Immersa nell’Oceano Indiano, la piccola isola di Mauritius incanta chiunque la scopre con il colore del suo mare, la sua incredibile natura, la sua terra vulcanica, paesaggi da cartolina e la barriera corallina che la circonda e la protegge. Ecco il nostro itinerario a Mauritius di due settimane a settembre con bambini, alla scoperta di questa isola dalle mille culture e dai mille contrasti.

Quando abbiamo deciso Mauritius come meta del nostro viaggio di quest’anno, avevamo grandi aspettative ma anche grandi timori. Una meta così blasonata, così richiesta e famosa come destinazione di lusso sarebbe stata all’altezza della sua fama? Quando si sogna qualcosa, la paura di rimanere delusi è sempre alta.
Un minuto dopo essere atterrati nel piccolo aeroporto di Mahébourg tutti i nostri timori sono scomparsi e attimo dopo attimo abbiamo iniziato di capire di essere veramente atterrati in Paradiso. Mauritius ci ha giorno dopo giorno catturato l’anima, ammaliandoci con i suoi colori, incuriosendoci con i suoi contrasti e le sue contraddizioni, stupendoci con la varietà dei suoi paesaggi.
Un’isola così piccola eppure così ricca di angoli da scoprire.

itinerario a Mauritius di due settimane
Le Morne Brabant

Itinerario a Mauritius di due settimane a settembre: alla scoperta del Paradiso dell’Oceano Indiano con i bambini

Mauritius è una piccola isola africana dell’arcipelago delle Isole Mascarene, bellissimi paradisi tropicali di origine vulcanica immersi nell’Oceano Indiano al largo di Madagascar.
Nonostante sia una meta famosissima per le spiagge, il mare e la barriera corallina, Mauritius offre anche un entroterra da scoprire, caratterizzato in parte dalla foresta tropicale e in gran parte dalle coltivazioni di canna da zucchero e di tè.
Un’isola fortemente variegata ed eclettica, la cui popolazione è costituita da ben 5 gruppi etnici, frutto delle colonizzazioni e dell’immigrazione che hanno caratterizzato questa isola nel corso degli ultimi secoli.
Il risultato è un mix unico e interessante da scoprire, che si traduce in diverse culture, diverse religioni, diverse lingue, diverse condizioni di vita e diversi piatti.
Un’isola che va scoperta in tutte le sue diversità e contraddizioni.

itinerario a Mauritius di due settimane
Piantagioni di Tè

Itinerario a Mauritius di due settimane a settembre: il clima di Mauritius a settembre

A settembre a Mauritius è ancora inverno. Essendo in prossimità dei tropici, questo significa che siamo in corrispondenza del periodo secco con temperature gradevoli. Man mano che si avanza verso la fine dell’anno, le temperature e l’umidità tendono ad aumentare per arrivare poi al vero periodo caldo, umido e piovoso (soggetto anche a cicloni) dei primi mesi dell’anno.
Settembre, dunque, è un periodo molto buono per visitare questa isola. Le temperature di giorno sono comprese tra i 25 e i 28 gradi mentre di sera scendono sui 20 gradi. L’acqua è abbastanza calda e il bagno si può fare senza problemi. L’unico “inconveniente” che abbiamo riscontrato in questo periodo è che il sole tramonta presto, il che significa giornate più corte. Basta però alzarsi un po’ presto alla mattina per poter sfruttare in pieno le giornate e le ore di luce a disposizione.
Un altro accorgimento, in base alla nostra esperienza e in base a quanto abbiamo capito parlando con chi a Mauritius ci vive, è quello di privilegiare la zona nord-ovest a discapito di quella a sud e ad est, che in questo periodo è più ventosa e ha un clima variabile.
Noi abbiamo trovato due settimane bellissime, quasi sempre soleggiate e con temperature gradevoli, fatta eccezione per un paio di giorni con cielo coperto. Niente male per essere inverno, no?

