale.
Un ambiente familiare ben curato e aperto alle famiglie con bambini. Non essendo un locale con spazio giochi o altro ovviamente sta alla famiglia saper gestire i propri pargoli, ma per il resto vi troverete benissimo.
Noi abbiamo assaggiato della carne strepitosa e come dolce vi consigliamo il Bunet delle Langhe, un budino tipico del posto. Ottimo!

Langhe in autunno con bambini

Un piatto della Trattoria Duvert

Langhe in autunno con bambini

Il Bunet

Langhe in autunno con bambini: come organizzare un weekend

Per organizzare un weekend nelle Langhe noi ci siamo avvalsi dell’aiuto di Marina e del suo tour operator Langhe4You Incoming Tour Operator.
Le proposte sul sito sono diverse, ma Marina sa anche proporne di nuove in base alle diverse esigenze. La sede in cui opera Marina si trova presso l’Ufficio Turistico di Monforte, che lei stessa gestisce. Contattatela e vedrete quante idee tirerà fuori dal suo cappello!

Langhe in autunno con bambini

I vigneti delle Langhe

Langhe in autunno con bambini: link e indirizzi utili

Se avete tempo consigliamo di visitare Monforte d’Alba, recentemente inserito nei borghi più belli d’Italia.

Per il nostro progetto Colori e Paesaggi delle Langhe ringraziamo per la collaborazione:

Tour operator Langhe4You Incoming Tour Operator, Via della Chiesa 3 Monforte D’alba CN – Tel 0173/ 253013;
Cascina Gabutti, località Gabutti Bussia 42 Monforte d’Alba CN- Tel. 328/9263045;
Trattoria Duvert, Via Moglia 12 Cherasco CN – Tel. 0172/487049;
Cooking Piemonte, via Maestra 3 Cervere CN – Tel. 339/7341412;
Albergo Cantine Ascheri, Via G. Piumati, 25 Bra CN – Tel 0172/430312;
WiMu , Castello comunale Falletti, Piazza Falletti – Tel. 0173/386697.

Print Friendly, PDF & Email
By |2018-09-26T09:58:19+00:00settembre 26, 2018|Borghi, destinazioni italia, Piemonte|0 Comments

About the Author:

daichepartiamo
Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Amiamo la natura, il mare e vorremmo tanto tornare in Australia! Ce la faremo?

Leave A Comment