Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Aosta è una città alpina, dove la natura si incontra con la storia dell’uomo che qui nel 25 a.C. ha fondato una colonia romana dal nome di Augusta Praetoria Salassorum. Ecco il nostro itinerario con i nostri consigli su cosa vedere ad Aosta con i bambini.

Aosta è una città che offre una storia millenaria a chi la visita: all’interno del suo centro storico custodisce infatti tracce che rimandano agli splendori del suo periodo romano, nonché testimonianze del periodo medievale.
Ma le tracce di civiltà in questa zona sembrano risalire ad epoche ben più lontane: nel 1969 poco fuori dal centro storico è stata portata alla luce uno dei più interessanti siti archeologici europei, l’area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans, che risale al periodo Neolitico.

A far da cornice ai resti del suo passato, ci sono le Alpi che abbracciano Aosta in ogni suo angolo.

Lo scorso weekend siamo andati a scoprire le tracce del passato di questa città con i nostri bambini e ne siamo rimasti affascinati: abbiamo dedicato a questa città un giorno intero e ad essere onesti non siamo riusciti a vedere proprio tutto. Una giornata però è un buon compromesso per poterne scoprire i luoghi principali.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Piazza Chanoux

Cosa vedere ad Aosta con i bambini: itinerario tra testimonianze preistoriche, romane e medievali

Aosta è una città con un centro storico relativamente piccolo, tranquillamente girabile a piedi e con una varietà incredibile di testimonianze storiche.
Le testimonianze principali sono riconducibili a tre diversi periodi storici: il periodo preistorico, il periodo romano e quello medievale.
Indubbiamente, però, l’impronta principale di questa città è quella romana, al punto tale che Aosta oggi è conosciuta anche come la Roma delle Alpi.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini: Aosta Romana

I Romani urbanizzarono il territorio nel 25 a.C fondando la città di Augusta Praetoria Salassorum (l’attuale Aosta) e dominarono quest’area per ben cinque secoli.
Al giorno d’oggi ad Aosta ci sono diverse testimonianze storiche relative a questo periodo. Alcune sono visitabili gratuitamente, altre a pagamento.

Si può iniziare l’itinerario passeggiando sul ponte romano, posto appena fuori dall’Arco d’Augusto. Questo piccolo ponte, largo 6 metri e con un unico arco di 17 metri di diametro, risale alla fine del I secolo a.C e fu eretto per attraversare il torrente Buthier che, qualche secolo dopo, ha cambiato il suo corso in seguito ad un’inondazione. Attualmente sotto al ponte non scorre più nulla, si trova anzi una bel prato verde. Si può salire sul ponte perfettamente conservato e catapultarsi indietro di duemila anni camminando sulla sua pavimentazione a ciottoli.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Ponte romano

Vicino al ponte romano si trova l’Arco di Augusto, l’arco onorario dedicato all’Imperatore Augusto, eretto nel 25 a.c. per commemorare la vittoria dell’imperatore sui Salassi. Oggi l’Arco è visibile dalla strada adiacente in quanto si trova all’interno di una rotatoria.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Arco d’Augusto

Proseguendo lungo l’antico decumano (che altro non è che la via principale della città oggi) si arriva alla Porta Pretoria, la porta che costituiva l’accesso principale alla città di Augusta Pretoria, in parte adibito al passaggio dei carri e in parte al passaggio di pedoni. Ai lati della porta Pretoria si possono vedere ancora i resti delle mura romane del 25 a.C. il cui perimetro è ancora conservato. Oltre alla Porta Pretoria (ad est della città) erano state costruite altre tre porte, una per ciascun punto cardinale, disposte agli estremi del decumano e del cardo: la Porta Decumana ad ovest (visibile nei pressi della biblioteca regionale), la Porta Principali Dextera a sud e quella sinistra a nord (tracce nel museo archeologico).

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Porta Pretoria

Vicino alla Porta Pretoria si trova uno dei siti romani più interessanti di Aosta, il Teatro Romano (databile I secolo d.C. insieme all’adiacente anfiteatro, oggi non più visibile). Purtroppo rimane ben poco del teatro perché nel Medioevo i suoi materiali furono utilizzati per altre costruzioni, ma i resti sono davvero suggestivi: la facciata meridionale si erge in mezzo al sito imponente con i suoi 22 metri di altezza e le sue arcate sovrapposte. Rimangono inoltre ancora visibili alcuni gradini della cavea, ovvero la parte inferiore del semicerchio di gradinate dove sedevano gli spettatori.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Teatro Romano