itinerario a Mauritius di due settimane
Il mare di Mauritius

Il nostro itinerario a Mauritius di due settimane a settembre giorno per giorno

Anche se Mauritius non è grande, il traffico non è scorrevole e spostarsi da nord a sud comporta la “perdita” di diverso tempo. Il nostro consiglio è dunque quello di dividere il soggiorno in due o tre tappe, a seconda dei giorni a disposizione.
Avendo ben 16 giorni a disposizione, noi abbiamo deciso di dividere il nostro itinerario a Mauritius di due settimane in due parti: per 5 notti abbiamo pernottato nella zona sud, vicino a Mahébourg, mentre per le restanti 10 notti ci siamo spostati a nord, a Grand Baie.
Per tutta la durata del soggiorno abbiamo avuto a disposizione una macchina a noleggio, che ci ha permesso di raggiungere i diversi punti di interesse dell’isola.
Grazie alle dritte e alla collaborazione con l’Ente del Turismo di Mauritius (Mauritius Tourism), abbiamo messo a punto un itinerario completo che ci ha fatto scoprire questa terra in tutte le sue sfaccettature, alternando momenti di relax a visite culturali e a meravigliose immersioni nella sua lussureggiante natura.
Ecco dunque il nostro itinerario a Mauritius di due settimane.

itinerario a Mauritius di due settimane
La buonissima frutta di Mauritius

Giorno 1 – Arrivo a Mauritius

Il nostro volo è atterrato all’aeroporto di Mauritius a metà pomeriggio. Il tempo per ritirare i bagagli e la macchina, e ci siamo diretti verso la nostra prima “casa” ovvero un b&b a Mahébourg di cui vi parleremo dopo.

Giorno 2 – Île aux Aigrettes e Blue Bay

Abbiamo voluto iniziare la nostra scoperta di Mauritius dall’Île aux Aigrettes, un’isola che si trova al largo delle coste vicino a Mahébourg, ora riserva naturale. Quest’isola è uno dei pochi posti dove è possibile osservare come si presentava Mauritius quando arrivarono i primi esploratori (purtroppo Mauritius ha subito un forte disboscamento per poter far spazio alle coltivazioni di canna da zucchero). Qui è inoltre possibile ammirare le testuggini giganti (non autoctone ma provenienti dalle Seychelles) in libertà e avvistare il raro piccione rosa. Per poter visitare l’isola è necessario recarsi all’imbarco di Pointe Jérome e prenotare una visita guidata organizzata dalla Mauritian Wildlife Foundation (unico modo per accedere a quest’isola). La visita dura circa un’ora e mezza.
Terminata la visita a questa bella riserva naturale, ci siamo spostati in una delle spiagge più belle di questa zona, Blue Bay, compresa nella riserva naturale Blue Bay Marine Park. Oltre alla bellissima spiaggia, dal piccolo pontile partono delle imbarcazioni che portano al largo in uno dei punti più belli per lo snorkeling. Qui abbiamo nuotato in un vero e proprio acquario naturale, che spettacolo!

itinerario a Mauritius di due settimane
Le testuggini giganti Île aux Aigrettes
itinerario a Mauritius di due settimane
Piccione Rosa
 itinerario a Mauritius di due settimane
Blue Bay
itinerario a Mauritius di due settimane
Snorkeling a Blue Bay

