In questo post vogliamo raccontarvi il nostro itinerario on the road da New York a Boston con bambini, un viaggio ricco di arte, natura, cultura e divertimento. Un perfetto mix di emozioni e di avventure per il viaggio che i nostri esploratori ricordano come il più bello della loro vita.

Il nostro desiderio di varcare i confini dell’Europa con i bambini si è realizzato nel giugno 2017: la nostra prima esperienza oltreoceano è stato un viaggio interamente organizzato in autonomia, che ci ha portato da New York a Boston e che ci ha fatto vivere emozioni uniche e indimenticabili.
Si dice che la prima volta non si scorda mai e così infatti è stato per noi. Da allora abbiamo fatto tantissimi altri viaggi con i bambini, ma nessun altro posto finora ha saputo far breccia nei loro cuori come l’America.
Ecco quindi che, ad un anno e mezzo da questa esperienza, dopo avervi raccontato cosa abbiamo visto in ciascuna zona visitata, proviamo a fare il punto generale della situazione, nella speranza che possa essere di aiuto ad altre famiglie che come noi sognano un bellissimo viaggio on the road in America.

Itinerario on the road da New York a Boston

Central Park – New York

Itinerario on the road da New York a Boston con bambini: come organizzarlo e come suddividerlo

Per organizzare un itinerario on the road da New York a Boston con bambini è necessario avere sia una buona organizzazione che una buona improvvisazione. È sicuramente fondamentale partire preparati, ma solo sul posto è possibile capire esattamente le dinamiche e le tempistiche.
Ci sono infatti diversi fattori che possono infatti influire e che non si possono prevedere da casa, come il jet lag, le condizioni meteo, le lunghe distanze da percorrere, la stanchezza e via dicendo.
Noi da casa abbiamo cercato di studiare con precisione un itinerario che potesse accontentare tutti, che ci portasse a meravigliarci e a stupirci ma al tempo stesso potesse farci divertire. Una volta sul posto, poi, lo abbiamo riadattato e cucito su di noi stessi giorno per giorno.
Ora vi vogliamo raccontare un po’ tutto, dai fattori che abbiamo dovuto necessariamente prevedere in fase di programmazione fino alle nostre disavventure di viaggio, per fortuna tutte gestite e risolte in qualche modo ma che ancora oggi ci fanno sorridere.

Itinerario on the road da New York a Boston con bambini: l’organizzazione prima della partenza

Abbiamo già scritto un post che racconta nei dettagli come ci siamo organizzati prima di partire e ribadiamo qui i punti fondamentali. Organizzare un viaggio non è solo prenotare un volo o gli hotel dove si vuole pernottare: significa cercare di partire informati e preparati, in modo da evitare nel limite del possibile spiacevoli inconvenienti sul posto.

Innanzitutto prima di partire bisogna controllare di avere tutti i documenti in regola: sia i passaporti (che vanno richiesti con largo anticipo a seconda delle tempistiche della questura di riferimento) sia i permessi di ingresso negli USA. Per periodi di permanenza brevi (fino a massimo 90 giorni) è possibile richiedere l’ESTA al posto del Visto. Tale richiesta si può fare in autonomia sul sito ufficiale oppure tramite diversi siti on line, che offrono questo servizio a pagamento ma garantiscono assistenza e aiuto in fase di compilazione. Il  costo di una richiesta ESTA in questo caso è variabile e dipende dal sito stesso. Attenzione perché questo documento è obbligatorio e senza di esso non si può mettere piede fuori dall’aeroporto!

Secondo noi è poi fondamentale stipulare un’assicurazione sanitaria valida perché negli Stati Uniti le spese mediche sono molto elevate e non essere coperti comporterebbe un rischio davvero alto.

Se avete intenzione di muovervi in autonomia e on the road, conviene inoltre noleggiare la macchina da casa, in modo da evitare spiacevoli situazioni una volta arrivati sul posto.

Infine, sempre se la vostra intenzione è quella di muovervi in macchina, vi diamo un consiglio in base della nostra esperienza: cercate tra le compagnie telefoniche l’offerta migliore disponibile sul mercato per avere sempre a disposizione la connessione dati. Il Wi-Fi in America è diffusissimo ma in macchina no (e più avanti capirete il perché è fondamentale)!