Spostandosi verso la Cattedrale di Aosta ci si imbatte nel Foro Romano (il centro pubblico, religioso e commerciale della città, di cui rimane purtroppo ben poco) e in una meraviglia storica imperdibile, il Criptoportico Forense (databile all’età augustea). Quando si accede al criptoportico l’emozione è davvero forte: una costruzione seminterrata unica e di forte impatto visivo, illuminata da finestre a bocca di lupo che creano un’atmosfera spettacolare. La monumentale costruzione, a forma di ferro di cavallo costituita da due gallerie parallele con volte a botte sostenute da pilastri, delimitava un’area sacra dedicata al culto. La sua funzione era sostenere il porticato sovrastante, che a sua volta fungeva da cornice ai due templi che sorgevano in questa zona (ora distrutti). Per capire la storia d’Aosta e il Criptoportico consigliamo di visionare il filmato che viene trasmesso all’interno del Criptoportico stesso.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Criptoportico

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Criptoportico

Un ultimo sito romano è la Villa Romana che non abbiamo visitato perché chiusa il giorno della nostra visita (controllate bene gli orari di apertura perché non sempre è aperta). Si tratta delle fondamenta di un’elegante abitazione romana con pianta di forma rettangolare, esterna alla cinta muraria della città.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini: Aosta Medievale

Al periodo medievale appartengono due importantissimi edifici religiosi della città: la cattedrale di Santa Maria Assunta e la collegiata di Sant’Orso.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta, edificata in stile romanico dal vescovo Anselmo nel XI secolo, sostituisce la precedente chiesa paleocristiana. Sono visitabili gli affreschi ottoniani nel sottotetto della chiesa (visitabili a pagamento con una guida). Inoltre all’interno è visitabile il museo del tesoro. Tra il XV ed i primi anni del XVI secolo, i vescovi di Aosta restaurarono radicalmente la cattedrale e la arricchirono di numerose opere d’arte.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Cattedrale

La Collegiata di Sant’Orso è un altro edificio religioso importantissimo di Aosta, completamente ricostruita e ingrandita nel IX secolo. Nel XI secolo, venne costruita la chiesa romanica che ingloba il campanile nella nuova facciata. L’impronta attuale della chiesa è da attribuire al priore Giorgio di Challant, membro di una delle più importanti famiglie valdostane, che nel XV secolo ne fa abbassare il soffitto coprendo degli importantissimi affreschi ottoniani, ora visibili nel sottotetto solo con visita guidata. Salire nel sottotetto merita assolutamente ed è gratuito: si scopre arte di notevole pregio e di importanza storica assoluta. Se si ha tempo consigliamo di chiedere alla guida che accompagna di poter vedere anche la cappella di Giorgio di Challant, posta nel vicino priorato, visitabile anch’essa solo se accompagnati: piccola ma davvero meravigliosa e completamente affrescata.
All’interno della Chiesa sono da vedere anche il bellissimo coro ligneo quattrocentesco, l’antica cripta e il mosaico pavimentale di forma quadrata posto nei pressi dell’altare, realizzato con tessere bianche e nere con alcuni inserti di colore marrone chiaro.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Collegiata di Sant’Orso

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Affreschi ottoniani

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Cappella di Giorgio di Challant

Esternamente invece non ci si deve perdere il chiostro del XII secolo, opera del restauro di Giorgio di Challant, dove si possono ammirare meravigliosi capitelli istoriati con scene dell’Antico e Nuovo Testamento, del Vangelo e di scene popolari. Inoltre impossibile non notare il campanile romanico imponente della Collegiata, nato come torre difensiva e poi convertito in campanile.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Chiostro

Anche le Torri della città hanno una forte impronta medievale.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini: la Basilica Paleocristiana e la Chiesa di San Lorenzo

La Basilica Paleocristiana di San Lorenzo (ingresso a pagamento) sorge sotto la Chiesa di San Lorenzo (XV-XVII secolo), attualmente sconsacrata e sede di mostre di arte. La Basilica Paleocristiana di San Lorenzo fu costruita nel V secolo per ospitare le sepolture dei primi vescovi aostani. La Basilica continuò ad ospitare sepolture fino al VII secolo, quando venne distrutta da un incendio.Ora sono visitabili i suoi resti.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Basilica Paleocristiana di San Lorenzo

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

San Lorenzo

Cosa vedere ad Aosta con i bambini: l’area Megalitica di Saint-Martin-de-Corléans – museo e parco archeologico