Giorno 3 – La Vallée de Ferney – Palmar

Quando abbiamo deciso di andare a Mauritius, abbiamo deciso che volevamo scoprire le sue belle spiagge ma anche la sua bellissima natura. Per questo motivo non abbiamo potuto perderci la Vallée de Ferney, un’altra bellissima riserva naturale che protegge una foresta vecchia di quattro secoli, habitat del gheppio di Mauritius, un rapace a rischio di estinzione. La visita è guidata: con un fuoristrada si attraversano pittoreschi campi di canna da zucchero fino ad arrivare all’inizio del sentiero di circa 3 km, che si addentra nella foresta, lungo il quale la guida illustra la flora e la fauna locali. La passeggiata non è difficile ma potrebbe essere un po’ lunga per i bambini più piccoli. Meglio portarsi del repellente in quanto le zanzare sono particolarmente aggressive in mezzo alla vegetazione.
Oltre alla bellissima foresta, questa escursione permette di raggiungere un bellissimo punto panoramico, di vedere alcune tartarughe giganti e soprattutto, in certi orari, di assistere al “pranzo” dei gheppi che vivono nella riserva.
Terminata la visita, abbiamo deciso di percorrere la strada costiera e di raggiungere le due meravigliose spiagge di Palmar, tra le più rinomate della costa est. La prima, più selvaggia, ci ha fatto battere il cuore all’istante. La seconda, più “cittadina” è altrettanto bella e alle sue spalle si trova un bel tempio indù.

itinerario a Mauritius di due settimane
Con la Jeep verso la Vallée de Ferney
itinerario a Mauritius di due settimane
Spiaggia di Palmar

Giorno 4 – Grand Bassin, Takamaka, Black River Gorges e Chamarel 7 colored Earth

Il nostro quarto giorno è stato organizzato in collaborazione con Mauritius Tourism ed è stato una delle giornate più ricche e belle della nostra vacanza a Mauritius, dedicata alla scoperta della zona centro-meridionale dell’isola.
Per prima cosa abbiamo raggiunto Grand Bassin, uno dei più importanti luoghi di culto hindu mauriziano: si tratta di un grande lago sacro ospitato in un cratere vulcanico, nei pressi del quale sorge uno dei templi più grandi e importanti dell’isola.
Di qui ci siamo spostati verso la Takamaka Winery, un’impresa locale che da tre generazioni produce un vino decisamente originale e particolare, ottenuto dai Lychees. Oltre che apprendere il processo di produzione di questo vino, abbiamo anche potuto degustarlo. Un gusto molto particolare che vale la pena assaggiare!
Uno dei luoghi imperdibili in questa zona di Mauritius è il Black River Gorges Viewpoint, un bellissimo punto panoramico sul Black River Gorges National Park, l’ultima zona di foresta endemica rimasta a Mauritius. Questo posto è solitamente popolato da dispettosi (e un po’ nervosetti) macachi, che si avvicinano ai turisti cercando un po’ di frutta da mangiare. I bambini qui sono impazziti di gioia a vedere questi animaletti in libertà. Dopo un delizioso pranzo nel rinomato e elegantissimo ristorante mauriziano Varangue sur Morne (si mangia benissimo e ha una vista che da sola vale i suoi prezzi!), la nostra giornata è terminata con la visita alle imponenti e maestose cascate e alle Terre di 7 Colori di Chamarel, uno dei fenomeni naturali più belli di Mauritius, risultato di un processo di raffreddamento non costante di rocce laviche.

itinerario a Mauritius di due settimane
Le Terre dei Sette Colori
itinerario a Mauritius di due settimane
Cascata di Chamarel
itinerario a Mauritius di due settimane
Grand Bassin
itinerario a Mauritius di due settimane
Black River Gorge Viewpoint

Giorno 5 – Le Morne

Il nostro quinto giorno è stato un giorno di completo relax, alla scoperta del promontorio di Le Morne e delle sue bellissime spiagge. Qui abbiamo scoperto dei veri e propri paradisi naturali: acqua meravigliosa, barriera corallina e pesci colorati. Un mix perfetto per lo snorkeling!

itinerario a Mauritius di due settimane
La nostra spiaggia preferita vicina a Le Morne
itinerario a Mauritius di due settimane
Snorkeling a Le Morne

Giorno 6 – Grand Baie, Mon Choisy e… le tartarughe marine!