Itinerario on the road da New York a Boston con bambini: le nostre tappe

Prima tappa dell’itinerario on the road da New York a Boston – New York

Il nostro itinerario è partito da New York, la Grande Mela e il nostro grande sogno.
Siamo arrivati con un volo Emirates diretto Milano Malpensa – JFK e ci siamo fermati 6 notti, pernottando nel quartiere Chelsea a Manhattan.
Il tempo a disposizione per l’esplorazione della città è stato di 5 giorni pieni. Il jet lag ci ha colpito solo il primo giorno, facendoci alzare alle 5 del mattino freschi e pimpanti come se fossero le 10. Siamo riusciti a fare e a vedere tantissime cose (il nostro itinerario completo lo abbiamo raccontato in questo post), ma anche se avessimo avuto più giorni a disposizione non ci sarebbe dispiaciuto affatto!
New York è una città per tutti, assolutamente adatta alle famiglie e ai bambini di tutte le età.
Giugno è un mese perfetto per visitarla: non fa caldo né freddo, si sta decisamente bene. Bisogna però fare attenzione al clima variabile: noi siamo stati vittime di un terribile acquazzone improvviso in pieno Central Park… il primo inconveniente di viaggio che si è tramutato in un perfetto aneddoto di vita vissuta per i nostri bambini, che ancora ridono come matti per le conseguenze di quella spassosa annaffiata, che ci ha costretti in giro per la città in infradito (dal tanto che le nostre uniche scarpe erano zuppe d’acqua)! Questa è stata la nostra prima lezione imprevedibile sul posto: dovessi tornarci un’altra volta mi porterei sicuramente delle scarpe impermeabili!

Itinerario on the road da New York a Boston

Time Square – New York

Seconda tappa dell’itinerario on the road da New York a Boston – Cape Cod

Il sesto giorno siamo tornati al JFK per ritirare l’auto prenotata. Di qui ci siamo diretti a nord verso il Massachusetts e, in particolare, verso la nostra seconda tappa, Cape Cod. Qui abbiamo soggiornato per tre notti.
Per andare da New York a Cape Cod abbiamo percorso la I-95 e ci abbiamo messo circa 4 ore, strada scorrevole e traffico regolare (tenete bene a mente queste informazioni perché poi ci torneremo sopra…).
Cape Cod per noi è stata una delle tappe più belle: questa meravigliosa penisola ci ha regalato una natura sconvolgente, dei paesaggi mozzafiato, enormi spazi e ottimo pesce. Il tempo ci ha sostenuto per tutto il tempo, permettendoci di vedere le balene nell’oceano, di essere circondati dalle foche, di trotterellare sulle Jeep nella splendida cornice del Cape Cod National Seashore Park e di correre su lunghissime spiagge sabbiose col rumore delle onde a farci compagnia. Il Paradiso in terra. Peccato aver avuto a disposizione solo 3 giorni!

Itinerario on the road da New York a Boston

Cape Cod – Spiaggia

Itinerario on the road da New York a Boston

Cape Cod – Le foche a Chatam

Terza tappa dell’itinerario on the road da New York a Boston – Plimoth Plantation a Plymouth

Sulla strada che da Cape Cod porta a Boston si trova la Plimoth Plantation, il posto che rappresenta il cuore della storia degli Stati Uniti d’America.
Per noi è stato un vero onore poter venire a contatto con chi questa storia l’ha vissuta e ne porta tuttora le conseguenze: presso la Plimoth Plantation è infatti possibile sia esplorare e scoprire la vita ai tempi dei Padri Pellegrini grazie alla ricostruzione di un villaggio di coloni inglesi del XVII secolo, sia parlare con i Wampanoag, i nativi del posto ai tempi dello sbarco dei Padri Pellegrini sulle coste americane.
Secondo noi questa è una tappa imperdibile per chi visita queste zone. Qui potete trovare il nostro post dettagliato.