Questa area, riportata alla luce nel 1969 nella periferia occidentale di Aosta, si estende per circa un ettaro e rappresenta uno dei siti archeologici più interessanti in Europa: quasi cinque millenni di storia, di testimonianze monumentali megalitiche di tipo diverso, dai momenti finali del Neolitico ai giorni nostri.
I ritrovamenti sono stati protetti in una struttura moderna e all’avanguardia e per poterli ammirare si deve seguire un percorso espositivo articolato in diverse sezioni, che seguono e ricostruiscono la periodizzazione del sito. La visita è un continuo affaccio sul sito archeologico, un continuo alternarsi “interno-museo / esterno-sito”. Le luci accompagnano nella visita: l’illuminazione cambia gradatamente con riferimento alle diverse ore del giorno.
Si possono ammirare le tracce di un’aratura propiziatoria, pozzi allineati sul cui fondo trovano posto offerte quali macine unite a resti frutti e cereali, pali totemici in legno affiancati di cui oggi rimangono le buche di alloggiamento, imponenti stele antropomorfe, prima vera manifestazione del megalitismo in quest’area. Infine sono presenti sepolture di diverso tipo, diverse tombe megalitiche. I ritrovamenti mostrano dunque l’esistenza di un’area sacra destinata ad essere sede di ricorrenti manifestazioni legate al culto e alla sepoltura.
Oltre all’area archeologica è presente un’area museale con spiegazioni e approfondimenti disponibili su apparati didattici e multimediali.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Area megalitica

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Area megalitica

Cosa vedere ad Aosta con i bambini: il Museo Archeologico Regionale (MAR)

Il Museo Archeologico Regionale è ospitato sui resti romani della Porta Principalis sinistra. La visita inizia proprio scendendo nei sotterranei su cui il Museo si fonda. All’interno del Museo vero e proprio è possibile accedere ad un ricco patrimonio archeologico proveniente dagli scavi regionali, dalla Preistoria al Medioevo. Sono presenti anche cassetti tattili, dove i bambini possono toccare il contenuto.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Museo Archeologico Regionale

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Museo Archeologico Regionale

Cosa vedere ad Aosta con i bambini: il parco giochi di Via Antica Zecca

Un bellissimo punto di svago per i bambini di ogni età si trova nei pressi di Porta Pretoria, prima della Collegiata di Sant’Orso. Un parco attrezzato, suddiviso in diverse sezioni con giochi adatti ad ogni età e gusto. Qui sono disponibili anche servizi igienici gratuiti. Noi ne abbiamo approfittato per una pausa pranzo e per poter far sfogare i bambini tra una visita e l’altra!

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Parco

Cos’altro vedere ad Aosta con i bambini

Il centro storico di Aosta è piacevole per una passeggiata che porta da un sito all’altro. Sicuramente è impossibile non apprezzare la bella e ampia Piazza Chanoux che ospita il Municipio in stile neoclassico.

Davanti al Complesso della Collegiata di Sant’Orso è possibile ammirare un tiglio secolare, un albero che ha quasi mezzo millennio, piantato tra il 1530 e il 1550 che secondo la legenda è stato piantato dallo stesso Sant’Orso (VII secolo). Nonostante sia stato colpito da un fulmine, l’albero continua a fiorire ogni anno e nel 1924 è stato dichiarato patrimonio nazionale.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Tiglio secolare

Consigli utili per visitare Aosta

E’ conveniente acquistare un unico biglietto di ingresso cumulativo che permette l’accesso a 4 siti: il Teatro Romano, il Criptoportico, il MAR e la chiesa paleocristiana di San Lorenzo. Il biglietto unico è disponibile al prezzo di € 7 intero, € 5 ridotto, € 2 ridotto 6-18 anni (prezzi 2018). Il complesso di Sant’Orso è visitabile gratuitamente e così anche la Cattedrale (a pagamento solo gli affreschi ottoniani).

Sono disponibili diversi parcheggi a pagamento. Se avete fortuna, però, è anche possibile parcheggiare gratuitamente in zona comoda per raggiungere il centro, lungo Corso Battaglione Aosta.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Centro storico

Dove dormire ad Aosta con i bambini: il b&b Lo Tatà

Noi abbiamo scelto di pernottare a Fenis, centrale per l’itinerario che avevamo in mente per il weekend, nel b&b Lo Tatà, a circa 15 minuti da Aosta.
Ci siamo trovati davvero bene e ve ne abbiamo parlato in questo post.

Link utili

Se volete dare un occhio al nostro itinerario per il weekend, questo è il relativo link: Weekend in Valle d’Aosta, alla scoperta di Aosta e dei castelli.

Per ulteriori spunti su cosa fare e vedere si può consultare il sito ufficiale del turismo in Valle d’Aosta, che ci ha aiutato e supportato nell’organizzazione di questo weekend.

Per avere informazioni sull’area megalitica si può consultare questo sito.

Se volete contattare una guida abilitata per poter visitare Aosta, potete contattare Francesca Bacolla, che ci ha piacevolmente accompagnato durante la nostra visita al Forte di Bard, che organizza visite guidate in tutta la Valle d’Aosta.

Cosa vedere ad Aosta con i bambini

Centro storico

Print Friendly, PDF & Email

About the Author:

daichepartiamo
Siamo Sara e Andrea, proprietari di questo blog! Ci piace viaggiare e scoprire il mondo con i nostri bambini. Amiamo la natura, il mare e vorremmo tanto tornare in Australia! Ce la faremo?

Leave A Comment