Dopo aver scoperto la zona sud di Mauritius, ci siamo spostati a Grand Baie, nella zona nord dell’isola. Ci siamo sistemati nella nostra carinissima casa in stile mauriziano trovata sul sito Home Exchange, immersa in un bel giardino tropicale, e poi abbiamo trascorso il pomeriggio in una delle spiagge più belle del nord, la spiaggia di Mon Choisy. Oltre ad avere un mare meraviglioso, questa spiaggia è la base di partenza per una delle esperienze più emozionanti che si possono fare a Mauritius: nuotare con le tartarughe! Non occorre cercare un’agenzia per fare questa escursione: in spiaggia, se le condizioni di mare e correnti sono ottimali, vi troverete attorniati da operatori locali che vi proporranno un’uscita in barca!

itinerario a Mauritius di due settimane
Mon Choisy
itinerario a Mauritius di due settimane
Tartarughe Marine

Giorno 7 – Île aux Cerfs e Belle Mare

Un must per chi va a Mauritius è l’escursione all’Île aux Cerfs (Isola dei Cervi, un’isoletta con un mare dai mille colori e una delle zone con la barriera corallina meglio conservata di Mauritius.
Noi abbiamo scelto per questa esperienza uno degli operatori più professionali della zona, Johannes Group.
Siamo partiti da Trou d’Eau Douce (costa est) con un catamarano e abbiamo fatto una prima tappa all’Île aux Cerfs, dove abbiamo fatto snorkeling nei pressi della barriera corallina. Sempre in catamarano abbiamo raggiunto la bella cascata Grand River Waterfall prima di spostarci su un’altra isoletta, Île Aux Margenie, dove ci è stato servito un ottimo pranzo a base di carne e pesce grigliati.
L’escursione è terminata verso le 15.30, così ne abbiamo approfittato per vedere un’altra bellissima e imperdibile spiaggia della costa est, Belle Mare, una lunga spiaggia bianca con un mare bellissimo.

itinerario a Mauritius di due settimane
Ile Aux Cerfs
itinerario a Mauritius di due settimane
Spiaggia di Belle Mare

Giorno 8 – Pereybere, Cap Malheureux e Bain Boeuf

Il nostro ottavo giorno è stato dedicato alla scoperta del nord di Mauritius. Prima tappa alla piccola e graziosa spiaggia di Pereybere, dove ci siamo rilassati prima di spostarci più a nord, verso Cap Malheureux dove si trova la chiesetta più fotografata di Mauritius, la famosa Notre-Dame Auxiliatrice. A pochi chilometri da questa chiesetta sorge anche un tempio hindu incredibilmente colorato ed affascinante.
Il nostro pomeriggio era previsto nella vicina spiaggia Bain Boeuf ma, non avendola trovata particolarmente affascinante nonostante ci fosse stata caldamente raccomandata, è terminato nella spiaggia di Mon Choisy.

itinerario a Mauritius di due settimane
Pereybere
itinerario a Mauritius di due settimane
Notre-Dame Auxiliatrice
itinerario a Mauritius di due settimane
Tempio Hindu

Giorno 9 – Orto botanico, Aventure du Sucre, Chateaux le Bourdonnais, Balaclava

Una giornata davvero eclettica quella che ci ha portato a scoprire altre mete imperdibili di questa isola.
In primo luogo l’Orto botanico di Pamplemousses (Sir Seewoosagur Ramgoolam Botanical Garden), uno dei giardini botanici più belli al mondo, con enormi e vecchissime piante tropicali e famoso per le sue ninfee giganti.
A pochi chilometri di distanza da questo bellissimo giardino botanico, si trova l’Aventure du Sucre, un ex zuccherificio trasformato in un interessante museo che racconta la storia di Mauritius e il suo legame con le piantagioni di canna da zucchero.
Sempre in questa zona si trova il Chateaux le Bourdonnais, un interessante edificio coloniale di Mauritius recentemente restaurato e che è ora visitabile.
Il pomeriggio l’abbiamo dedicato al relax nella spiaggia di Balaclava, un’altra bella spiaggia lunga di sabbia bianca lambita da un bel mare e da una barriera abbastanza vicina, ricca di pesciolini.