Itinerario on the road da New York a Boston

Plimoth Plantation

Quarta tappa dell’itinerario on the road da New York a Boston – Boston

Una volta terminata la visita a Plymouth, ci siamo diretti verso Boston dove abbiamo pernottato due notti (in questo post potete trovare il nostro itinerario completo).
Boston per noi è stata amore a prima vista. Una città completamente diversa da New York, con un centro a misura d’uomo, bellissimi parchi verdi, musei e attrazioni family friendly ma soprattutto con una lunga storia da raccontare.
Oltre a scoprire il suo famoso Acquario e il Museo dedicato ai bambini, abbiamo percorso il Boston Freedom Trail e abbiamo cercato di scoprire la storia che ha portato alla Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti d’America: mentre New York ci ha stupiti con effetti speciali, Boston ci ha regalato una importante finestra dalla quale guardare il passato di questa nazione.

Itinerario on the road da New York a Boston

Boston

Itinerario on the road da New York a Boston

Boston

Quinta tappa dell’itinerario on the road da New York a Boston – Providence e Newport

Il nostro ultimo giorno su suolo americano è stato quello più adrenalinico e ricco di colpi di scena.
Il volo di ritorno era previsto per le 22.30, quindi abbiamo avuto l’intera giornata a disposizione.
Partendo da Boston di buonora abbiamo fatto una prima tappa a Providence, la capitale del Rhode Island. Forse abbiamo sbagliato il giorno di visita: alla domenica abbiamo trovato tutto chiuso, una città poco vivace e poco attraente. Abbiamo comunque passeggiato per il centro, e siamo arrivati fino allo spettacolare Rhode Island State House.
Ma purtroppo Providence non è riuscita a convincerci, pertanto abbiamo su due piedi deciso di spostarci verso Newport e salutare l’America rilassandoci in una delle sue lunghissime e bellissime spiagge.
Abbiamo trovato una lunga spiaggia selvaggia nei pressi del Sachuest Point National Wildlife Refuge, una spiaggia con delle conchiglie così grandi e belle che abbiamo fatto una gara a chi scovava la migliore.
Ci siamo letteralmente persi in questo meraviglioso Paradiso naturale che il tempo è letteralmente volato. Quando alle 14.30 il marito ha insistito per partire, per la paura di perdere il volo, l’abbiamo anche quasi preso in giro. Il navigatore ci indicava 3 ore e mezza per raggiungere l’aeroporto JFK e il volo era alle 22.30!!! Ma abbiamo (fortunatamente) deciso di ascoltarlo.
Ricordate la strada I-95 percorsa all’andata da New York a Cape Cod, quella che vi avevo detto di tenere a mente prima? Ecco quella stessa strada, che all’andata abbiamo trovato libera e scorrevole, al ritorno si è trasformata nel nostro calvario. Abbiamo perso il conto del numero di incidenti segnalati e delle deviazioni che prontamente ci ha suggerito Google Maps (capite ora perché vi abbiamo detto che è fondamentale avere la connessione dati?). Abbiamo percorso il Connecticut a zig zag, dentro e fuori dalla I-95.
Siamo arrivati al Rental Car del JFK alle 21.40, senza aver fatto il pieno (condizione richiesta in atto di prenotazione) e con i figli che dovevano andare in bagno urgentemente. Certo, tanto avevamo ben 50 minuti per andare dal Rental Car al nostro aereo Emirates ahahah. Ma ce l’abbiamo fatta, come ancora non lo so. Una cosa è certa, in aereo dopo questa avventura non abbiamo avuto problemi a dormire!

Itinerario on the road da New York a Boston

Providence – State House

Itinerario on the road da New York a Boston

Providence

Itinerario on the road da New York a Boston con bambini: le nostre considerazioni

Il nostro primo viaggio intercontinentale è stato magico e probabilmente ineguagliabile. Speriamo che nel futuro ne vengano numerosi e ugualmente belli, anzi speriamo anche di più. Ma siamo sicuri che questo rimarrà sempre al primo posto nei nostri cuori. Vi abbiamo raccontato le nostre disavventure, sulle quali oggi possiamo riderci sopra. Quando si viaggia è normale che qualcosa vada storto, non si può prevedere tutto. Una volta organizzate le cose necessarie prima di partire, non resta che lasciarsi andare per godersi quello che ogni viaggio sa donarci. Perché ogni viaggio sarà diverso e ogni viaggio sarà semplicemente unico.

Itinerario on the road da New York a Boston

New Port

Post pubblicato il 25/01/2019
Articolo sponsorizzato

Print Friendly, PDF & Email