Tra i castelli della Valle d’Aosta, il castello di Issogne è quello che ci ha più stupiti per la ricchezza degli interni e per la bellezza degli affreschi, uno dei più bei castelli di questa regione. In questo post vogliamo raccontarvi la nostra visita al castello di Issogne, raffinata dimora signorile degli Challant.

La Valle d’Aosta ci ha meravigliati e stupiti con i suoi castelli, così unici e così diversi tra loro. Nel nostro itinerario abbiamo potuto ammirare il suggestivo e tipico castello medievale di Fénis e il maestoso e imponente forte di Bard, ma è stato il castello di Issogne che ci ha lasciati a bocca aperta per i suoi interni ricchi di arte e di storia, una perfetta testimonianza del suo glorioso passato.
Esternamente questa struttura ha ben poco del castello che tutti noi ci immaginiamo: non ha belle merlature né torri di vedetta, non ha fossati né ponti levatoi, non ha cammini di ronda né punti di difesa particolare. Tutto questo perché il castello di Issogne non è nato a scopo difensivo ma come raffinata ed elegante residenza signorile progettata da Georges de Challant, priore d’Aosta e membro della famiglia Challant, per la cugina Margherita de La Chambre ed il figlio Filiberto.
Il castello di Issogne all’esterno non spicca e non meraviglia, quasi non invita neanche alla sua scoperta. Ma spesso, si sa, l’apparenza inganna.
Il vero tesoro si trova al suo interno e si tratta di uno dei tesori artistici più importanti della Valle d’Aosta, assolutamente da scoprire!

Visita al castello di Issogne

L’esterno del castello di Issogne

Visita al castello di Issogne: alla scoperta della testimonianza artistica di Georges de Challant

Il castello si trova nel centro storico di Issogne, con il quale si è fuso perfettamente con l’architettura del borgo.
Mentre l’esterno si presenta molto umile, l’interno è un susseguirsi di affreschi e arredi di valore. Uno scrigno artistico opera di Georges de Challant, arrivato perfettamente fino ai giorni nostri grazie ad un attento lavoro di restauro del diciannovesimo secolo.

Visita al castello di Issogne: qualche cenno di storia

Il castello, così come si presenta oggi, risale al 1500 ed è il frutto del grande lavoro eseguito da Georges de Challant, che alla fine del ‘400 ha preso la struttura preesistente e l’ha completamente rinnovata, arricchendola con arredi, affreschi e opere d’arte.
Dopo la morte dell’ultimo membro della famiglia Challant, il castello cadde purtroppo in stato di abbandono e fu spogliato degli arredi interni. Fortunatamente il pittore torinese Vittorio Avondo prese a cuore questa struttura e la restaurò attenendosi al suo aspetto originale. Arredò di nuovo il castello, recuperando sul mercato antiquario alcuni mobili provenienti dallo stesso, ne recuperò altri adatti come stile e ne fece realizzare di nuovi ad abili artigiani copiandoli da quelli originali.
Grazie a questi accurati lavori di restauro, tutta la ricchezza degli affreschi e degli arredamenti originali sono giunte a noi in perfette condizioni.
Oggi dunque il castello di Issogne si presenta come uno dei più ricchi e interessanti della zona, grande testimonianza del periodo storico e delle abitudini dei suoi abitanti.

Visita al castello di Issogne

Alcuni affreschi del castello di Issogne con i graffiti

Visita al castello di Issogne: la visita degli interni

La visita degli interni è guidata e il prezzo è incluso nel biglietto di ingresso.
Il percorso inizia dal cortile, dove si trova un famoso capolavoro, la Fontana del Melograno, un albero in ferro battuto a grandezza naturale, dono di nozze come simbolo di fortuna.
Il cortile ospita anche un meraviglioso ciclo di affreschi, famosi non solo come opere d’arte ma anche per i graffiti che li caratterizzano. No, non siamo pazzi! Anche se ad occhi inesperti tale graffiti sembrerebbero degli atti vandalici a danno di affreschi d’epoca, in realtà sono un’importante testimonianza di una usanza tipica dei tempi, quando gli ospiti erano soliti lasciare la propria firma, una data, un proprio pensiero o anche pettegolezzi sulle pareti di chi li ospitava. Curioso vero?

Il castello di Issogne si sviluppa su tre piani, il piano terra e due piani rialzati. Una volta all’interno, la visita regala ad ogni sala qualche pezzo artistico di pregio. Gli elementi d’arredo permettono di ricostruire la vita quotidiana dell’epoca e le sale sono decorate con cicli di affreschi meravigliosi, concepiti a scopo didattico ed educativo: le scene riprodotte devono testimoniare la situazione di pace e benessere garantiti dal governo della famiglia Challant, una specie di auto-celebrazione del proprio potere.
Al pianterreno si possono visitare la sala da pranzo, la cucina, e la sala baronale, arredate e affrescate con paesaggi e scene di caccia. Degna di nota poi la Sala di Giustizia, principale ambiente di rappresentanza del castello, con belle decorazioni e affreschi.
Al primo piano sono interessanti la cappella affrescata e con un altare gotico in legno intagliato e dorato.
La visita termina al secondo piano, dove si trovano la stanza “del re di Francia”, con il soffitto a cassettoni decorato da gigli, un bel camino e bellissimi arredi e la stanza della Contessa.

Visita al castello di Issogne

La Fontana del Melograno

Visita al castello di Issogne

Gli affreschi del porticato

Visita al castello di Issogne

Sala di Giustizia

Visita al castello di Issogne

Sala di Giustizia

Visita al castello di Issogne: informazioni generali

Il castello di Issogne si trova in Piazza Castello ad Issogne.
Il prezzo d’ingresso intero costa 5,00 €, il ridotto per i ragazzi da 6 a 18 anni costa 2,00 € ed è gratuito fino a 6 anni non compiuti.
Nel prezzo del biglietto è inclusa la visita guidata, organizzata in gruppi di massimo di 25 persone con ultima visita 30 minuti prima della chiusura.

Gli orari di apertura del castello dipendono dalla stagione e sono i seguenti:

  • Da ottobre a marzo: aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00, chiuso il lunedì.
  • Da aprile a settembre: aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00.

Gli orari sono soggetti a variazioni e quindi si consiglia di verificarli chiamando il numero (+39) 0125 929373.

E’ anche possibile estendere la visita all’appartamento del pittore Avondo, non inclusa nel regolare percorso di visita.

Visita al castello di Issogne

Sala del Re di Francia

Visita al castello di Issogne: le nostre considerazioni

Il castello di Issogne per noi è stato una vera scoperta. Anche se meno famoso dei castelli di Fénis e di Bard, è quello che ci ha più stupiti. La visita guidata è interessante anche per bambini che, anche se non riscontrano la struttura del tipico castello con re e cavalieri, rimangono meravigliati dalla bellezza dei suoi interni.
Se avete in mente un itinerario nei dintorni di Aosta, consigliamo vivamente di includere questo castello nel vostro itinerario. Ne rimarrete sicuramente soddisfatti.

Visita al castello di Issogne

Sala da pranzo

Visita al castello di Issogne: link utili

Il nostro itinerario alla scoperta di Aosta e dei castelli della Valle d’Aosta potete trovarlo a questo link.

Per informazioni aggiornate sul castello, il sito di riferimento è quello del Turismo della Valle d’Aosta.

Visita al castello di Issogne

L’esterno

 

Print Friendly, PDF & Email