itinerario a Mauritius di due settimane
Chateaux le Bourdonnais
itinerario a Mauritius di due settimane
Aventure du Sucre

Giorno 10 – Trou-aux-Biches, Balaclava

Il nostro decimo giorno in Paradiso è stato dedicato al super relax. Metà giornata l’abbiamo trascorsa nella famosa spiaggia di Trou-aux-Biches, famosa soprattutto perché su di essa si affaccia uno dei più lussuosi resort mauriziani, della catena Beachcomber.
Nel pomeriggio ci siamo di nuovo spostati a Balaclava, meno caotica ed altrettanto bella.

itinerario a Mauritius di due settimane
Trou Aux Biches

Giorno 11 – Maheswarnath Mandir, Eureka, Flic en Flac

A pochi chilometri da Grand Baie, nel villaggio di Triolet, si trova un altro importante tempio hindu, Maheswarnath Mandir, dedicato alla divinità Shiva. Questo interessante tempio è stata la nostra prima tappa della giornata, prima di recarci nel centro dell’isola, ad Eureka, dove si trova la più famosa e ben conservata casa coloniale dell’isola.
Nel pomeriggio ci siamo rilassati invece nella spiaggia di Flic en Flac, una delle mete più turistiche di Mauritius e onestamente la zona che ci ha fatto impazzire di meno sia come colori che come spiaggia.

itinerario a Mauritius di due settimane
Maheswarnath Mandir
itinerario a Mauritius di due settimane
Eureka

Giorno 12 – Port Louis

Questa giornata del nostro itinerario a Mauritius di due settimane è stata dedicata alla eclettica capitale mauriziana, Port Louis. Una delle città più contrastanti viste finora, dove la tradizione convive con la modernità in perfetto equilibrio. Anche questa giornata è stata organizzata grazie alla collaborazione con Mauritius Tourism, che ci ha suggerito i posti da non perderci in questa città.
La nostra visita è iniziata da uno dei musei cardine per capire la storia di questa isola, Aapravasi Ghat, ospitato nella struttura che un tempo fu il principale centro di accoglienza per i lavoratori a contratto provenienti dall’India.
Terminata la visita di questo interessante museo, ci siamo recati prima alla Cittadella (Fort Adelaide), un forte costruito dagli inglesi dal quale si gode una meravigliosa vista sulla città e poi al pittoresco e colorato Mercato Centrale. Dopo un buon pranzo in stile mauriziano presso il ristorante La Bonne Marmite, abbiamo visitato il quartiere cinese e la moschea della città, terminando la visita nel modernissimo Caudan Waterfront, il centro commerciale recentissimo di Port Louis.

itinerario a Mauritius di due settimane
Il Mercato Centrale di Port Louis

Giorno 13 – Ile Plate, Ilot Gabriel, Coin de Mire

“Mauritius was made first, and then heaven, and that heaven was copied after Mauritius.” – Mark Twain.
Una volta che il catamarano Karl Kaiser partito da Grand Baie ci ha portato alla scoperta delle isole del nord, ci siamo ritrovati davvero in Paradiso.
La prima tappa è stata Flat Island, dove i ragazzi dell’equipaggio ci hanno preparato un bbq eccezionale. La seconda tappa è stata l’Ilot Gabriel, che ci ha accolti con la spiaggia bianca e il suo mare spettacolare. Prima di rientrare a Grand Baie, il catamarano ha fatto un’ultima tappa nei pressi del pittoresco Coin de Mire, dove abbiamo fatto snorkeling circondati da bellissimi pesci colorati.
Una delle giornate più belle trascorse a Mauritius, secondo noi una escursione imperdibile! Tenete solo conto che le isole si trovano a circa un’ora e mezza dalla costa nord, in pieno oceano. Scegliete una giornata con oceano poco mosso!
Questa escursione l’abbiamo prenotata tramite Super Holiday Mauritius, un’affidabilissima agenzia locale che organizza escursioni di tutti i tipi (e con la quale abbiamo deciso di collaborare, per cui se avete bisogno di aiuto fateci sapere che vi mettiamo in contatto noi!).

itinerario a Mauritius di due settimane
Ilot Gabriel
itinerario a Mauritius di due settimane
Flat Island

Giorno 14 – Flic en Flac, i delfini e Île aux Benitiers

Per poter vivere una delle esperienze più desiderate, i nostri bambini hanno dovuto aspettare quasi la fine della vacanza. Siamo tornati a Flic En Flac e siamo partiti con un motoscafo alla mattina presto per poter raggiungere una baia in cui tutte le mattine i delfini vanno a nuotare, incuranti delle numerose barche che vanno ad osservarli.
È possibile buttarsi in acqua e nuotare con loro, osservandoli nuotare sul fondo del mare o mentre saltano fuori dall’acqua. Esperienza unica! L’escursione comporta anche la visita al Crystal Rock, la famosa roccia a forma di clessidra che spunta dall’acqua a circa 200 m dalla costa dell’Île aux Benitiers, isola in cui viene servito un ottimo bbq compreso nel prezzo. Prima di rientrare a Flic En Flac abbiamo avuto l’onore di essere circondati nuovamente dai delfini che ci hanno voluto salutare in questo bellissimo modo.

itinerario a Mauritius di due settimane
I delfini

Giorno 15 – Mon Choisy e Trou-aux-Biches

Dopo tante emozioni, abbiamo deciso di trascorrere l’ultima nostra giornata “intera” di vacanza nelle spiagge vicine a Grand Baie che si sono più piaciute: Mon Choisy e Trou-aux-Biches. Una giornata rilassante ci voleva proprio!

itinerario a Mauritius di due settimane
Trou Aux Biches

Giorno 16 – Trou Aux Cerfs Volcano e volo di rientro

Dopo aver lasciato la nostra graziosa casetta mauriziana, ci siamo subito diretti verso sud, per poter prendere il volo del pomeriggio verso casa. Avendo a disposizione ancora un po’ di tempo abbiamo deciso di fermarci a vedere una graziosa chiesetta di Grand Baie, La Salette Church.
Poi, passando per il centro dell’isola, abbiamo avuto modo di vedere il villaggio di Curepipe e Trou Aux Cerfs Volcano, un vulcano dormiente di cui è visibile il cratere. Onestamente non si vede granché per cui tenete questa tappa solo nel caso abbiate tanto tempo a disposizione!
Il nostro volo Emirates è partito puntuale verso metà pomeriggio ed è arrivato a Dubai, dove abbiamo fatto uno scalo notturno di 4 ore.
Nel caso aveste come noi uno scalo notturno in questo aeroporto con i bambini, vi suggeriamo di prenotare la Longe Marhaba. Costa 210 AED (circa 50 euro) e permette di riposarsi, mangiare e bere illimitatamente (oltre a tantissimi altri servizi che purtroppo non abbiamo potuto sfruttare ma che potete leggere sul sito). Per noi è stato comodissimo perché i bambini hanno potuto dormire senza problemi.

itinerario a Mauritius di due settimane
Marhaba Lounge Bar

Il nostro itinerario a Mauritius di due settimane a settembre: come ci siamo spostati

Per poter esplorare Mauritius in tutti i suoi angoli, prendendosi i propri tempi e senza vincoli, è necessario noleggiare una macchina. La guida è al contrario rispetto a quella italiana ma le strade sono ben tenute e i mauriziani guidano molto bene. Sono poco illuminate alla sera, ma per il resto non abbiamo avuto alcun problema a spostarci in autonomia.
Noi abbiamo prenotato la macchina da casa, sul portale Auto Europe col quale collaboriamo da diverso tempo. Abbiamo trovato una favolosa offerta con una macchina economica della Herz e l’abbiamo presa al volo! Non serve una macchina grande o un fuoristrada: una qualsiasi macchina economica è perfetta e, anzi, è anche comoda per potersi infilare nei pochi parcheggi disponibili sull’isola!

itinerario a Mauritius di due settimane
La macchina prenotata sul sito Auto Europe

Il nostro itinerario a Mauritius di due settimane a settembre: come usare la connessione dati?

I nostri operatori telefonici italiani non ci hanno proposto grandi offerte per la connessione dati a Mauritius. Per google maps non è necessario avere la connessione dati in quanto basta scaricare le mappe offline sul telefono e si possono usare senza problemi.
Noi però avevamo necessità di fare le storie di Instagram (se non le avete viste, correte a vederle che le abbiamo messe in evidenza!) e di postare sui social per cui abbiamo deciso di acquistare una sim locale della Emtel. L’abbiamo comprata subito in aeroporto (le vendono nell’edificio dei rental car) al prezzo di circa 12 euro, comprensiva di 500 Mb di traffico dati. Poi è possibile ricaricarla ovunque a prezzi irrisori, scegliendo tra una miriade di possibilità.

itinerario a Mauritius di due settimane
Punto panoramico nei pressi di Le Morne

Itinerario a Mauritius di due settimane a settembre: dove abbiamo dormito

Come già abbiamo spiegato, abbiamo scelto di dividere il nostro itinerario a Mauritius di due settimane in due parti: 5 notti nella zona sud e 10 nella zona nord dell’isola.
Per scelta e per questioni di budget (come vi abbiamo raccontato in questo post, abbiamo scelto di organizzare un viaggio low cost) abbiamo optato per strutture semplici ed economiche.
La prima struttura l’abbiamo trovata su booking, il B&b Lo Bovallon: un b&b a gestione familiare e in stile mauriziano, con camere o appartamenti e colazione inclusa (circa 40 euro a notte in 4). Noi abbiamo optato per un appartamento, in modo da avere la cucina a disposizione. Ci siamo trovati benissimo e abbiamo apprezzato l’accoglienza della signora Nathalie, che ci ha aiutati ogni sera a prenotare la cena take-away (a prezzi ottimi, tanto che non valeva la pena mettersi a cucinare). La colazione è a discrezione della struttura…ogni giorno una piacevole sorpresa preparata al momento!
Come seconda struttura, grazie ad Home Exchange, abbiamo provato per la prima volta l’esperienza dello scambio casa. Vi abbiamo già spiegato il suo funzionamento in questo post, ora vi vogliamo raccontare come è andata. Abbiamo pernottato in una casetta in stile mauriziano a Grand Baie, davvero carina, immersa nella natura e in una zona molto tranquilla. Il proprietario, un francese che vive da anni a Mauritius, ci ha accolti in modo molto caloroso e ci ha messo a disposizione tutto quello di cui avevamo bisogno. Un’esperienza davvero bella e un ottimo modo per risparmiare in viaggio!

itinerario a Mauritius di due settimane
Il b&b Le Bovallon
itinerario a Mauritius di due settimane
La casa mauriziana trovata sul sito Home Exchange

Itinerario a Mauritius di due settimane a settembre: oltre al mare c’è di più!

Chi ci ha seguito su instagram giorno per giorno nel nostro itinerario a Mauritius di due settimane, sicuramente si è reso conto di quanto questa isola abbia da offrire.
Nonostante il mare sia la sua principale attrattiva, questa isola ha saputo stupirci e incuriosirci giorno dopo giorno, regalandoci grandi emozioni, prezioso relax ma anche tanta cultura.
Mauritius è la meta perfetta per chi cerca una vacanza completa e dinamica, con la possibilità di perdersi in paesaggi belli da mozzare il fiato.
Dopo 16 giorni in questa terra, non possiamo fare altro che dar ragione a Mark Twain. Non abbiamo ancora visto il vero Paradiso, ma se c’è un posto in terra che potrebbe tranquillamente farne le veci, quello si trova proprio in questo piccolo puntino di terra sperduto nell’Oceano Indiano.

itinerario a Mauritius di due settimane
Print Friendly, PDF & Email